Dopo la caotica frazione di ieri, con la vittoria di Alaphilippe davanti a Matthews e Roglic, il Tour si dirige verso il duro strappo di Mur de Bretagne: una tappa che ricorda una classica e che stuzzica molti big.

TOUR DE FRANCE, 2A TAPPA: VAN DER POEL, VITTORIA E MAGLIA GIALLA

Dopo una prima tappa caotica, con due tremende cadute che hanno costretto al ritiro Soler, Sutterlin, Konovalovas e Lemoine, il Tour de France riparte con Julian Alaphilippe in giallo e si avvia a una delle frazioni più attese: 182km da Perros-Guirec a Mur de Bretagne. Una frazione tortuosa, con 6 GPM, quattro di 4a categoria, con due ascese verso Mur di Bretagne: 2km al 6.9% di pendenza media, ma col primo km che tocca punte al 13%: nel 2011 qui vinse Evans, nel 2015 Vuillermoz e nel 2018 Dan Martin, mentre oggi tocca a Mathieu van der Poel, che si prende tappa e maglia gialla nel nome di Raymond Poulidor. VDP sognava di vincere ieri, e per quel motivo aveva chiesto e ottenuto di indossare una maglia celebrativa per nonno Poupou, vincitore di tantissime tappe, ma mai in giallo o vincitore del Tour: il sogno viene realizzato oggi, con uno scatto imperioso e regale del fenomeno olandese.

Tappa scandita da una fuga: si muovono subito Perez (Cofidis), Koch (Wanty), Clarke (Qhubeka) e Theuns (Trek), rientrano in seguito Cabot (Direct Energie) e la maglia a pois Schelling (Bora): il gruppo manda i fuggitivi a 4′, con Perez e Schelling che si dividono i GPM iniziali. L’olandese difende la maglia prendendosi la terzultima ascesa, salvo poi perderla da VDP nel finale, e si stacca: il gruppo lavora per accorciare sulla fuga, e a 30km dall’arrivo davanti restano solo Theuns e Cabot, che si arrendono appena prima della prima ascesa verso Mur de Bretagne. Si muove subito, a sorpresa, Mathieu van der Poel: grande scatto di VDP, che guadagna 18”, ma poi cala alla distanza e viene ripreso poco dopo lo scollinamento. L’olandese si prende però 8” di abbuono che saranno fondamentali per far sua la maglia gialla: 5” per Pogacar e 2” per Roglic. Il gruppo prende la seconda ascesa verso Mur de Bretagne a una velocità folle: si muove Quintana, van der Poel si accoda e lo va a riprendere. Poi scatta Colbrelli, che prova a vincere, ma VDP è troppo forte per tutti: nuovo scatto che lascia ogni rivale sul posto e chiusura con un trionfale assolo. Mathieu van der Poel vince la tappa con 6” su Pogacar, Roglic e Kelderman. A 8” il gruppo-Alaphilippe, con Loulou che perde la maglia gialla e precede Mollema, Vingegaard, Higuita, Latour e Jack Haig: il grande sconfitto di giornata, con Miguel Angel Lopez che era già fuori classifica, è Geraint Thomas che perde 22”. 

TOUR DE FRANCE 2021: VAN DER POEL ONORA POUPOU, DOMANI LO SPRINT

Mathieu van der Poel raggiunge così il suo obiettivo, conquistando la maglia gialla nel nome di nonno Raymond Poulidor e scoppiando in un pianto liberatorio: la promessa a nonno Poupou è onorata, con VDP che guida con 8” su Alaphilippe, 13′‘ su Pogacar, 14” su Roglic, 24” su Kelderman e 26” su Mollema, Haig, Higuita, Vingegaard e Gaudu. Domani la prima chance per gli sprinter nei 183km da Lorient a Pontivy.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive di ciclismo anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube.

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *