Ufficiale il dossier per la candidatura di Milano-Cortina per le Olimpiadi Invernali 2026. Presentato al CIO, prevede il coinvolgimento di sei macroaree.

Logo Milano-Cortina 2026
Logo Milano-Cortina 2026 (FONTE: https://www.milanocortina2026.coni.it/images)

Il dossier ufficiale

Il dossier della candidatura italiana per le Olimpiadi Invernali del 2026 è stato presentato al CIO ed è stato ufficializzato, insieme a quello dell’unica concorrente rimasta, Stoccolma. All’interno dello stesso, il programma prevede il coinvolgimento delle sei seguenti macroaree: Milano, dove verranno effettuate le gare di pattinaggio di figura, short-track ed hockey; Cortina, dove si terrà lo sci alpino femminile, curling, bob, skeleton e slittino; Bormio-Livigno, con sci alpino maschile, snowboard, freestyle; Anterselva, che sarà la casa del biathlon; Val di Fiemme, dove gareggeranno gli atleti di combinata, salto e sci di fondo; e Baselga di Pinè, che farà da sfondo ai tracciati di speed-skating. Il dossier specifica come la Cerimonia di Apertura si svolgerà allo stadio Giuseppe Meazza, in San Siro e sarà l’impianto ufficiale per tutti gli eventi non competitivi, mentre la Cerimonia di Chiusura si terrà presso l’Arena di Verona. Un’altra importantissima notizia è stata rilasciata: a partire dal 2023, Milano dovrebbe avere a disposizione ben due nuovi palasport. Il PalaItalia che verrà costruito in zona Santa Giulia ed avrà una capienza di 15.000 posti. Si tratta di un impianto che costerà 69,5 milioni di euro. Il secondo nuovo impianto sarà la Hockey Arena, ospitante 7.000 spettatori, in zona Lampugnano, ed avrà un costo di 7,8 milioni di euro, investiti da parte di un privato dal nome top secret. Questi due nuovi poli sportivi si aggiungeranno al già presente Forum di Assago, già pronto per le discipline di pattinaggio con i suoi 12.000 posti a sedere.

Gli altri dettagli per Milano-Cortina 2026

Il dossier spiega, inoltre, come verranno istituiti altri due spazi per gli eventi non competitivi. Tutti gli atleti in gara a Milano verranno ospitati nel nuovo villaggio olimpico, che verrà realizzato all’ex Scalo Romana e costerà ben 99 milioni di euro. Il lavoro sarà terminato, in previsione, circa otto mesi prima dell’inizio della manifestazione olimpica. Il secondo spazio previsto è il media centre per tutti i giornalisti. La costruzione sarà effettuata presso il polo fieristico di Rho. Tutti i propositi, per l’assegnazione delle Olimpiadi Invernali 2026 a Milano, sono sicuramente buoni, e tutta l’Italia si augura che la fiamma olimpica torni ad accendersi nel nostro paese.

OLIMPIADI INVERNALI: ULTIME NEWS E RISULTATI

News sulle Olimpiadi invernali tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube e Google +.

mm
Gabriele Stragapede, 24 anni. Laureato nella facoltà CIM (Comunicazione, Innovazione e Multimedialità) dell'Università di Pavia. Aspirante giornalista sportivo ed attualmente editore per Azzurri di Gloria. Appassionato di calcio e di wrestling, scrive di tutto, un po'.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *