Grande trionfo della nazionale italiana agli Europei di nuoto paralimpico a Funchal. 80 volte sul podio per gli azzurri, che andranno a caccia del medagliere anche a Tokyo dopo aver trionfato sia agli ultimi Mondiali che, appunto, agli Europei.

La nazionale azzurra di nuoto paralimpico (foto FB FINP)

EUROPEI NUOTO PARALIMPICO: SUPER ITALIA IN PORTOGALLO

Campioni del Mondo nel 2019, Campioni d’Europa nel 2021: se non fosse questo l’anno a cinque cerchi, la stagione del nuoto paralimpico sarebbe già soddisfacente. Si sono chiusi infatti nei giorni scorsi i Campionati Europei di nuoto paralimpico a Funchal, in Portogallo, e come di consueto l’Italia ha fatto incetta di medaglie. Sono ben 80 i podi conquistati dagli azzurri, frutto di 34 medaglie d’oro, 26 medaglie d’argento e 20 medaglie bronzo. Un numero impressionante di risultati per la nazionale azzurra, vincitrice del medagliere europeo dopo aver già trionfato ai mondiali di Londra nel 2019. Adesso occhi puntati su Tokyo 2020, dove l’Italia vorrà essere nuovamente protagonista.

Una chiusura degna di un grande Europeo. Eccezionali atleti, prestazioni fantastiche, uno staff che ci invidia il mondo intero, una Federazione che ha voluto fortemente partecipare a questo evento continentale – dice il DT Riccardo Vernole ai microfoni della FINP subito dopo l’assegnazione del Titolo Europeo Open – Le ultime due gare, le staffette 4×100 stile libero femminile e maschile, sono state decisive per il sorpasso alla potenza Ucraina, e rappresentano lo spirito di squadra che ha espresso tutta la Delegazione presente a Funchal nei sette giorni di gare”.

Sugli scudi Giulia Terzi, vincitrice di cinque medaglie d’oro e di un bronzo; Monica Boggioni con quattro ori, un argento e un bronzo; Simone Barlaam (quattro ori, un argento e un bronzo) e Francesco Bocciardo, quattro volte sul gradino più alto del podio e vincitore anche di un argento. Ma tutti gli atleti azzurri hanno dato spettacolo nella settimana portoghese, in una piscina che l’Italia vorrà colorare d’azzurro anche nel 2022: infatti è stato da poco ufficializzato che il Complexo di Ponteada sarà sede dei prossimi Mondiali, in programma dal 12 al 18 giugno 2022. Adesso comunque testa a Tokyo, perché come detto ai microfoni della federazione dal presidente FINP Roberto Valori al termine delle gare, “siamo la potenza da battere. Immensi, non trovo un altro aggettivo che possa qualificarvi, siete stati incredibili ragazzi. Grazie per tutte le ottanta medaglie, per le emozioni e quest’energia così esplosiva che emanate. Siete l’orgoglio di questa Nazione. Sono fiero di voi. Grazie al DT Riccardo Vernole e a tutto lo Staff che ha lavorato affinché ne uscisse questo capolavoro di rara bellezza”.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.
Scopri tutte le ultime notizie di nuoto anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagram e YouTube.

Gabriele Burini
Studente di lingue e culture straniere all'Università di Perugia. Volevo fare il calciatore, mi sono dovuto accontentare di raccontare lo sport

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.