Gli azzurri battono la Spagna nella finale per il 3°-4° posto e staccano il pass per le Superfinal. Campagna: preparazione estiva molto impegnativa in vista di Tokyo.

Gonzalo Echenique, 30 anni, attaccante della Pro Recco e del Settebello (fonte: federnuoto.it)

PALLANUOTO, WORLD LEAGUE: 3° POSTO E SUPERFINAL PER GLI AZZURRI GRAZIE ALLA VITTORIA CONTRO LA SPAGNA

World League di bronzo per la nazionale italiana di pallanuoto: gli azzurri hanno superato la Spagna per 9-8 nella finale per il 3°-4° posto. Nei primi 8 minuti di gioco le formazioni si equivalgono con due reti per parte, mentre nel secondo sono gli iberici a prevalere con le marcature di Sanahuja e Barroso (2-2 0-2). Nel terzo quarto netto cambio di passo dell’Italia che rimonta e nell’ultimo parziale si impone definitivamente sugli avversari (3-1 4-3). Grazie a questa vittoria gli azzurri si aggiudicano il gradino più basso del podio e il pass per le Superfinal di World League in programma a Tbilisi (Georgia) dal 26 giugno al 2 luglio.

“Mi è piaciuta la doppia reazione” ha dichiarato il ct Sandro Campagna dopo il match. “Dopo la partita di ieri dove avevamo giocato un match non alla nostra altezza e poi dopo il secondo tempo di oggi dove ho cercato di dare coraggio ai ragazzi, perchè stavamo giocando bene e dovevamo aggiustare alcune cose. Nel terzo tempo si è visto il nostro gioco e lo abbiamo vinto di due gol di scarto. Echenique l’avevo preservato perchè aveva due falli e nel finale era più lucido e ha trovato la grande soluzione da fuori. La qualificazione vale l’opportunità di fare sei partite importanti prima delle Olimpiadi. In vista dei Giochi dovremmo fare una preparazione estiva molto impegnativa”.

I ragazzi di Sandro Campagna avevano iniziato bene con la vittoria nei quarti di finale contro l’Ungheria per 9-8. Prima parte di gara molto equilibrata con i magiari in vantaggio nel primo quarto e gli azzurri che trovano il pari prima dell’intervallo lungo (1-2 2-1). Nel terzo parziale avanti ancora l’Ungheria con Manhercz e Angyal contro la sola rete di Di Fulvio. Negli ultimi 8 minuti però sono gli azzurri ad avere la meglio con una cinquina (1-2 5-3).

Non altrettanto bene la semifinale col Montenegro, persa per 10-14. Nella prima frazione di gioco il Settebello resiste seppure in svantaggio, ma cede già nel parziale successivo (3-4 1-4). Dopo il cambio campo l’allungo decisivo del Montenegro che vanifica il tentativo di rimonta azzurra dell’ultimo quarto (3-5 3-1). In finale la formazione balcanica è stata battuta 7-12 dalla Grecia che si è aggiudicata il 1° posto.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.
Scopri tutte le ultime notizie di pallanuoto anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagram e YouTube.

Stefano Sfondrini
Radio per lavoro, ma non emetto sentenze. Bevo caffè senza zucchero perché ho capito che "amare significa poco dolci" [San Galli, protettore degli umoristi]

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Pallanuoto