Scherma. Si sono conclusi, ieri, i Campionati Italiani di Palermo 2019, giunti alla centesima edizione. La kermesse, svoltasi nella meravigliosa location di piazza Bellini, rappresenta l’ultima tappa fondamentale prima degli Europei di Dusseldorf 2019.

Piazza Bellini, la location della centesima edizione dei Campionati Italiani di scherma (credits: FederScherma)

Scherma: i Campionati italiani di Palermo 2019

Si è conclusa, ieri, la centesima edizione dei Campionati Italiani Assoluti di scherma, di scena a Palermo, nella stupenda cornice di Piazza Bellini. 

La storica quattro-giorni della scherma italiana, come da tradizione, rappresenta l’ultimo impegno ufficiale degli azzurri prima dei grandi eventi internazionali. Dal 17 al 22 giugno, infatti, gli atleti e le atlete FederScherma saranno protagonisti a Dusseldorf, per gli Europei; mentre dal 15 al 23 luglio saranno sulle pedane dei Mondiali di Budapest 2019.

Palermo 2019, day 1: le conferme Cassarà e Ciaraglia, le sorprese nella spada maschile

Nella prima giornata siciliana, sono andate in le gare individuali di fioretto maschile, spada maschile e sciabola femminile.

A conquistare il titolo nel fioretto è stato Andrea Cassarà, il quarto in carriera, a diciassette anni di distanza dal primo. Aggiudicandosi anche il trofeo “Livio Di Rosa”, messo in palio dal Circolo Scherma Mestre.

Il Carabiniere bresciano s’è imposto all’ultima stoccata, 15-14 in finale contro il campione del mondo, in forza all’Aeronautica Militare, Alessio Foconi. «Vincere qui è magnifico – ha dichiarato al termine Cassarà – ho grandi ricordi in Sicilia. A Catania, infatti, divenni campione del mondo e posso senz’altro ribadire che con questa terra ho un feeling particolare».

Sul terzo gradino del podio salgono anche il Fiamme Gialle Daniele Garozzo, superato in semifinale, 15-12, dal vincitore; ed il Fiamme Oro Edoardo Luperi, fermato sul 15-8 da Foconi.

Andrea Cassarà esulta sulle pedane di Palermo 2019 (credits: FederScherma)

Outsiders protagonisti, invece, nella finale della spada maschile. Dove a trionfare è stato Andrea Russo del Club Scherma Formia, 13-12 in un incontro finale andato al minuto supplementare, contro il torinese del Centro Sportivo Carabinieri, Daniel De Mola. Terzi Andrea Santarelli delle Fiamme Oro e e Lorenzo Buzzi dell’Esercito, fermati, rispettivamente, 15-14 da Andrea Russo e 15-12 da De Mola.

«È la più bella soddisfazione della mia carriera, non me lo aspettavo» ha dichiarato il neo-campione italiano, vincitore anche del trofeo “Carlo Carnevali” e del premio “Agesilao Greco”, alla prima edizione: «addirittura avevo l’aereo di ritorno per le 19.30...».

Campionessa azzurra della sciabola femminile, a concludere la prima giornata, Sofia Ciaraglia, Fiamme Oro vincente all’ultima stoccata, 15-14 in finale, contro la portacolori delle Fiamme Gialle Irene Vecchi. Sul gradino più basso del podio Benedetta Taricco, del Comando Aeronautica Roma, e l’altra under-20, Giulia Arpino, in forza al Club Scherma Roma.

«Inaspettato questo successo» per Sofia, «non ho parole per descrivere l’emozione che sto provando: sono davvero contenta per questo risultato».

Irene Vecchi impegnata sulle pedane di Piazza Bellini (credits: FederScherma)

Palermo 2019, day 2: l’inizio delle gare a squadre e delle competizioni della scherma in carrozzina

Spazio, nella seconda giornata in Piazza Bellini, alle gare a squadra di fioretto maschile, spada maschile e sciabola femminile. Nonché all’inizio della competizioni della scherma in carrozzina, col fioretto individuale maschile e femminile, categorie A, B e C; e con la gara a squadre di fioretto maschile.

Nel fioretto maschile a squadre il titolo assoluto è stato andato alla squadra delle Fiamme Gialle, formata da Valerio Aspromonte, Giorgio Avola, Daniele Garozzo e Guillaume Bianchi, impostasi 43-41 in finale su quella delle Fiamme Oro, composta da Francesco Ingargiola, Edoardo Luperi, Tommaso Marini e Filippo Macchi. Terzi i Carabinieri (Cassarà, Di Tommaso, Guerra e Rosatelli), capaci di superare 45-38 nella finalina gli azzurri dell’Aeronautica Militare (Baldini, Foconi, Nista e Paroli).

La squadra delle Fiamme Gialle, campione del fioretto maschile a squadre (credito: FederScherma)

Fiamme Oro al successo, invece, nella finale a squadre della spada maschile. Con Davide Di Veroli capace di portare al successo i compagni Andrea Santarelli, Valerio Cuomo e Gianpaolo Buzzacchino piazzando la stoccata decisiva, del 44-43 nel minuto supplementare, contro gli azzurri dell’Aeronautica Militare Paolo Pizzo, Matteo Tagliariol, Andrea Vallosio ed Antongiulio Stella. Terzi i portacolori dell’Isef “Eugenio Meda” di Torino: Canzoneri, Gabriolo, Mencarelli e Paolini.

