Una nuova giornata da sogno per l’Italia nelle Paralimpiadi di Tokyo 2020, che conquista un oro nel ciclismo e tantissime medaglie, arrivando a quota 58 podi: eguagliato il record di Seul 1988!

CICLISMO: ORO NELLA STAFFETTA H1-5!

Il grande risultato dell’Italia arriva dal paraciclismo e dall’handbike, dove gli azzurri conquistano una strepitosa medaglia d’oro nella staffetta H1-5. Si tratta dell’unico oro di una giornata che porta l’Italia a 58 podi, eguagliando il record di Seul 1988: 13 ori, 25 argenti, 20 bronzi che valgono l’8° posto nel medagliere. Prova di squadra formidabile di Paolo Cecchetto, Luca Mazzone e Diego Colombari, sempre leader e sempre in testa a una gara assolutamente dominata con costanza e grande ritmo. Oro italiano in 52’32” con dedica ad Alex Zanardi, argento alla Francia e bronzo agli USA.

7a posizione invece per Giorgio Farroni nella prova su squadra della classe T1-2. L’azzurro chiude in 7a posizione, lontanissimo dai piazzamenti per le medaglie e quasi mai in gara per il podio: oro al cinese Chen, argento al belga Celen e bronzo al colombiano Betancourt. 4° posto con qualche rammarico, invece, per Fabio Anobile dopo il bronzo di Tokyo 2020: l’azzurro resta nel gruppo di testa della classe C1-3 fino a metà gara, giocandosi il podio con il francese Alexander Leaute, che lo sconfigge nello sprint conclusivo. Oro al britannico Benjamin Watson, argento al connazionale Graham.

NUOTO: ECCO SEI MEDAGLIE, QUATTRO D’ARGENTO

Nuova giornata trionfale per il nuoto. Manca l’oro, ma arrivano ben sei medaglie: quattro d’argento e due di bronzo che portano il totale del nuoto a 35 podi (11 ori, 15 argenti, 9 bronzi), un record pazzesco. Nei 400sl S6, Antonio Fantin conquista l’argento dopo un lungo e prolungato duello col brasiliano Glock: l’azzurro resta sempre dietro, tenta una grande rimonta, ma viene staccato nel finale. Argento anche nei 100 farfalla cat. S9, dove si sfiora il doppio podio: Simone Barlaam chiude alle spalle di Martin, che fa il vuoto e conquista il record mondiale, Morlacchi è quarto per pochi centesimi. Stesso risultato nei 100 dorso S10: Stefano Raimondi è il primo degli umani a due secondi da Krypak, che ritocca il WR, Menciotti quarto per 16/100. Quarto ed ultimo argento per Arjola Trimi, nei 50sl S4 dominati dall’australiana Watson.

Conquistano il bronzo, invece, Luigi Beggiato nei 50sl cat. S4 vinti dall’israeliano Dadaon e Francesco Bettella nei 50 dorso cat. S1: anche qui vince un israeliano, Shalabi. Quinta posizione per Angela Procida nei 50 dorso, cat. S2: 7° invece Vincenzo Boni nei 50sl della categoria S3, dove si era registrata l’unica eliminazione azzurra nella mattinata, con Emmanuele Marigliano out dalla finale. Sfortunato, invece, Ciulli nei 100 farfalla S9: si era qualificato in finale come 7°, ma c’è la regola che impedisce di avere più di due atleti per nazione nella finalissima: priorità a Barlaam e Morlacchi, e Ciulli out con rammarico.

ATLETICA: CAIRONI D’ARGENTO NEL LUNGO, BRONZO TAPIA

Prova superlativa per Martina Caironi, in una finale del salto in lungo T63 che verrà ricordata a lungo, e non solo per la copiosa pioggia. L’azzurra duella a lungo con l’australiana Low, che ritocca per tre volte il record del mondo: Martina si piazza alle sue spalle, le mette pressione in 5.14 ma non riesce a sconfiggerla, anche perchè la rivale arriva a 5.28 (nuovo WR). Argento dunque per Martina Caironi e bronzo alla svizzera Kratter.

