Si sono concluse le semifinali scudetto della Superlega maschile di volley con gara 5 che ha visto trionfare Perugia e Civitanova.

FONTE: legavolley.it

LA FINALE SARÀ PERUGIA – CIVITANOVA, ANCORA UNA VOLTA

Perugia e Civitanova vincono gara-5 delle semifinali scudetto di Superlega maschile di volley sconfiggendo rispettivamente Modena e Trento. La finale sarà, ancora una volta, una questione tra Block Devils e Cucinieri. Con i ragazzi di Blengini che potranno così difendere il titolo e andare alla ricerca del settimo scudetto, il terzo consecutivo. Mentre i ragazzi di coach Grbic cercheranno di bissare il successo del 2018 (sempre contro la Lube) cercando di vendicare gli ultimi due assalti del 2019 e del 2021.

PERUGIA – MODENA 3-1 (19-25; 25-20; 27-25; 25-15)

La gara decisiva della semifinale scudetto tra Perugia e Modena se la aggiudicano i Block Devils riuscendo a far festa di fronte al pubblico amico. A Modena il merito di aver trascinato la serie alla “bella di spareggio”. Modena parte forte e si aggiudica nettamente il primo set. Colpiti nell’orgoglio gli umbri pareggiano la contesa nel secondo parziale. Il terzo set è una battaglia punto a punto con i Block Devils che riescono a rimanere più lucidi nel momento decisivo del parziale. Il quarto set è a senso unico per Perugia che riesce così ad aggiudicarsi partita e a portare la serie sul 3-2 e conquistare la finale scudetto.

A trascinare gli umbri ci pensa Anderson (20 marcature per lui), 19 punti a testa per Leon (6 aces) e Rychlicki (3 muri). A Modena non bastano i 18 punti di Nimir e i 15 di Ngapeth, da segnalare anche le 11 marcature di Stankovic.

PERUGIA – TRENTO 3-2 (27-29; 25-21; 21-25; 25-15; 15-11)

Davanti al proprio pubblico Civitanova completa la rimonta che le vale la finale scudetto. Sotto 2-0 nella serie i ragazzi di coach Blengini sono riusciti a risalire la china fino a gara 5. Pronti via un primo set al cardiopalmo con Trento che riesce ad aggiudicarselo ai vantaggi. La Lube non ci sta e pareggia subito riuscendo ad accelerare nella parte decisiva. Nel terzo parziale i dolomitici restituiscono il favore e si riportano in vantaggio. Ancora una volta con le spalle al muro i Campioni d’Italia in carica non si arrendono e schiacciano sull’acceleratore e riescono nella clamorosa impresa di vincere quarto e quinto set raggiungendo così la finale.

A trascinare i cucinieri ci ha pensato Simon che oltre ai 20 punti ha totalizzato 4 aces e 5 muri (tra cui quello che ha chiuso la contesa). Ottima prova anche di Lucarelli (18 punti), Yant (16 marcature), 12 punti tra quarto set e tie-break per Gabi Garcia. Si ferma a 9 punti, in tre parziali, la partita di Zaytsev. In casa Trento non bastano i 22 punti di Kaziyski, i 19 di Lisinac (conditi da 6 muri) e gli 11 di un Michieletto un po’ sottotono come Lavia (solo 3 punti per lui).

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive di pallavolo anche sui nostri social: Facebook, Twitter, Instagram e YouTube.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Pallavolo