Tre medaglie per l’Italia, che chiude la terza giornata di gare degli Europei in vasca corta di Glasgow con due ori e un argento: azzurri a quota 11 medaglie, e sempre secondi nel medagliere.

Mondiali nuoto 2019

NUOTO, EUROPEI VASCA CORTA 2019: DUE ORI E UN ARGENTO PER L’ITALIA, ESULTANO PALTRINIERI E PANZIERA

Dopo il doppio podio negli 800sl, l’Italia continua a marciare a passo da record negli Europei di nuoto in vasca corta di Glasgow. Gli azzurri, che stanno cercando di migliorare il record di 17 medaglie (e intanto fanno incetta di finali e piazzamenti), continuano ad avere un’ottima media e portano a casa altri tre podi. L’Italia sale così a quota 11 medaglie: 4 ori, 2 argenti e 5 bronzi, un risultato che ci porta al secondo posto nel medagliere alle spalle della Russia, che ha lo stesso score e cinque ori (5-4-2). Le medaglie odierne arrivano da due protagonisti attesi e da una sorpresa. Oro per Margherita Panziera nei 200 dorso, ma soprattutto la rivincita di Gregorio Paltrinieri nei 1500sl. Il carpigiano domina la gara, interpretandola in maniera diversa: Greg “strappa” in avvio per provare la fuga (senza esito), poi viene ripreso e superato da Romanchuk, ma è solo una fase di studio, perchè ai 700m Paltrinieri fa il decisivo cambio di passo. L’azzurro manda fuori giri Romanchuk, che l’aveva battuto ai Mondiali e chiuderà quarto a 15”, ma soprattutto stacca tutti: Gregorio Paltrinieri si costruisce un margine di due secondi su tutti e, nonostante un calo nel finale (lo sprint non è mai stato il punto forte di Greg), domina i 1500sl. Tempo di 14.17.14 e oro per Paltrinieri, che precede di 1” Christiansen e di 8” il francese Aubry, terzo e sul podio. L’altro oro di giornata arriva da Margherita Panziera, che dopo la delusione dei 100 dorso si riscatta nei 200: grandissima gara dell’azzurra, che domina e ritocca il record italiano, conquistando la vittoria col tempo di 2.01.45 e precedendo la russa Zevina e l’olandese Toussaint.

Le medaglie italiane nel day 3 sono appunto… tre, perchè Ilaria Bianchi conquista uno strepitoso podio nei 200 farfalla: partenza a razzo per l’azzurra, che è in testa a metà gara e riesce a resistere al rientro delle avversarie, conquistando il podio. Oro a Katinka Hosszu, irraggiungibile col suo 2.03.21 e la consueta progressione finale, argento a Bianchi e bronzo a Jakabos. Podio sfiorato per Simone Sabbioni, che nei 100 dorso è medaglia di legno per soli 3/100, col crono di 50.33: vince (domina) Kolesnikov in 49”09, precedendo Diener e Glinta, con l’azzurro quarto e Lorenzo Mora ottavo in 50”61. Piazzamenti anche per Federica Pellegrini e i ragazzi dei 50sl: la Divina è sesta (52”30, due decimi dal record italiano) nei 100sl vinti dalla britannica Anderson davanti alla francese Gastaldello e ad Heemskerk. Per il duo dei 50sl, che hanno visto Deplano uscire in batteria, il sesto posto di Miressi e il settimo di Bocchia: stravince Morozov col crono di 20”40. La già citata Hosszu vince anche i 100mx in 57”36, precedendo Kameneva e Laukkanen: 59”51 e una certa distanza dalle medaglie per il giovane talento Costanza Cocconcelli. Due le finali senza italiani: nei 200mx vittoria per il greco Vazaios (record europeo in 1.50.85) davanti al norvegese Zenimoto e al tedesco Heintz (out in batteria Tarocchi, Ceccon e Razzetti), nella 4x50sl oro ex-aequo per Olanda e Francia, con la Danimarca di bronzo e l’Italia-B out in batteria per 2/100. Era uscita in batteria, dopo uno spareggio, anche Laura Pirovano nei 200 farfalla.

Nelle semifinali con azzurri coinvolti, finalissima raggiunta per Scozzoli (56”81) e Martinenghi (57”08) nei 100 rana e per Carraro e Castiglioni (stessa distanza), che centrano il 2° e 4° tempo chiudendo prima e seconda nella loro semifinale: nella gara maschile record europeo in semi per il bielorusso Shymanovich (55”89), nella femminile out in batteria per la “selezione interna” Benedetta Pilato. Domani l’Italia andrà a caccia di nuove medaglie: occhi puntati sulla rana, ma non solo. 

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive di nuoto anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube.

Marco Corradi
28 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Nuoto