Bronzo azzurro, invece, nella finale del lancio del disco maschile categoria F11 e con Oney Tapia: l’azzurro conquista il podio grazie alla misura di 39.52 ottenuta nel quinto e penultimo lancio. Oro al brasiliano Alessandro Rodrigo da Silva (43.16, WR), argento per l’iraniano Olad (40.60). Ottavo posto, invece, nel getto del peso classe F35: Nicky Russo non riesce ad entrare in lotta coi migliori col suo 12.35m. Oro all’uzbeko Norbekov.

TIRO CON L’ARCO: ARGENTO PER PETRILLI

Arriva un argento dal tiro con l’arco W2, e arriva dalla debuttante Vincenza Petrilli: l’azzurra, alla sua prima Paralimpiade, svolge uno strepitoso percorso nel tabellone dell’arco femminile. Supera gli ottavi agevolmente, battendo 6-0 l’australiana Oktrininda, e lo stesso discorso vale per i quarti contro la britannica Chaisty: due pareggi iniziali e vittoria agevole nei due set seguenti per il 6-2 conclusivo. La semifinale, disputata contro la cinese Wu, si conclude invece allo shootoff: 6-5 per l’azzurra, che ottiene un nove contro l’otto avversario. Nella finalissima contro la strafavorita iraniana Zaira Nemati, sembra tutto perduto dopo i primi tre set, con Enza sotto 5-1: l’azzurra non demorde, vince i due set seguenti e va allo shoot-off piazzando un nove. L’oro però va in Iran, perchè Nemati centra un dieci: terzo oro paralimpico consecutivo.

Elisabetta Mijno era invece uscita ai quarti: dopo aver eliminato la turca Ozbey Torun (6-0), era arrivato lo scoglio rappresentato dalla greca Poimenidou. Anche qui una serie dirompente e ad altissima tensione, conclusa allo shoot-off: otto per l’azzurra, nove per la greca e Mijno eliminata.

TAEKWONDO: SFUMA IL BRONZO PER LO SFORTUNATO BOSSOLO

Sfortunatissimo Antonino Bossolo nella categoria -61kg del taekwondo, classe K44. L’azzurro domina l’incontro contro l’uzbeko Tokhirov (64-30) e quello contro il mongolo Bolor Erdene Ganbat (40-28), ma viene sconfitto di un soffio dal brasiliano Sodario Torquato nella semifinale: Bossolo rimonta dal -11, ma resta sempre in svantaggio perdendo poi 37-34. Finalina per il bronzo, e grande sfortuna: l’azzurro deve ritirarsi per un infortunio, in una prova che sembrava poter vincere. Chiude così con un mesto quarto posto.

CANOA: TUTTI GLI AZZURRI ALLE SEMIFINALI

Si qualificano in semifinale tutti gli azzurri della canoa. Nei 200m VL2, Veronica Biglia è ultima in 1.15.671, passavano direttamente l’accesso alla finalissima le prime due e le altre disputeranno la semi. Accesso raggiunto anche per Federico Mancarella nei 200m KL2, grazieal terzo tempo nella sua heat (43.975). Semifinale anche per Kwadzo Klokpah nei 200m KL3: 6° crono in batteria (44.217) e qualificazione. Sfiora la finale immediata, invece, Eleonora de Paolis nei 200m KL1, arrivando a soli 538 millesimi dalla cilena Wollermann col tempo di 57.659. Passerà dalle semifinali.

PARALIMPIADI TOKYO 2020: NEWS, RISULTATI E MEDAGLIERE AGGIORNATO

News sulle Paralimpiadi di Tokyo 2020 tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive anche sui nostri social: FacebookTwitter, Instagram e YouTube.

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *