Iniziano alla grande i Campionati Italiani di nuoto a Riccione: nella prima giornata sono 7 i pass strappati dagli atleti azzurri per i Mondiali di Gwangju, in Corea del Nord. In evidenza Detti e Burdisso.

Federico Burdisso sigla il record italiano nei 200 farfalla (foto FB Italia Team)

NUOTO, CAMPIONATI ITALIANI 2019: IL RESOCONTO DEL PRIMO GIORNO

7 pass mondiali conquistati nella prima giornata: iniziano così i Campionati Italiani di nuoto a Riccione, che andranno in scena fino a sabato. Dopo le batterie di questa mattina, nel pomeriggio si sono svolte le prime finali. A partire forte è stato subito Thomas Ceccon: il classe 2001 ha infatti vinto i 50 dorso, mettendo a segno anche il record italiano juniores che apparteneva a Simone Sabbioni con il tempo di 25″20.

Il primo pass per il Mondiale va però a Simona Quadarella, che vince gli 800 SL in 8’25”55, quarto tempo mondiale dell’anno e settimo personale. La campionessa europea in carica mette anche 8 secondi fra sé e le altre due atlete che completano il podio, Alisia Tettamanzi e Giulia Salin.

Di Gabriele Detti, invece, il primo record italiano battuto: l’atleta livornese stabilisce il record nei 400 SL, andando ad eguagliare il proprio precedente record centrato nel 2017. Con il tempo di 3’43”36, Detti centra anche il secondo pass iridato di giornata per la Nazionale italiana.

Pass mondiale anche per le due atlete di punta della rana veloce italiana, Martina Carraro e Arianna Castiglioni. La Carraro vince i 100 rana con il tempo di 1’07”04, precedendo proprio l’atleta delle Fiamme Gialle che ha chiuso in 1’07”11: i due tempi valgono ad entrambe l’accesso ai Mondiali coreani di quest’estate.

Standing ovation meritata per Federico Burdisso: dopo la medaglia di bronzo inaspettata agli Europei di Glasgow, il classe 2001 domina i 200 farfalla con il tempo di 1’54”64 che gli vale record italiano assoluto, cadetti e juniores, oltre che al pass mondiale.

Niente pass invece per Ilaria Cusinato, che vede sfumare il Mondiale di Gwangju nei 400 misti per soli sei centesimi. Non basta infatti il 4’37”45 che le ha permesso di vincere la propria finale, nonostante sia il terzo crono mondiale stagionale.

L’ultimo pass va ad Andrea Vergani, che con il tempo di 21”53 si guadagna l’accesso ai Mondiali nei 50 SL, andando a nuotare il secondo miglior personale ed il primo crono mondiale stagionale.

L’ultima gara in programma, la staffetta 4×100 SL femminile, è andata ai Carabinieri (Di Liddo, Biagioli, Ceracchi, Di Pietro), che hanno preceduto Esercito e Fiamme Oro.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive di nuoto anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube e Google +.

Gabriele Burini
Studente di lingue e culture straniere all'Università di Perugia. Volevo fare il calciatore, mi sono dovuto accontentare di raccontare lo sport

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Nuoto