Quest’oggi si è concluso il programma di tuffi e nuoto sincronizzato ai Mondiali di Budapest: andiamo a scoprire i risultati delle gare odierne, con tutti gli occhi puntati su Minisini-Perrupato nel duo misto programma libero!

Minisini-Perrupato

Giorgio Minisini e Mariangela Perrupato in azione ai Mondiali di Kazan

MONDIALI BUDAPEST 2017: PER MINISINI-PERRUPATO NEL DUO MISTO!

Nel duo misto programma tecnico avevamo vinto l’oro con Giorgio Minisini e Manila Flamini per soli 34/1000, battendo la Russia, e per qualche giorno abbiamo sognato il bis nel programma libero, con Minisini-Perrupato in acqua dopo il 2° posto nelle eliminatorie: un bis che invece non è arrivato, dato che la Russia si prende la sua personale vendetta e conquista l’ennesima medaglia d’oro in questa disciplina. La gara conclusiva premia Kalancha e Maltsev, che escono dalla grandeur ingessata degli ex sovietici e propongono un numero spettacolare, veloce e ritmato sulle note di ”Sing sing sing”, chiudendo con 92.6000 punti, ma l’Italia può essere soddisfatta della prova dei nostri ragazzi: Minisini-Perrupato chiudono al 2° posto con 91.1000 punti, migliorandosi di tre decimi rispetto all’eliminatoria. L’esercizio azzurro, con una routine dal tema ”Adamo ed Eva”, è tecnico, veloce e dotato di grande presenza scenica: questo non basta però per convincere i giudici, che penalizzano Mariangela Perrupato e Giorgio Minisini nell’impressione artistica e ci consegnano l’argento (l’Italia scendeva in acqua per ultima). Un passo avanti rispetto al bronzo di Kazan (stavolta il bronzo va agli USA, con Bill May e Kitao Kanako Spendlove), e soprattutto la nona medaglia per l’Italia: col 2° posto di Minisini-Perrupato arriviamo a un oro, tre argenti e cinque bronzi, e in attesa del nuoto, che dovrebbe andare a rimpinguare il bottino azzurro, siamo al 4° posto nel medagliere guidato dalla Cina (9 ori, 9 argenti e 2 bronzi: 20 medaglie totali).

MONDIALI BUDAPEST 2017: ITALIA DI LEGNO NELLA FREE COMBINATION, BERTOCCHI-VERZOTTO SPRECANO UNA CHANCE

Non ci sono stati solo Giorgio Minisini e Mariangela Perrupato nel programma di gare dell’Italia, che vedeva chiudersi i Mondiali di Budapest per tuffi e nuoto sincronizzato. Il day 9 era partito proprio con la gara delle ragazze azzurre, che metteva di fronte l’Italia al libero combinato, la cosiddetta Free Combination: le nostre atlete, con Manila Flamini a capitanare una squadra completata da Callegari, Cavanna, Cerruti, Di Camillo, Deidda, Ferro, Musso, Pezone e Sala, hanno disputato una grande prova, migliorandosi di un punto rispetto alle già ottime eliminatorie. L’Italia chiuse così quarta con 91.6667 punti, sfruttando l’assenza russa, e deve guardare dal basso le tre nazioni a podio: vince la Cina (a lungo sottovalutata perchè schierava una selezione regionale) con 95.6667 davanti a Ucraina e Giappone.

I tuffi, invece, ci regalano una delusione parziale: c’era grande attesa per il sincro misto da 3m, che aveva portato Elena Bertocchi e Maicol Verzotto all’oro europeo di Kiev, e invece ecco arrivare solo un 7° posto. Gli azzurri commettono un leggero errore negli obbligatori, venendo pagati male e sommando 92.40 punti, ma si risollevano coi due tuffi seguenti, portandosi a tre punti dal 3° posto del Canada con una sola serie rimasta: medaglia alla portata dunque, ma ecco che Elena Bertocchi cade nuovamente in errore nello stesso tuffo che le era costato l’eliminazione nella gara individuale. 52.20 punti, 277.35 punti, 7° posto e 20 lunghezze dal bronzo, conquistato dal Canada: la medaglia, già conquistata da Verzotto nel 2015 in tandem con la Cagnotto, era fattibile, ma gli azzurri sprecano un’occasione in una gara che vede due zeri (Brasile e Messico). Vittoria per la Cina davanti alla Gran Bretagna, che schierava Tom Daley, atteso anche dalla finale della piattaforma senza italiani (h. 17): una finale che incorona proprio Daley, che trionfa con 590 punti (e quattro 10 nel tuffo finale) davanti al cinese Chen Aisen (586), mentre l’altro cinese Yang Jian è di bronzo.

MONDIALI BUDAPEST 2017: IL PROGRAMMA DI DOMANI, ECCO IL NUOTO!

Dopo nove giorni dedicati agli altri sport che si trovano sotto l’egida della FINA, domani inizierà il tanto atteso programma del nuoto, con subito dei grandi protagonisti in acqua per i nostri colori. Si parte alle 9.30 con le batterie, che mettono in acqua Gabriele Detti (400sl) e Nicolò Martinenghi (100 rana, con Scozzoli), ma non solo: il programma prevede anche le eliminatorie dei 400sl femminili (Mizzau e Quadarella), dei 50 farfalla maschili (Piero Codia), dei 100 farfalla femminili (Ilaria Bianchi e Silvia di Pietro), dei 200 misti senza azzurre e delle due staffette 4x100sl. Interessante in particolare la 4×100 maschile, che vedrà Filippo Magnini e Luca Dotto fare da chioccia ai giovani talenti Miressi e Vendrame e andare a cerca di un piazzamento di prestigio: al femminile invece la staffetta sarà guidata da Federica Pellegrini e completata da Erika Ferraioli, Silvia Di Pietro e Giorgia Biondani, obiettivo finale. La giornata del nuoto proseguirà alle 17, quando si alterneranno le semifinali (100 rana U, 50 farfalla U, 100 farfalla D, 200 misti D) e le finali dei 400sl maschili-femminili e delle già citate staffette. A spezzare la giornata del nuoto, il Settebello: gli azzurri della pallanuoto sfideranno il Kazakistan negli ottavi alle ore 15: ci sono dei quarti da raggiungere, con la Croazia che ci aspetta.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive di nuoto anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube e Google +.

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Nuoto