Pallanuoto maschile Mondiali 2019: l’Italia affronta in finale la Spagna e la affonda 10-5. Il Settebello è sul tetto del mondo per la quarta volta e vola alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

pallanuoto maschile mondiali 2019 gwangju settebello 7bello italia italy oro gold medal primo posto waterpolo world championships first place corea del sud south korea gwangju 2019
Il 7Bello esulta in acqua (foto FIN)

PALLANUOTO MASCHILE MONDIALI 2019: SETTEBELLO SUL TETTO DEL MONDO!

Di nuovo Italia-Spagna. Dopo la semifinale degli Europei 2018, amarissima per il 7Bello, di nuovo le due corazzate sudeuropee che si scontrano nelle acque della Nambu University Grounds di Gwangju (Corea del Sud).

La finale maschile dei Campionati mondiali di pallanuoto 2019 vede uscire vincitrice l’Italia che, dopo un primo parziale in equilibrio, prende le redini del match e dilaga travolgendo la Spagna 10-5. Un altro oro iridato per il Settebello, dopo quelli delle edizioni 1978, 1994 e 2011.

Nel primo tempo, il 7Bello si porta subito in vantaggio con Stefano Luongo ma il pareggio della Spagna è rapido. Si gioca con attenzione e precisione da una parte e dall’altra, senza concedere spazio agli avversari. L’italospagnolo Oscar Gonzalo Echenique segna il 2-1 per l’Italia, trasformando anche la seconda superiorità numerica a favore. Marco Del Lungo prima para un tiro poderoso, ma poi deve cedere a Felipe Perrone Rocha il 2-2. Rigore per la Spagna, ma il superportiere azzurro blocca il tiro, parata decisiva nel finale di tempo.

Nel secondo parziale, il capitano Pietro Figlioli tira una sassata dagli 8 metri e firma il vantaggio azzurro: 3-2, primo gol in parità numerica. Anche Vincenzo Dolce conclude in porta per il primo break per l’Italia: 4-2, terza superiorità numerica realizzata. Vincenzo Renzuto Iodice realizza un’altra superiorità numerica: 5-2 con il 7Bello che cerca di scappare via in questa finale. Rigore per la Spagna: conclusione a rete, 5-3.

Nel terzo tempo, Matteo Aicardi scarica in porta l’imprendibile 6-3 in torsione (secondo gol in parità numerica). Marco Del Lungo serra la porta azzurra e Vincenzo Dolce dalla distanza segna la sua doppietta: 7-3 Italia. Massimo vantaggio per il Settebello. Francesco Di Fulvio nuota per mezza piscina fino alla porta avversaria: 8-3 e Italia che dilaga di potenza, carattere e tecnica, quarta rete in parità numerica. La Spagna non si arrende e segna con l’uomo in più: 8-4.

Nell’ultimo quarto, espulsione con sostituzione per Edoardo Di Somma che non rientra più in acqua. Ma Stefano Luongo firma un altro gol per gli azzurri: 9-4. Marco Del Lungo insuperabile blinda la porta azzurra, il miglior portiere di questo Mondiale. Diagonale potentissima per gli iberici che segnano il 9-5. Michael Alexandre Bodegas mette la sua firma sulla vittoria italiana: 10-5!! È già festa per i ragazzi tricolori: entra anche il secondo portiere Gianmarco Nicosia.

Il cammino del Settebello in questo Mondiale sudcoreano è stato immacolato: solo vittorie per i ragazzi del ct Alessandro ‘Sandro’ Campagna, che per questa rassegna iridata ha scelto il capitano Pietro Figlioli, Marco Del Lungo, Edoardo Di Somma, Vincenzo Dolce, Stefano Luongo, Gianmarco Nicosia, Matteo Aicardi, Michael Alexandre Bodegas, Francesco Di Fulvio, Oscar Gonzalo Echenique, Niccolò Figari, Vincenzo Renzuto Iodice, Alessandro Velotto.

Miglior giocatore del torneo: il capitano azzurro Pietro Figlioli.

La finale iridata vale anche la qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo 2020 sia per l’Italia che per la Spagna.

Nella finale per il terzo posto, la Croazia batte l’Ungheria 10-7: per la 7ª edizione consecutiva i croati salgono sul podio iridato, questa volta mettendosi al collo la medaglia di bronzo.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube.

mm
Giornalista, onnivora di cultura a 360º. Lavoro nel campo dei media, in particolare nel mondo dell'informazione e social. Lo sport è una delle mie tante passioni, coltivata sul campo, sui libri e sullo schermo.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Pallanuoto