Il nuoto in corsia vive le sue prime finali: nessuna medaglia per gli azzurri, che però può sperare nei 100 rana di Nicolò Martinenghi domani. Rivivi il LIVE della nottata di gare, con un Detti deludente e la sorpresa-Hafnaoui.

Nicolò Martinenghi è uno dei nuotatori già qualificati a Tokyo 2021 (Photo Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto)

Dopo le prime batterie, disputate nel pomeriggio italiano, le prime finali per l’Italia del nuoto, che inizia a vivere i momenti decisivi delle sue Olimpiadi. Finali che lasciano l’amaro in bocca, col deludente 6° posto di Gabriele Detti nei 400sl vinti a sorpresa dal 18enne tunisino Hafnaoui, e le ultime posizioni di Alberto Razzetti e Ilaria Cusinato nei 400mx. Una speranza, invece, dalle semi: Nicolò Martinenghi ritocca il suo record italiano, chiude in 58.28 e si qualifica col terzo tempo alle spalle di Peaty e Kamminga. Domani lotterà per il podio nei 100 rana. Rivivi il LIVE della notte.

4.55 – Oro all’Australia col nuovo record del mondo: 3.29.69! Argento al Canada e bronzo agli USA.

4.46 – Ora la finale della 4x100sl femminile, senza Italia. La gara che chiuderà la notte del nuoto.

4.44 – Nella seconda semifinale, Peaty stravince in 57.63 e rifila un secondo ai rivali. Martinenghi passa col terzo tempo. Lo diciamo sottovoce: l’inglese è inarrivabile, ma Kamminga e Martinenghi sembrano superiori al resto del lotto e Nicolò può sognare la medaglia, visto che il quarto qualificato ha chiuso in 58.72, 45/100 più lento del suo record italiano.

4.37 – Grande partenza di Martinenghi, che resta in scia a Kamminga e sfiora la vittoria. 58.19 per l’olandese e 58.28 per Nicolò, che migliora di un centesimo il suo record italiano e ipoteca la finale! 59.91 per Poggio, che è sicuramente out.

4.34 – Tutto pronto per l’ultima gara degli azzurri, le semifinali dei 100 rana: in corsia numero 2 Federico Poggio e in corsia 5 Nicolò Martinenghi, che avranno come grandi rivali Wilby e Kamminga.

4.27 – Italia che dunque resta a secco nelle finali. Detti 6° nei 400sl, Cusinato e Razzetti ultimi nei 400mx. Attendiamo la semifinale di Nicolò Martinenghi e Federico Poggio nei 100 rana, e nel mentre ci godiamo il momento magico del classe 2002 Hafnaoui sul podio: le Olimpiadi sono anche questo, il sogno realizzato e le lacrime di un giovanissimo ragazzo, che ha ottenuto qualcosa di impensabile nei 400sl dalla corsia 8.

4.20 – Oro strepitoso per la giapponese Ohashi, che trionfa in casa col tempo di 4.32.08 calando negli ultimi 50m: argento e bronzo USA con Weyant e Flickinger. Katinka Hosszu, com’era prevedibile, finisce fuori dal podio olimpico: non mancava un podio in un torneo internazionale dal 2013. Mestamente ultima Ilaria Cusinato, tempo di 4.40.65.

4.19 – Fa letteralmente il vuoto la padrona di casa Yui Ohashi nella frazione a rana: quasi due secondi sulla seconda. Ultima Cusinato.

4.15 – In acqua Ilaria Cusinato (corsia 8) nella finale dei 400mx, che potrebbero sancire la fine dell’era di Katinka Hosszu e Mireia Belmonte.

4.03 – Ora qualche minuto di pausa e premiazioni prima della finalissima dei 400mx, che vedrà in gara Ilaria Cusinato.

4.00 – Siamo ancora choccati dalla clamorosa finale di Hafnaoui, secondo tunisino a vincere nel nuoto in vasca dopo Mellouli. E anche dalla controprestazione di Detti, autore di una finale davvero deludente: l’azzurro ha ammesso nel post-gara di non essere assolutamente in condizione, e di aver provato pessime sensazioni in acqua.

3.58 – CLAMOROSO ORO DEL TUNISINO HAFNAOUI! Gara strepitosa dell’atleta africano, classe 2002, che ottiene una vittoria impronosticabile in 3.43.36: argento a McLoughlin, bronzo a Smith: Detti 6° in 3.44.88.

3,57 – Sta reagendo Detti, che si rimette in linea per una possibile lotta per il terzo posto. L’azzurro sta faticando, ma non ha un grande rush finale e potrebbe pagare.

