Scherma, Coppa del Mondo 2021. Le azzurre della sciabola conquistano il secondo posto nella tappa di Budapest, primo appuntamento dopo la lunga pausa dovuta alla situazione pandemica.

Le azzurre festeggiano il secondo posto ottenuto nella prova di Budapest, che segna il ritorno in pedana dell’ItalSciabola (fonte: Augusto Bizzi Team – FederScherma)

Sciabola, Coppa del Mondo 2021: azzurre seconde al ritorno in pedana a Budapest 

Primo acuto dell’Italia al ritorno in pedana. Nella tappa di Budapest, che segna il ritorno della Coppa del Mondo di sciabola 2021 dopo una pausa lunga un anno, le azzurre hanno conquistato il secondo posto nella gara a squadre

Il quartetto composto da Rossella Gregorio, Irene Vecchi, Martina Criscio e Michela Battiston, dopo un agevole debutto agli ottavi, 45-26 contro l’Azerbaijan, ha conquistato la finale eliminando le padrone di casa dell’Ungheria, 45-39 ai quarti, e dunque le temibili francesi. Una semifinale, quella con le transalpine, che ha visto l’Italia inseguire fino all’ultima frazione, dove Gregorio si è imposta con un perentorio 8-3 sulla sciabolatrice della Francia Sara Balzer, per il definitivo 45-39. Nell’ultima gara del tabellone, le azzurre sono state fermate dalla Polonia, che si è assicurata il successo all’ultima stoccata, 45-44. Il risultato ottenuto sulla pedane magiare permette dunque all’ItalSciabola femminile, già qualificata alle Olimpiadi di Tokyo 2020, di chiudere al secondo posto del ranking mondiale

Nell’altra gara a squadre, la prova al maschile, tenutasi ieri, domenica 14 marzo, l’Italia ha chiuso al settimo posto. Luigi Samele, Luca Curatoli, Enrico Berrè e Matteo Neri hanno esordito eliminando l’Ucraina, 45-38 nel turno dei sedici, venendo quindi sconfitti, 45-43, dalla Russia, poi vincitrice della prova. Approdati al tabellone dei piazzamenti, gli azzurri hanno subito un 45-41 dagli Stati Uniti, infliggendo dunque un 45-32 ai portacolori della Francia.

Rossella Gregorio, Irene Vecchi, Michela Battiston e Martina Criscio: le azzurre ItalSciabola seconde a Budapest (fonte: Augusto Bizzi Team – FederScherma)

Azzurri ai piedi del podio nell’individuale di Budapest, prima tappa della Coppa del Mondo di sciabola 2021

Nella gara individuale, tenutasi da giovedì a sabato, l’ItalSciabola ha chiuso ai piedi del podio nella gara al maschile; vinta dal sudcoreano Oh Sanguk, impostosi in finale, all’ultima stoccata, sul beniamino di casa Szilagyi.

I migliori, tra le fila dell’Italia, sono stati Luca Curatoli ed Enrico Berrè, giunti ad un passo dalla semifinale. Il bronzo iridato ai Mondiali del 2019, Curatoli, è stato fermato ai quarti, sul 15-13 dal tedesco Matyas Szabo. In presenza l’azzurro, quarta testa di serie, si era resto protagonista delle eliminazioni del transalpino Baptise Dubarry, 15-13; dell’iraniano Nima Zahedi, 15-7; e del connazionale Matteo Neri, 15-14 nel derby azzurro degli ottavi di finale. Berrè, invece, superati il giapponese Kento Hoshino e il sudcoreano Lee Jonghyun, entrambi per 15-8, quindi il tunisino Fares Ferjani, 15-7, è stato costretto alla resa, sul 15-12, dal georgiano Sandro Bazadze. Stop al turno dei sedici, invece, per Gabriele Foschini. Mentre il turno dei sedici è stato fatale a Dario Cavaliere, Luigi Samele, Giovanni Repetti e Francesco Bonsanto. Out ai preliminari di giovedì 11 marzo Francesco D’Armiento e Riccardo Nuccio.

Luca Curatoli, medaglia di bronzo ai Mondiali di Budapest 2019, al ritorno sulle pedane magiare (fonte: Augusto Bizzi Team – FederScherma)

Protagonista “azzurra” nell’individuale femminile è stata invece la sciabolatrice delle Fiamme Oro Sofia Ciaraglia, che ha concluso al ventunesimo posto in classifica generale. Dopo aver costretto all’eliminazione, nel primo assalto del tabellone principale, la connazionale Irene Vecchi, derby risoltosi all’ultima stoccata, sul 15-14, Ciaraglia è stata sconfitta, col punteggio di 15-10, dalla transalpina Cecilia Berder. Quest’ultima, relegata sul secondo gradino del podio dalla padrona di casa Anna Marton, vincitrice dalla finale per 15-9.

Out nel turno delle sessantaquattro, oltre che per Vecchi, anche le sciabolatrici italiane Rossella Gregorio e Michela Battiston. Costrette a fermarsi negli assalti del tabellone preliminare, nella giornata dedicata alle qualificazioni, venerdì 12, invece, Benedetta Baldini, Lucia Lucarini, Giulia Arpino, Martina CriscioEloisa Passaro, Chiara Mormile, Claudia Rotil e Rebecca Gargano.

Sofia Ciaraglia: la migliore tra le azzurre nella sciabola femminile individuale (fonte: Augusto Bizzi Team – FederScherma)

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di scherma e sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube.

Niki Figus
Studente universitario. Naufrago del mare che sta tra il dire e il fare. Un libro, punk-rock, wrestling, carta e penna.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Scherma