L’Italia vince la finale dei Mondiali di volley maschile contro la Polonia dopo un match davvero entusiasmante.

FONTE: federvolley.it

L’ITALIA È CAMPIONE DEL MONDO DOPO 24 ANNI

Una match divertente, quello andato in scena alla Spodek Arena di Katowice,  in cui nessuna delle due squadre si è risparmiata. L’Italia nel primo set si è fatta rimontare e ha visto sfumare il vantaggio. Negli altri set è stata davvero brava a non andare in confusione quando i polacchi erano vanti e cercavano di accelerare. L’Italia vince il quarto Mondiale della sua storia e lo fa in casa della Polonia, tornando sul tetto del mondo dopo 24 anni. Ma andiamo a vedere quanto è accaduto nel match degli Azzurri.

PRIMO SET

Pronti via la pipe vincente di Michieletto vale il 4-2 per gli Azzurri. La schiacciata di Romanò è vincente e ci porta sul 6-4, ma è ancora lunga la partita. Attacco vincente di Semeniuk per il 7-7. Diagonale vincente di Bieniek che vale il 9-8 per i polacchi. Lavia trova il punto dell’11-11. Gli Azzurri vanno avanti (14-13) ma un pasticcio italiano riporta la Polonia in parità (14-14). Giannelli la alza per Romanò in diagonale poi la Polonia commette un errore in attacco che vale il +3 (18-15). La battuta di Semeniuk è out, lo conferma anche il challenge, poi arriva l’ace di Michieletto per il 21-17 in favore degli Azzurri. L’ace di Bieniek riporta la Polonia in parità (21-21). La schiacciata di Kurek trova le mani del muro e i polacchi si portano avanti (23-22), poi il muro di Semeniuk ferma Romanò, 25-23 e 1-0 Polonia

SECONDO SET

Pronti via la Polonia si porta sul 3-0. Semeniuk gioca sulle mani di Romanò a muro e porta la Polonia sul 5-3. Sliwka trova una schiacciata fantastica che Balaso non riesce a difendere (7-4). Lavia trova un ace d’astuzia, battendo una palla corta e tagliata, poi Michieletto apre le manone e mura l’attacco polacco per il 7-7. La pipe di Lavia è vincente ma in fase di atterraggio tocca col naso la rete, 10-8 per i polacchi, ma gli Azzurri non ci stanno e trovano subito il 10-10 con l’ace di Giannelli. Il mani out del muro Azzurro sulla schiacciata di Kaczmarek, poi Sliwka mura l’attacco di Lavia per il 16-13 in favore della PoloniaRomanò trova le mani del muro, il pallone termina out e l’Italia pareggia la contesa sul 16-16. Si inizia a giocare punto a punto finchè Semeniuk trova il tocco del muro Azzurro per il 20-18, ma l’ace di Giannelli ristabilisce la parità e la pipe di Lavia ci porta avanti (21-20). Muro Azzurro, con annesso pasticcio polacco, per il 23-20. La pipe di Lavia è vincente, ma prima è arrivata una difesa meravigliosa di Balaso, 24-21, tre set point per l’ItaliaAnzani mura Semeniuk (25-21) e gli Azzurri pareggiano il conteggio dei set, 1-1. 

TERZO SET

La Polonia si porta subito avanti (4-2), gli Azzurri provano a riportarsi sotto, ma l’errore in attacco di Michieletto regala il +3 ai polacchi (7-4). L’errore di Bieniek e l’attacco out di Kurek portano gli Azzurri avanti (9-8). Due attacchi vincenti consecutivi di Michieletto valgono il 13-11 per l’Italia. Primo tempo e muro vincente di Russo poi l’attacco vincente di Lavia con gli Azzurri che si portano sul +5 (20-15). Il pallone torna nel campo italiano, Michieletto la alza per Giannelli, si ribaltano i ruoli ma la sostanza non cambia col punto Azzurro, arriva subito dopo anche il muro di Russo vale il 23-16. Michieletto la mette giù, 24-17, sette set point per gli Azzurri. Ci pensa Anzani che mette giù il pallone del 25-18, l’Italia è avanti 2-1.

QUARTO SET

La Polonia si porta subito sul 3-0, ma gli Azzurri non si fanno intimorire e grazie al muro di Giannelli si portano avanti (5-4). L’attacco di Kaczmarek passa, ma Russo allunga il braccio e il pallone torna nel campo polacco e nessuno lo prende, 8-6 per l’Italia. Attacco murato, Anzani la alza per Giannelli che la mette giù (con annessa esultanza con un non vi sento rivolto al palazzetto di Katowice che si è ammutolito nella situazione) 10-6 per gli Azzurri. Romanò trova il tocco di Fornal a muro (15-11). Attacco vincente ancora una volta di Romanò, poi una seconda di Giannelli valgono il 19-14.  Pallonetto di Anzani, la tocca Bienek che mette fuori causa il compagno, 21-17 Italia. Errore di Semeniuk in battuta, 24-19, cinque match point per l’Italia. Bieniek CON LA BATTUTA CHE SI FERMA A RETE, 25-20, SIAMO CAMPIONI DEL MONDO PER LA QUARTA VOLTA, DOPO 24 ANNI TORNIAMO SUL TETTO DEL MONDO.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito. Scopri tutte le ultime notizie sportive di pallavolo anche sui nostri social: Facebook, Twitter, Instagram e YouTube.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Pallavolo