Dopo il 6° posto a Rio 2016, Manfredi Rizza si prende una strepitosa rivincita olimpica: l’azzurro del kayak, 30 anni, è argento nel K1 200, la disciplina più imprevedibile del programma a cinque cerchi. Una disciplina che, inspiegabilmente, non verrà confermata a Parigi 2024.

OLIMPIADI TOKYO 2020, KAYAK: ARGENTO PER MANFREDI RIZZA NEL K1 200!

Un sogno realizzato, un sogno partito da Pavia e dalla Canottieri Ticino, e proseguito sotto le vestigia dell’Aeronautica Militare. Manfredi Rizza, amico della redazione di Azzurri di Gloria, corona l’impresa che vale una carriera e conquista la medaglia d’argento nel K1 200 alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Una medaglia che avrà un sapore particolare: questa disciplina, infatti, vive la sua last dance in Giappone e verrà abolita a partire dalle Olimpiadi di Parigi 2024. Manfredi, argento ai Giochi del Mediterraneo di Mersin 2013 e alle Universiadi di Kazan nello stesso anno, aveva già debuttato nei Giochi nel 2016 chiudendo al 6° posto e venendo forse danneggiato dalla tensione del debutto a cinque cerchi.

Ora, a trent’anni e da veterano della squadra del kayak, eccolo a Tokyo 2020 con grandi velleità e ambizioni. Le batterie sono una passeggiata: serie dominata e agevole qualificazione in semifinale. Una semifinale che lo vede faticare nella parte centrale e preservare qualche energia nel finale, visto che la top-4 era praticamente garantita: Manfredi chiude secondo, e due ore dopo si gioca la finalissima a otto con grandi ambizioni. Una finale che regala a Rizza un risultato strepitoso. L’azzurro effettua una partenza-sprint, controlla nella prima parte di gara e poi libera tutta la sua potenza di fuoco nel finale: il suo ritmo sale, sale e sale ancora e lo porta sulla linea dei migliori, in un clamoroso photofinish a quattro. L’oro va all’ungherese Sandor Totka in 35”025, ma il nostro Manfredi Rizza è argento per soli 55 millesimi col tempo di 35”080 e si toglie una soddisfazione enorme: argento olimpico, davanti al campione uscente e leggenda della specialità Heath. Manfredi, o come lo chiamano tutti Mampe, può esultare.

Ed è una medaglia che ci emoziona: Manfredi Rizza ci aveva raccontato le emozioni del suo debutto, era stato ospite a “Minuti di Gloria” ed è una fiera conoscenza di buona parte della nostra redazione. Oggi, uno di noi è sul podio delle Olimpiadi di Tokyo 2020. E l’Italia sale a 32 medaglie: sei ori, dieci argenti, sedici bronzi.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive sulla canoa anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube.

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Canoa