L’Italia chiude gli Europei del nuoto in vasca con cinque medaglie, e col triplo oro di Quadarella, Codia e Panziera: arriva una medaglia anche dalle acque libere, con l’argento di Giulia Gabbrielleschi. Azzurri a quota 35.

Europei Glasgow 2018

NUOTO, EUROPEI GLASGOW 2018: CINQUE MEDAGLIE DALLA VASCA. INCANTANO CODIA, QUADARELLA E PANZIERA

Altre cinque medaglie per l’Italia agli Europei di nuoto in quel di Glasgow. Medaglia d’oro di Piero Codia che ribalta ogni pronostico e vince i 100 m farfalla con uno straordinario 50″64, firmando il nuovo record dei campionati e riscrivendo anche il record italiano all-time. Il nuotatore azzurro, che si era qualificato con l’ottavo tempo e rischiando l’eliminazione in semifinale, ha preceduto il francese Mehdy Metella (tempo di 51”24) ed il britannico James Guy (terzo a 51”42). Oro anche per Margherita Panziera che arriva davanti a tutte nei 200 dorso grazie al 2’06″18 che vale anche il record italiano: Margherita rifila quasi un secondo alla russa Ustinova, terza l’ungherese Burian. L’oro più bello arriva però dai 400sl, che sono stati per anni il terreno di caccia di Federica Pellegrini, e ora vedono iniziare il regno di Simona Quadarella: l’azzurra, già oro negli 800sl e nei 1500sl, piazza un fantastico tris in rimonta e trova il grande slam nel mezzofondo (400-800-1500: prima italiana a farlo).
L’azzurra parte come un diesel, si affianca all’ungherese Kesely e la supera nella parte finale della gara, chiudendo con un fantastico 4.03.35 e abbattendo il proprio personale: oro per Quadarella, argento per l’ungherese (a 22/100) e bronzo per la britannica Hibbott. Nei 50 sl, invece, arriva il bronzo di Andrea Vergani: il nuotatore milanese (classe 1997!) centra un sorprendente terzo posto, finendo alle spalle dell’inglese Ben Proud (oro con 21”34) e del greco Gkolomeev (bronzo con 21”44). Altra medaglia di bronzo per l’Italia, questa volta però nei 50 rana femminile: Arianna Castiglioni, infatti, è terza dietro alla britannica Clark (30″34) e alla russa Efimova, vincitrice dell’oro con 29″81. Italia a secco in tre finali: i 400mx vanno all’ungherese Verraszto, e rappresentano la finalissima senza azzurri insieme alla staffetta 4×100 mista maschile. La scelta di schierare le riserve in batteria non ha pagato, e l’Italia ha perso una chance di andare a medaglia con un quartetto di tutto rispetto: niente medaglia neanche per le ragazze, che chiudono quarte alle spalle di Russia, Danimarca e Gran Bretagna. Zofkova, Castiglioni e Di Liddo ci avevano portato al secondo posto, ma Federica Pellegrini è calata nei suoi 100sl e ha perso il podio.
Con questi risultati e l’argento di Giulia Gabbrielleschi nella 10km in acque libere (a secco i tuffi), l’Italia si porta a quota 35 medaglie e al terzo posto nel medagliere complessivo alle spalle di Russia e Gran Bretagna: 6 ori, 12 argenti, 17 bronzi al termine della giornata che chiude il programma del nuoto. Da domani, assisteremo solo alle gare dei tuffi e del nuoto di fondo.

NUOTO, EUROPEI GLASGOW 2018: GABBRIELLESCHI SECONDA NELLA 10KM

I tuffi restano a secco, col no contest nel sincro dalla piattaforma (Placidi dà forfait per infortunio, out la coppia in una gara con cinque team iscritti) e il 6° posto di Marsaglia in una gara che vede Tocci mancare la finalissima con un clamoroso zero, ma il nuoto in acque libere continua a regalare medaglie agli azzurri. O meglio, le regala alle ragazze, che festeggiano l’argento di Giulia Gabbrielleschi nella 10km: l’azzurra cede solo alla ”fuggitiva” van Rouwendaal, che ripete la gara di ieri e scappa via sin dall’inizio. L’allieva di Philippe Lucas trionfa col tempo di 1h54’45”7, precedendo Giulia Gabbrielleschi e l’olandese Vermeulen: quarta Rachele Bruni (bronzo nella 5km), ottava una Arianna Bridi che ha avuto problemi col costume.

Gli uomini restano invece a secco, con Matteo Furlan che chiude sesto dopo aver tenuto per qualche minuto il podio: oro all’olandese Ferry Weertman, argento all’ungherese Rasovsky, bronzo al tedesco Muffels, che batte l’azzurro per soli tre secondi. Ottavo un Mario Sanzullo molto deluso, quindicesimo e deludente Simone Ruffini. Domani il nuoto in acque libere concederà un giorno di tregua al bacino di Loch Lomond, poi spazio al Team Event (sabato) e alle 25km (domenica).

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive di nuoto anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube e Google +.

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Nuoto