L’Italia del nuoto in vasca fa incetta di medaglie negli Europei di Roma: la vasca regala quattro ori e due argenti, con l’uno-due di Martinenghi e Poggio nei 100 rana, a cui si sommano la vittoria di Minisini nel solo maschile e altre due medaglie dal nuoto artistico. Sono nove in un giorno!

NUOTO, EUROPEI ROMA: QUATTRO ORI E DUE ARGENTI PER L’ITALIA!

Gli Europei di Roma, ormai, hanno un retrogusto di Assoluti italiani. Anche la seconda giornata di gare nella vasca capitolina, infatti, si tinge di tricolore: l’Italia porta a casa quattro ori e due argenti, andando a podio quasi in ogni finale disputata. L’apoteosi azzurra inizia coi 200 dorso, nei quali Margherita Panziera conquista il terzo oro continentale consecutivo come aveva fatto solo Federica Pellegrini: monopolio assoluto per l’azzurra, che domina col tempo di 2.07.13 e rifila due secondi alla prima rivale, la britannica Shanahan, argento davanti all’ungherese Molnar. Neanche il tempo di interrompere i festeggiamenti, che arriva un altro oro: Thomas Ceccon, com’era prevedibile vista la facilità con cui aveva nuotato ieri, vince i 50 farfalla col tempo di 22″89, precedendo Grousset e il lusitano Ribeiro. Il terzo sigillo porta la firma di Nicolò Martinenghi, nuovo dominatore della rana visti i problemi di Peaty e una condizione-monstre: il bronzo di Tokyo ha definitivamente sbloccato il varesino, che dopo l’oro mondiale si prende anche il successo europeo nei 100 rana con 58″26. Ed è apoteosi azzurra, perchè Federico Poggio scende per la prima volta in carriera sotto i 59” (58”96) ed è argento! Infine, Simona Quadarella, che scappa nella seconda parte degli 800sl e vince il settimo oro europeo consecutivo: tre negli 800sl, due a testa nei 400sl e nei 1500sl che verranno più avanti e le consentiranno di inseguire quota nove. La giornata si chiude con l‘argento della 4×100 mista mista: Ceccon, Martinenghi, Di Liddo e Di Pietro chiudono alle spalle dell’Olanda (3.41.73) in 3.43.61, precedendo i britannici. L’Italia “buca” il podio solo nei 100sl femminili, dove comunque le azzurre fanno un’ottima figura: quarta la giovane Chiara Tarantino in 54”13 e quinta Silvia Di Pietro in 54″18, con l’oro all’0landese Steenbergen.

Azzurri protagonisti anche nelle semifinali. Benedetta Pilato si qualifica col miglior tempo (1.06.16) nei 100 rana, che vedranno al via in finale anche Lisa Angiolini (1.06.89): una distanza dominata a livello continentale, visto che nelle batterie le prime quattro erano tutte azzurre (Carraro e Castiglioni out per il criterio delle due atlete per nazione). Avanzano anche Miressi (47″96) e Zazzeri (48″05, nuovo personale) nei 100sl, dove impressiona il baby-fenomeno Popovici: il suo superlativo 46”98 è il nuovo record europeo della distanza e c’è odore di primato mondiale, distante sette centesimi. Super-prestazioni anche nei 200 dorso maschili: Mora e Restivo centrano la finalissima. Tutto ok anche per Gregorio Paltrinieri (terzo tempo) e Lorenzo Galossi (quarto) negli 800sl: erano rientrati nei migliori otto anche Detti e Luca De Tullio, ma possono accedere all’atto conclusivo due atleti per nazione. L’Italia non sarà al via solo in una finale, quella dei 50 farfalla femminili: out sia Cocconcelli che Di Pietro, sarà la prima finalissima senza azzurri/e di questi Europei. Un evento talmente sorprendente, in questa rassegna, da aver portato ad un acquazzone di dieci minuti che ha temporaneamente interrotto le gare (si scherza, ndr). Italia in testa al medagliere del nuoto: cinque ori, tre argenti, un bronzo e nove medaglie complessive. Le due nazioni che ci inseguono (Olanda e Ungheria), sommate, non raggiungono i podi dagli azzurri.

NUOTO ARTISTICO, MINISINI D’ORO NEL SOLO. ARRIVANO TRE MEDAGLIE!

Il nuoto artistico apre una nuova frontiera nella giornata odierna, con la prima gara solo maschile del programma europeo. Il Solo tecnico, manco a dirlo, viene dominato da uno strepitoso Giorgio Minisini, che manda in visibilio il pubblico italiano e i giudici: medaglia d’oro col punteggio di 85.7033, precedendo lo spagnolo Diaz del Rio e il serbo Marinovic. Arrivano anche due argenti, dal Solo tecnico femminile con Linda Cerruti e dalla prova highlight a squadre femminile: Domiziana Cavanna, Linda Cerruti, Costanza Di Camillo, Costanza Ferro, Gemma Galli, Marta Iacoacci, Marta Murru, Enrica Piccoli, Federica Sala e Francesca Zunino sono seconde alle spalle dell’Ucraina. Sale dunque a nove il computo delle medaglie odierne. Italia che domina anche il medagliere complessivo di questi Europei di nuoto con 6 ori, 6 argenti e un bronzo (13 podi).

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito. Scopri tutte le ultime notizie di nuoto anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagram.

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Nuoto