3.56 – Passaggio sotto il record del mondo (di 57/100!) del tunisino Hafnaoui e dell’australiano McLoughlin ai 200m. Detti è in ultima posizione, ora deve cambiare ritmo!

3.55 – Passaggio veloce dell’australiano Winnington e dello statunitense Smith, Detti si gestisce nei primi 100m.

3.52 – Ci siamo, tocca alla finale dei 400sl: Gabriele Detti, in corsia 3, va a caccia di una medaglia. A Rio 2016 fu bronzo alle spalle di Sun Yang e Horton, non presenti qui. Gli sfidanti non mancano: gli australiani McLoughlin e Winnington, l’austriaco Auboeck e il tedesco Muhlleitner.

3.50 – Non ci saranno, dunque, italiane nella finale dei 100 farfalla domani.

3.48 Elena Di Liddo gareggia nella semifinale del fenomeno-Sjostrom. Buona partenza per la pugliese e buonissimo passaggio (26.68), poi il calo e la chiusura al 7° posto in 57.60. Anche lei è out. Vittoria per la cinese Zhang in 55.89, precedendo Sjostrom e McNeil.

3.43 – Italia nuovamente in acqua con le semifinali dei 100 farfalla: Ilaria BIanchi è in corsia 7 e fatica molto. L’azzurra chiude ultima (58.07) nella gara vinta dalla francese Wattel (56.16), ed è già out.

3.38 Oro a Chase Kalisz col crono di 4.09.32, ed è doppietta USA come non accadeva da Phelps e Lochte: argento a Litherland (4.10.28) e bronzo all’australiano Smith (4.10.38). A secco Verraszto che chiude quarto, Razzetti è ultimo.

3.37 – Nulla da fare per Alberto Razzetti, che chiude in 4.11.32 peggiorando il tempo di ieri, con cui sarebbe stato d’argento. Gara rovinata con una bruttissima frazione a dorso: l’azzurro si è disunito e non è riuscito ad accelerare come di consueto negli ultimi 200m. Tutti gli atleti si sono peggiorati di un secondo, troppo ridotto il tempo per recuperare, con le batterie la sera precedente.

3.36 – Scappa via Chase Kalisz, che fa il vuoto, 2”5 sui rivali. Razzetti risale in 7a posizione nella rana.

3.35 – Com’era prevedibile, Razzetti scivola in ultima posizione nello stile che non digerisce: ora dovrà rimontare nella rana e nello stile libero. Tempo di 1” più lento rispetto a ieri nel dorso.

3.34 – Razzetti vira al terzo posto dopo la frazione a delfino: guida il francese Marchand, con 9/100 su Kalisz e 19/100 sull’azzurro. Ora il dorso, dove il nostro atleta perde sempre molto terreno, per poi rimontare nelle ultime due frazioni.

3.33 – Pronta a partire la finale dei 400mx con Alberto Razzetti, che come di consueto gareggerà in progressione nelle ultime due vasche: l’azzurro è in corsia 2.

3.22 – Ricordiamo che l’Italia vivrà anche due semifinali. Alle 3.40 Ilaria Bianchi ed Elena Di Liddo inseguiranno l’atto conclusivo nei 100 farfalla, alle 4.33 invece ecco Nicolò Martinenghi e Federico Poggio a caccia della finale nei 100 rana.

3.15 – Nottata intensa per l’Italia, che vivrà tre finali e ha un’enorme chance di medaglie nei 400sl. Alle 3.30 si inizia coi 400mx maschili, con Alberto Razzetti che si è qualificato col 5° tempo e una splendida progressione. Si prosegue alle 3.52 con l’atteso appuntamento con Gabriele Detti: il bronzo di Rio 2016 non ha impressionato in batteria, ma è da podio nei 400sl e dovrà lottare coi fenomeni australiani e con gli outsider Muhlleitner (Germania) e Auboeck (Austria), i migliori delle serie serali. Ultima finale azzurra alle 4.12, con Ilaria Cusinato impegnata nei 400mx che sanciranno (probabilmente) la fine del dominio di Katinka Hosszu.

3.00 – Dopo le batterie, spazio alle finali e alle prime medaglie per il nuoto in corsia. Tra mezz’ora vivremo i primi momenti decisivi di queste Olimpiadi.

Olimpiadi Tokyo 2020: news, risultati e medagliere aggiornato

News sulle Olimpiadi di Tokyo 2020 tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive anche sui nostri social: FacebookTwitter, Instagram e YouTube.

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Nuoto