Dopo il 6° posto a Rio 2016, Manfredi Rizza si prende una strepitosa rivincita olimpica: l’azzurro del kayak, 30 anni, è argento nel K1 200, la disciplina più imprevedibile del programma a cinque cerchi. Una disciplina che, inspiegabilmente, non verrà confermata a Parigi 2024.

OLIMPIADI TOKYO 2020, KAYAK: ARGENTO PER MANFREDI RIZZA NEL K1 200!

Un sogno realizzato, un sogno partito da Pavia e dalla Canottieri Ticino, e proseguito sotto le vestigia dell’Aeronautica Militare. Manfredi Rizza, amico della redazione di Azzurri di Gloria, corona l’impresa che vale una carriera e conquista la medaglia d’argento nel K1 200 alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Una medaglia che avrà un sapore particolare: questa disciplina, infatti, vive la sua last dance in Giappone e verrà abolita a partire dalle Olimpiadi di Parigi 2024. Manfredi, argento ai Giochi del Mediterraneo di Mersin 2013 e alle Universiadi di Kazan nello stesso anno, aveva già debuttato nei Giochi nel 2016 chiudendo al 6° posto e venendo forse danneggiato dalla tensione del debutto a cinque cerchi.

Ora, a trent’anni e da veterano della squadra del kayak, eccolo a Tokyo 2020 con grandi velleità e ambizioni. Le batterie sono una passeggiata: serie dominata e agevole qualificazione in semifinale. Una semifinale che lo vede faticare nella parte centrale e preservare qualche energia nel finale, visto che la top-4 era praticamente garantita: Manfredi chiude secondo, e due ore dopo si gioca la finalissima a otto con grandi ambizioni. Una finale che regala a Rizza un risultato strepitoso. L’azzurro effettua una partenza-sprint, controlla nella prima parte di gara e poi libera tutta la sua potenza di fuoco nel finale: il suo ritmo sale, sale e sale ancora e lo porta sulla linea dei migliori, in un clamoroso photofinish a quattro. L’oro va all’ungherese Sandor Totka in 35”025, ma il nostro Manfredi Rizza è argento per soli 55 millesimi col tempo di 35”080 e si toglie una soddisfazione enorme: argento olimpico, davanti al campione uscente e leggenda della specialità Heath. Manfredi, o come lo chiamano tutti Mampe, può esultare.

Ed è una medaglia che ci emoziona: Manfredi Rizza ci aveva raccontato le emozioni del suo debutto, era stato ospite a “Minuti di Gloria” ed è una fiera conoscenza di buona parte della nostra redazione. Oggi, uno di noi è sul podio delle Olimpiadi di Tokyo 2020. E l’Italia sale a 32 medaglie: sei ori, dieci argenti, sedici bronzi.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive sulla canoa anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube.

Marco Corradi
31 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Collaboro con AlaNews e l'Interista

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Canoa