In un pomeriggio povero di soddisfazioni per l’Italia del nuoto, Simona Quadarella e Martina Rita Caramignoli vanno a prendersi l’oro e il bronzo negli 800 sl.

Federica Pellegrini ha centrato la finale nei 100 sl (Photo Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto)

NUOTO, EUROPEI IN VASCA CORTA 2019: STORICO BIS AZZURRO NEGLI 800sl

Seconda giornata agli Europei in vasca corta al Tollcross International Swimming Centre di Glasgow.

Nelle prime due gare pomeridiane, le semifinali dei 200 farfalla, l’Italia esce con l’amaro in bocca: non si qualificano per l’atto conclusivo Elena Di Liddo e Ilaria Bianchi. La Di Liddo peggiora il tempo nuotato in mattinata, chiudendo al quinto posto la propria semifinale e risultando la prima delle escluse, mentre la Bianchi chiude settima nella seconda semifinale.

Buona invece la prova dei due azzurri impegnati nella finale dei 200 stile libero, Stefano Ballo e Filippo Megli. Il classe ’93 migliora il proprio personale e chiude al quinto posto, mentre il fiorentino chiude al sesto posto. L’oro è andato al lituano Raspys, argento per il britannico Scott, mentre il bronzo se l’è aggiudicato il russo Vekovishcev.

Niente Italia nella finale dei 200 rana maschili, vinti dall’olandese Kamminga davanti allo svedese Persson e al tedesco Koch.

C’è, invece, Federica Pellegrini nella semifinale dei 100 stile libero, e come al solito la Divina non sbaglia: terzo tempo nella sua gara, la seconda semifinale, e quinto parziale complessivo che la proietta direttamente alla finale di domani. Sarà difficile pensare alla zona medaglie, ma da Federica Pellegrini è lecito aspettarsi di tutto.

Chiude al sesto posto nella finale dei 400 misti, migliorando anche il tempo d’accesso, Lorenzo Tarocchi. Oro per il britannico Litchfield, davanti alla coppia russa Borodin e Pasynkov.

Non arriva la medaglia nemmeno nella finale dei 100 dorso femminili, dove l’Italia poteva contare su Margherita Panziera e Silvia Scalia. Le azzurre peggiorano il tempo d’accesso alla finale e chiudono rispettivamente al sesto e ottavo posto nella gara vinta da Kira Toussaint. Ripetendo il tempo d’accesso alla finale, Margherita Panziera sarebbe stata medaglia di bronzo.

Centrano la finale dei 100 dorso maschili Simone Sabbioni, che chiude al secondo posto la sua semifinale con il tempo di 50’66, e Lorenzo Mora, quinto nella seconda semifinale con il tempo di 50’58. Curioso il caso di Simone Sabbioni, che ottiene il pass per la finale visto che i primi due classificati di ogni semifinale accedono di diritto all’atto conclusivo. Si fossero considerati i tempi complessivi, Sabbioni sarebbe stato il primo degli esclusi.

Non entra invece in finale dei 100 misti Ilaria Cusinato, che ieri aveva incantato le platee con il bronzo nei 400 mentre oggi è sesta in semifinale e dodicesima in generale. Chi va in finale con il settimo tempo è invece Costanza Cocconcelli, che chiude al quarto posto nella seconda semifinale.

Non c’è l’Italia sul podio nemmeno nella finale dei 100 farfalla uomini, dove Matteo Rivolta e Piero Codia dovevano difendere il primo e secondo posto ottenuto due anni fa e invece chiudono al sesto e ottavo posto. Oro per Kusch davanti a Vekovishchev e Cieslak.

Le prime soddisfazioni del pomeriggio arrivano dalla finale degli 800 stile libero femminili, dove Simona Quadarella rompe finalmente il ghiaccio con la vasca corta e vince l’oro in 8:10:30, mentre Martina Rita Caramignoli si prende il terzo posto che vale la seconda doppietta azzurra a questi Europei dopo quella messa a segno ieri da Pilato-Carraro nei 50 rana.

Nella penultima gara di giornata, la finale femminile dei 50 farfalla, Elena Di Liddo chiude al sesto posto. Doppietta francese nei primi due posti, con Melanie Henique e Beryl Gastaldello, mentre al terzo posto due danesi, Beckmann e Ottesen.

Niente Italia infine nella finale della staffetta 50 mista mista: vince la Russia davanti a Olanda e Danimarca.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive di nuoto anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube.

Gabriele Burini
Studente di lingue e culture straniere all'Università di Perugia. Volevo fare il calciatore, mi sono dovuto accontentare di raccontare lo sport

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Nuoto