Arriva l’ottava gioia per l’Italia nei Mondiali di ciclismo su pista in corso a Roubaix: Elia Viviani è bronzo nell’Omnium. Sfortunate Paternoster e Barbieri, che chiudono quarte nella madison.

CICLISMO SU PISTA, MONDIALI 2021: BRONZO PER VIVIANI NELL’OMNIUM

Ottava medaglia per l’Italia, che continua a sorridere nei Mondiali di ciclismo su pista in corso nello storico velodromo di Roubaix. La porta a casa Elia Viviani, che conferma il bronzo nell’Omnium ottenuto in rimonta a Tokyo, con un pizzico di rammarico, perchè con una gestione diversa della corsa avrebbe potuto conquistare un meritato argento. Manca Walls, manca Benjamin Thomas che si è concentrato su altre gare, ma c’è di fronte un mostruoso Ethan Hayter. Il britannico e corridore dell’INEOS domina scratch e Tempo Race, chiude 4° nell’eliminazione e poi vince 3/4 degli sprint nella corsa a punti conclusiva, concedendosi anche due attacchi per prendere il giro e dimostrare ulteriormente il suo dominio. Oro ad Hayter con 180pti, mentre l’argento va all’australiano Gate (124) e il bronzo a Viviani con 121pti. L’azzurro ha disputato un grande scratch, chiudendo terzo, e si è difeso nel suo tallone d’Achille, la Tempo Race, chiudendo 8°: come a Tokyo, la sua rimonta sarebbe potuta iniziare dall’eliminazione, dov’è un maestro nella gestione della corsa, ma si è fatto beffare e chiudere all’interno, terminando così in 9a posizione. Viviani partiva nell’ultima prova con 86pti e un distacco di 12 lunghezze dal podio, azzerato con un’ottima interpretazione della corsa: Elia ha guadagnato il giro ed è rientrato in gioco, sommando a questo alcuni punticini negli sprint iniziali. E poi, seguendo l’attacco dei rivali, ha conquistato la volata a punteggio doppio e 10pti fondamentali per podio: bronzo azzurro e ottava medaglia, anche se la leadership nel medagliere ci viene soffiata dalla Germania. Italia sfortunata, perchè la seconda medaglia sfuma per un soffio: Paternoster e Barbieri dominano gli ultimi due sprint nella madison femminile, ma chiudono al 4° posto con 23pti. Oro all’Olanda con Wild e Pieters (35), argento Francia (30) e bronzo Gran Bretagna (24): il terzo posto dunque sfuma per un punto, e per il quarto posto delle britanniche nella volata conclusiva.

CICLISMO SU PISTA, MONDIALI 2021: DOMINA LA GERMANIA

Nelle altre gare odierne, eccezion fatta per una sprint maschile che vivrà domani semifinale e finale e rischia il bis olandese, domina la Germania. La tedesca Friedrich vince i 500m col tempo di 33”057, precedendo le russe Voinova e Shmeleva: 5a Miriam Vece, col crono di 33”300, peggiorando il bronzo di un anno fa. Dominio assoluto della Germania, invece, nell’inseguimento individuale femminile: le recordman e campionesse del mondo fanno tre su tre e monopolizzano il podio. Oro a Lisa Brennauer, col crono di 3’18”258 e quasi tre secondi sulla 23enne Brausse: bronzo, invece, per la terza esponente teutonica Kroeger. Un bronzo che arriva dopo una finale dominata contro la nostra Martina Alzini, ripresa ai 2.500m e senza appello. Per l’Italia, dunque, un bronzo e due quarti posti: nel medagliere svetta la Germania (5 O, 2 A, 3 B), ma gli azzurri restano in terza posizione con tre ori, due argenti e tre bronzi alle spalle dei tedeschi e dell’Olanda (4 O, 2 A, 1 B).

CICLISMO, MONDIALI SU PISTA: ITALIA DERUBATA A ROUBAIX

Spesso, in alcuni sport, si dipingono sconfitte come furti operati dagli avversari. Molto spesso, senza alcun fondamento o evidenza. L’Italia un furto, a Roubaix, l’ha subito realmente. E non parliamo di furto sportivo, ma di un reale furto. Nella notte tra venerdì e sabato, infatti, la spedizione azzurra ha scoperto il furto delle biciclette del gruppo degli inseguitori e dei velocisti: in tutto, parliamo di venti mezzi, di cui 15 da pista. Tra queste, le bici con cui Ganna e i suoi compagni d’avventura hanno vinto l’oro a Tokyo e ai Mondiali. Un furto ignobile, per di più avvenuto su mezzi unici e dunque invendibili su qualsiasi mercato. L’Italia ha vissuto un brutto risveglio, che di sicuro non verrà mitigato dal bronzo di Viviani e dalle buone prestazioni odierne. 

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive di ciclismo anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube.

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *