L’Italia completa la sua ottima marcia nel nuoto in acque libere con la 25km, che ci regala due medaglie e fa salire gli azzurri a quota 8: podio per Arianna Bridi nella gara femminile e per Matteo Furlan nella maschile. Il film delle loro gare!

Mondiali Budapest

Matteo Furlan e Arianna Bridi hanno regalato all’Italia una doppia medaglia nella 25km

MONDIALI BUDAPEST 2017: MATTEO FURLAN È ARGENTO NELLA 25KM MASCHILE

Condurre una gara di testa non sempre vuol dire andare a medaglia, almeno nel nuoto di fondo: ne sa qualcosa Simone Ruffini, che resta a secco in questi Mondiali di Budapest e manca il podio anche nella 25km. E dire che l’azzurro aveva fatto un’ottima gara, restando sempre coi migliori e tenendo per un lunghissimo tratto (con qualche parentesi in testa) la seconda posizione alle spalle del francese Reymond: uno sforzo notevole per il nostro campione, che paga lo scotto e resta senza benzina nell’infuocato finale, crollando fuori dal podio, seppur a meno di 7” dal vincitore. Un vincitore che manco a dirlo è francese, ma non si può dire che Reymond, che pure era stato in testa per più di metà gara, abbia avuto vita facile: merito della fantastica prova di Matteo Furlan, tra i più brillanti nel gruppetto dei big dopo una prima metà di gara conservativa, nella quale è stato parecchio tempo a centro gruppo a studiare i rivali. L’azzurro, a differenza di Ruffini, chiude alla grande, e perde per soli sei decimi allo sprint, precedendo il russo Drattcev: Italia d’argento nella 25km maschile dunque, con Matteo Furlan che centra una nuova medaglia iridata dopo quelle di Kazan, dove fu bronzo nella 5 e nella 25km.

MONDIALI BUDAPEST 2017: BIS ITALIA, ARIANNA BRIDI È BRONZO NELLA 25KM MASCHILE

Ma l’Italia non si ferma qui, e piazza il bis nella gara femminile, salendo così a 8 medaglie, con un oro, due argenti e cinque bronzi complessivi: stavolta è Arianna Bridi a portarci sul podio dopo una gara intelligente, nella quale non ha mai perso la concentrazione. L’azzurra resta a lungo nel gruppo con Martina Grimaldi, ma al momento dell’attacco in testa al plotone le nostre ragazze si fanno trovare pronte, battezzando la scia di Sharon van Rouwendaal e Aurelie Muller e portando con sè l’immancabile Anna Marcela Cunha: la Muller si tira fuori dalla corsa alle medaglie sbagliando rotta (finirà, sfinita, a 6’30” dalla vincitrice), Martina Grimaldi invece cede alla distanza e conquista un solitario quarto posto a 1’56” dall’oro. E così la lotta per il podio si riduce a tre atlete, che hanno un margine sufficiente per poter rischiare il tutto per tutto nel giro finale: la più brillante è, manco a dirlo, la Cunha, che conquista l’oro e stacca l’olandese e l’azzurra. Arianna Bridi chiude così con un altro bronzo, terminando terza a 9.8” dalla brasiliana, e può essere soddisfatta del suo Mondiale: ha partecipato a due gare ed è andata due volte sul podio. Una sicurezza in una rassegna iridata che ha riservato sorprese.

MONDIALI BUDAPEST: IL BILANCIO DEL NUOTO IN ACQUE LIBERE

L’Italia del fondo può essere soddisfatta del suo bottino, che ha portato due argenti (Sanzullo nella 5km, Furlan oggi) e tre bronzi (la staffetta mista 5km ieri, Arianna Bridi nella 10 e nella 25km) al medagliere azzurro, ma non possiamo non soffermarci su due dati di fatto: il primo è rappresentato dalla forza della Francia, che ha costruito in pochi anni un movimento formidabile, capace di portare a casa quattro ori e un bronzo, il secondo invece dalle sorprese in maglia azzurra. Erano tre i grandi protagonisti attesi in questo Mondiale: Simone Ruffini al maschile (10-25km), Martina Grimaldi (25km) e Rachele Bruni (10km) al femminile, e nessuno dei tre è andato a medaglia nelle gare nelle quali avevano tutti gli occhi puntati addosso, con la Bruni che si consola parzialmente col bronzo della staffetta. E così, ecco i vari Sanzullo, Bridi e Furlan a colmare il vuoto dei superbig e confermarsi ad altissimo livello nell’ennesima dimostrazione della forza del movimento azzurro che, lo ribadiamo, allo stato attuale delle cose ha portato a casa dal Lago Balaton cinque medaglie sulle otto complessive dell’Italia.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive di nuoto anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube e Google +.

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Nuoto