Ai Mondiali di scherma 2017, in scena a Lipsia, si conclude la quarta giornata: Paolo Pizzo è oro nella spada maschile individuale, Irene Vecchi è bronzo nella sciabola femminile individuale.

Paolo Pizzo, concentrato per la finale mondiale (fonte: pagina Facebook ufficiale della Federscherma)

LIPSIA 2017: LA QUARTA GIORNATA DEI MONDIALI DI SCHERMA

I Campionati del Mondo di scherma 2017, in scena a Lipsia, Germania, continuano. Dopo la prima e la seconda giornata, dedicate alle qualificazioni, e la giornata di ieri, condita dall’argento della Volpi e dal bronzo della Errigo, la quarta giornata ha in programma le gare valevoli per l’assegnazione delle medaglie nella sciabola femminile e nella spada maschile.

A rappresentare l’Italia: le sciabolatrici Martina Criscio, Rossella Gregorio, Loreta Gulotta ed Irene Vecchi; per gli spadisti, in pedana Andrea Santarelli, Marco Fichera, Enrico Garozzo e Paolo Pizzo.

SPADA, MASCHILE: L’ORO DI PAOLO PIZZO

Si tinge di oro, finalmente, il mondiale dell’Italia: il podio più ambito non tarda certo ad arrivare. Paolo Pizzo è medaglia d’oro nella spada maschile individuale. Il catanese s’è imposto 15-13 in una finale combattuta, punto a punto, contro l’estone Nikolai Novosjolov. “Non riesco ancora a crederci! Ho lavorato tantissimo per questo sogno ed ho fatto mille sacrifici: adesso sono qui e voglio godermi ogni istante”. Così ha commentato al termine l’azzurro, dopo un percorso di tutto rispetto, che lo ha visto sconfiggere, all’esordio, all’ultima stoccata, il russo Nikita Glazkov, ed in seguito Pavel Sukhov, Bas Verwijlen, Jean Marie Lucenay e Richard Schmidt. “A Catania avevo al mio fianco il maestro Oleg Pouzanov – ha continuato lo spadista dell’Aeronautica Militare – Lui oggi mi ha guidato dal cielo: la spada era come se toccasse da sola. Grazie a chi ha fatto le sue veci, ma il mio pensiero è tutto per lui“.

Paolo Pizzo, due volte iridato, entra dunque nella storia della spada italiana, centrando un’impresa che fin’ora era riuscita solo a Rossella Fiamingo e ad una leggenda dello spessore di Edoardo Mangiarotti.

Fermi agli ottavi, invece, Enrico Garozzo e Marco Fichera. Il primo, eliminato 15-11 dal francese Jean Michel Lucenay, dopo i successi contro il brasiliano Fabrizio Lazaroto, 15-5, e contro lo spagnolo Yulen Pereira, 15-9. Il secondo, vincente 15-4 al primo turno contro l’egiziano Mahmoud Mohsen, e 15-8 contro l’estone Sten Priinits, sconfitto 15-13 dal francese Daniel Jerent. Quest’ultimo, artefice dell’eliminazione anche di Andrea Santarelli, 15-9, nei 16esimi, dopo l’esordio vincente dell’azzurro, 15-7, contro il marocchino Houssam Elkord.

SCIABOLA, FEMMINILE: IL BRONZO DI IRENE VECCHI

Ha di che esultare anche Irene Vecchi, all’Arena Liepzig. La livornese, classe ’89, è medaglia di bronzo nella sciabola femminile. L’azzurra, dopo aver superato la britannica Aliya Itkowitz, 15-8, la russa Valeriya Bolshakova, 15-6, e la transalpina Sara Balzer, a tavolino, a causa d’un infortunio occorsole sul punteggio di 9-6 in favore dell’italiana, ha poi eliminato la padrona di casa Anne Limbach, 15-11, volando in semifinale. Qui la Vecchi ha dovuto soccombere, all’ultima stoccata, ad Azza Besbes: la tunisina, in svantaggio 8-0, ha rimontato, prima fino al 9-7, poi fino al 14-14, vincendo all’ultima stoccata e relegando l’azzurro al gradino più basso del podio. L’Ucraina Olga Kharlan è oro, la Basbes argento, e a condividere il gradino più basso con Irene c’è Cecilia Berder.

Esce agli ottavi Rossella Gregorio. La sciabolatrice campana, che dapprima aveva superato la polacca Martyna Komisarczyk, 15-11, e poi la connazionale di quest’ultima, Marta Puda, 15-9, si è dovuta arrendere all’ucraina Olga Kharlan, autrice d’un roboante 15-1.

Stop ai 32esimi, invece, sia per Martina Criscio che per Loreta Gulotta. La prima, dopo l’esordio vincente nel primo Mondiale in carriera, 15-7 sulla cinese Ying Fu, è stata sconfitta, all’ultima stoccata, dalla venezuelana Alejandra Benitez. Così Loreta, eliminata 15-14 dalla sudcoreana Yoon, dopo il 15-11 vincente contro l’argentina Perez Maurice.

Loreta Gulotta sulla pedana di Lipsia 2017 (fonte: pagina Facebook ufficiale della Federscherma)

LIPSIA 2017: IL CALENDARIO DI DOMANI

Il calendario dei Mondiali di scherma 2017 ha in programma, per la quinta giornata di domani, le gare valevoli per l’assegnazione delle medaglie e dei titoli iridati nella spada femminile individuale (i primi turni si terranno dalle 8:30; semifinali e finali dalle 18:00) e nel fioretto maschile individuale (dalle 9:40 e dalle 18:40).

A rappresentare la delegazione italiana ci saranno, per le spadiste, Alberta Santuccio, Rossella Fiamingo, Giulia Rizzi e Mara Navarria; per i fiorettisti, Giorgio Avola, Andrea Cassarà, Alessio Foconi e Daniele Garozzo.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di scherma e sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube e Google +.

Niki Figus
Giornalista pubblicista. Naufrago del mare che sta tra il dire e il fare. Un libro, punk-rock, wrestling, carta e penna.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Scherma