Nel giorno del suo 43° compleanno, ripercorriamo la carriera di Chiara Cainero, la prima medaglia d’oro olimpica del tiro a volo femminile azzurro.

Chiara Cainero
Chiara Cainero (FONTE: https://sport660.wordpress.com/)

ALL’ITALIA MANCA L’ORO

Valentina Turisini. Deborah Gelisio. Edith Gufler. Cos’hanno in comune queste straordinarie atlete azzurre? Semplice. La medaglia d’argento olimpica nel tiro a volo femminile. Gufler fu la prima, conquistandola nel fucile 10 metri a Los Angeles 1984. Poi si vola dall’altra parte del mondo, letteralmente, in Australia, con il 2° posto di Gelisio nella doppia fossa olimpica a Sidney 2000. Ultima, ma solo in ordine tempo, Turisini nei 50 metri 3 posizioni alle Olimpiadi di Atene 2004.

Al mondo del tiro a volo azzurro, manca una medaglia, la più importante, la più brillante di tutte: l’oro. E l’occasione per arrivare a centrare il titolo olimpico non tarderà certo ad arrivare. Giochi Olimpici di Pechino 2008. Il destino è nelle mani di Chiara Cainero.

Cainero nasce ad Udine, il 24 marzo 1978. Sin dalla gioventù, dopo aver provato altri sport come la pallavolo ed il pattinaggio a rotelle, inizierà a dedicarsi al tiro al volo, nella specialità dello skeet.

La classe ed il talento si fanno immediatamente notare. Nel 2001, vincerà subito una medaglia di bronzo alla tappa di Doha (QAT) della Coppa del Mondo. L’anno dopo sarà argento ai Mondiali di Nicosia (CYP), qualificandosi per prima alle Olimpiadi di Atene dove arriverà 4^. Tra il 2005 ed il 2007, andrà a podio in ogni competizione iridata e continentale a cui partecipò, sia nello skeet individuale che in quello a squadre. Podi suggellati da una medaglia d’oro mondiale e ben 4 medaglie d’oro europee.

Già nel 2008, al palmarès di Chiara Cainero mancava solo la medaglia d’oro olimpica. In soli sette anni, aveva conquistato tutto. Mancava la ciliegina sulla torta. Come per il mondo olimpico del tiro a volo femminile, c’era solo il gradino più alto del podio da andarsi a prendere. Due destini che hanno deciso di incontrarsi in quel di Pechino (CHN), per i Giochi Olimpici del 2008.

PECHINO 2008: LA PRIMA MEDAGLIA D’ORO OLIMPICA DEL TIRO A VOLO FEMMINILE AZZURRO

Il palcoscenico è quello del poligono di tiro Bejing Shooting Range Clay Target Field e Cainero è tra le protagoniste attese della specialità dello skeet. Non è la favorita assoluta però. I favori del pronostico sono dalla parte di Diana Igaly, ungherese campionessa in carica, Zemfira Meftahatdinova, che compete per l’Azerbaijan, Elena Little, britannica, Christine Brinker, tedesca, e la slovacca Danka Bartekova. Le ultime tre, in particolare, sono le detentrici del record del mondo nelle sessioni di qualificazione, con 74 colpi su 75 disponibili.

La competizione parte e Cainero conclude il primo giro senza alcun errore. Nel secondo turno, l’azzurra mette a referto tre errori, chiudendo comunque il turno preliminare in testa alla classifica, con 72 colpi, portandosi a casa anche il record olimpico ed accedendo alla finale.

La gara finale è appassionante come non mai. Cainero comincia male, sbagliando subito un piattello. Ne colpisce un altro ma era difettato. Bisogna tirare di nuovo. Errore, ancora. Le avversarie rimontano e superano l’azzurra, sotto la forte pioggia battente. Uno scenario quasi cinematografico.

Cainero non ci sta, si riprende e mette a segno ventuno piattelli, concludendo con 93 colpi e conquistando lo spareggio con Rhode e Brinker. Non si può tremare. L’occasione della carriera, della vita, la sta aspettando. Cainero è infallibile. Due piattelli colpiti su due. Rhode e Brinker ne sbagliano uno a testa. Chiara Cainero è campionessa olimpica nello skeet. Chiara Cainero è la prima medaglia d’oro olimpica nella storia del tiro a volo femminile. La storia fu scritta quel giorno.

Cainero continuerà a vincere medaglie nel corso degli anni. Alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016 sarà medaglia d’argento, sempre nello skeet. A chi è andato quell’oro? A colei che vinse la sua prima medaglia assoluta nello skeet individuale, Diana Bacosi, attuale campionessa olimpica in carica. Un’altra gloriosa pagina del tiro a volo femminile azzurro nel mondo olimpico che, in questo secolo, sembra destinata ad essere accompagnata da altre grandi imprese, firmate Italia.

Ma questa… Questa è un’altra storia.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie degli sport invernali anche sui nostri social: Facebook, TwitterInstagram e YouTube.

mm
Gabriele Stragapede, 24 anni. Laureato nella facoltà CIM (Comunicazione, Innovazione e Multimedialità) dell'Università di Pavia. Aspirante giornalista sportivo ed attualmente editore per Azzurri di Gloria. Appassionato di calcio e di wrestling, scrive di tutto, un po'.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *