Da Luca Lovelli, il nostro inviato alle Olimpiadi

Le dichiarazioni di Gregorio Paltrinieri, nuotatore azzurro bronzo negli 800 stile libero e argento nella maratona 10 Km a Tokyo 2020.

Fonte Foto: pagina Facebook Federazione Italiana Nuoto

Vai via da Tokyo con due medaglie, sicuramente un mese fa non erano preventivabili

“Non erano sicuramente immaginabili, ma sono contento di quello che ho fatto. A ogni gara le sensazioni non erano buone ma ho cercato di fare il mio meglio e sono contento, due medaglie davvero non me le sarei mai immaginate prima”.

Hai un fisico pazzesco, ma possiamo dire che queste sono medaglie ottenute tutte con la testa?

“Assolutamente sì al cento per cento. In questi mesi è stata la testa a tenermi su e a farmi andare avanti, non avendo mai sensazioni troppo positive in acqua ho dovuto cambiare approccio impegnandomi di più anche negli allenamenti, dove però ero sempre stanco e non riuscivo a dare il meglio di me stesso”.

Grazie anche al tuo contributo l’Italia sta facendo una spedizione da record, lo è stata nel nuoto e nelle altre discipline, ti sei emozionato a vedere anche le gare dei tuoi colleghi azzurri?

“Le Olimpiadi sono belle proprio per questo. Hai la possibilità di condividere con tutti i tuoi compagni, sia gioie che dolori. Per il Covid non possiamo andare negli altri stadi a vedere le altre gare, però ovviamente ho seguito tutto, per Gimbo ho ancora la pelle d’oca, senza contare in generale le altre medaglie ottenute nell’atletica e in tutte le altre discipline”.

Immagino ti dovrai trattenere perché ci sarà Stati Uniti-Francia e non potrai andare a vederla, tu per chi tifi? Secondo te chi vincerà?

“Mi spiace ma non posso tifare per la Francia (Scherza). Tiferò sicuramente per gli Stati Uniti e secondo me sarà una partita molto equilibrata. Abbiamo saggiato la forza della Francia anche quando l’abbiamo incontrata noi e spingono molto, però battere gli USA non è semplice, vedremo”.

Ti tocca tenere duro fino a Parigi per andare a vederla, magari tra una gara e l’altra

“Scherzi a parte abbiamo perso una delle cose più belle delle Olimpiadi. Comunque io di gare olimpiache ne farei altre mille, hanno un’adrenalina che nessun’altra gara ti può dare”.

ADG: Vista la condizione in cui hai dovuto gareggiare quest’anno, l’idea di Parigi potrebbe darti un’idea di riscatto per portarti oltre i grandi risultati già ottenuti qui a Tokyo?

“Non ho in testa quest’ottica ancora, ma sono tre anni e ora voglio procedere step by step. L’anno prossimo ci saranno gare importanti come i Mondiali e gli Europei a Roma, e sarà la mia prima volta in una gara internazionale in casa. Le Olimpiadi in generale hanno qualcosa in più, quindi comunque spero di arrivare pronto a Parigi”.

OLIMPIADI TOKYO 2020: NEWS, RISULTATI E MEDAGLIERE AGGIORNATO

News sulle Olimpiadi di Tokyo 2020 tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive anche sui nostri social: FacebookTwitter, Instagram e YouTube.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Nuoto