La squadra delle Fiamme Oro, campione nella gara a squadre della spada maschile (credits: FederScherma)

Fiamme Oro vincenti anche nella gara a squadre della sciabola femminile, con Sofia Ciaraglia, Eloisa Passaro e Flaminia Prearo trionfanti in finale, sul 45-28, contro le azzurre dell’Esercito, Martina Criscio, Caterina Navarria, Chiara Mormile e Benedetta Baldini. Terza la squadra del Frascati Scherma, formata da Burli, Crovari, Giovannelli e Lucarini.

Le azzurre sul podio più alto della gara a squadre della sciabola femminile (credits: FederScherma)

Come detto, alla seconda giornata si sono aperte anche le competizioni della scherma in carrozzina.

Nel fioretto maschile individuale, categoria A, la vittoria è andata al Fiamme Oro, reduce dal primo successo in Coppa del Mondo, Emanuele Lambertini, che in finale ha battuto 15-12 il portacolori delle Fiamme Azzurre, Matteo Betti. Terzi Matteo dei Rossi della Scherma Treviso ed Alberto Morelli del Cus Siena.

Nell’individuale del fioretto B“, invece, Marco Cima si è confermato campione italiano, 15-3 ai danni dell’altro Fiamme Oro Gianmarco Paolucci. Al terzo posto Denis Masiero del Petrarca Padova M’ Ryszard Zub e Michele Massa dell’Accademia della Scherma Fermo.

Festeggia il successo nel fioretto maschile individuale, categoria C, Martino Seravalli delle Fiamme Oro, capace di imporsi 12-5 sul beniamino di casa, il palermitano William Russo, del Club Scherma Palermo. Terzo posto per Matteo Addesso e Leonardo Rigo, della Zinella Scherma di San Lazzaro di Savena.

Andrea Mogos campionessa, invece, nella gara di fioretto femminile, categoria A, superando in finale, 15-9, la compagna del gruppo Fiamme Oro, Loredana Trigilia. Sul gradino più basso del podio Karin Mizzi del Club Scherma Ariete 95 e Letizia Baria della Chiti Pistoia. Ribadisce il suo dominio, anche a livello italiano, nella categoria B, Bebe Vio, che conquista il successo finale, senza subire alcuna stoccata, contro la portacolori del Club Scherma Roma, Julia Markowska. Terza Alessia Biagini, del Club Scherma Pisa Antonio Di Ciolo.

Vittoria nel fioretto femminile, categoria C, per Consuelo Nora delle Lame Rotanti di Torino, che in finale ha avuto ragione, 15-2, di Annamaria Soldera della Petrarca Scherma M’Ryszard Zub. Capace di imporsi, quest’ultima, in semifinale, con medesimo punteggio, su Monia Bolognini della Zinella Scherma.

Nella gara a squadre del fioretto maschile in carrozzina la vittoria è stata conquistata Zinella Scherma di San Lazzaro di Savena, 45-12 in finale contro la squadra del Petrarca Scherma M°Ryszard Zub di Padova.

Bebe Vio in azione in Piazza Bellini (credits: FederScherma)

Palermo, day 3: dieci titoli in palio alla penultima giornata

Giornata intensa, la penultima a Palermo 2019, con in palio ben dieci titoli.

Nel fioretto femminile individuale a trionfare è stata la campionessa del mondo in carica, Alice Volpi, impostasi in finale, 15-5, sulla portacolori dell’Aeronautica Militare Francesca Palumbo. Sul podio anche Camilla Mancini delle Fiamme Gialle ed Erica Cipressa, altra azzurra Fiamme Oro.

Alice Volpi, l’esultanza dell’azzurra, campionessa italiana nel fioretto femminile (credits: FederScherma)

Poker, nella spada femminile individuale, per Federica Isola, che dopo il titolo italiano Giovani e le medaglie d’oro agli Europei Giovani ed ai Mondiali Under-20, mette in bacheca anche il titolo tricolore degli assoluti. Grazie ad un 15-11 nell’assalto finale, con la Fiamme Oro Alice Clerici. Podio anche per la campionessa del Mondo, Mara Navarria e Beatrice Cagnin.

Federica Isola, tra gli assoluti protagonisti di Palermo 2019 (credits: FederScherma)

Campione italiano della sciabola maschile, invece, il neo-iridato Gigi Samele, Fiamme Gialle in grado di sconfiggere, 15-11 in finale, Luca Curatoli delle Fiamme Oro. Sul gradino più basso del podio gli sciabolatori Francesco D’Armiento e Luca Curatoli.

Il podio della spada maschile individuale (credits: FederScherma)

Per quanto riguarda le gare della scherma in carrozzina, Emanuele Lambertini ha bissato il tricolore nel fioretto anche nella spada maschile, categoria A. Battendo, 15-13 in finale, il compagno della Polizia di Stato Edoardo Giordan, secondo, in un podio completato da Matteo Betti e Matteo Dei Rossi. Trionfo nella categoria B, invece, per Alessio Sarri, che sconfitto in semifinale Gianluca Gibbi, dell’Accademia Scherma Groane, ha poi avuto ragione in finale, 15-8, di Davide Costi del PentaModena. Terzo anche Michele Vaglini del Club Scherma Pisa “Antonio Di Ciolo”.

Dopo il secondo posto del giorno prima, William Russo trova la vittoria nella categoria C di spada maschile. Superando 15-4, in finale, il Fiamme Oro Martino Seravalli; sul podio anche Matteo Addesso della Zinella Scherma e Claudio Radicello del Circolo Schermistico Mazarese.

Nella spada femminile Sofia Della Vedova della Scherma Bergamo espugna la categoria A, 15-13, nell’ultimo assalto del torneo, su Marcella Li Brizzi del Club Scherma Palermo; terze Letizia Baria della Chiti Pistoia e Sofia Brunati del Circolo Scherma Lecco. Festeggia, invece, nella categoria B, Rosanna Pasquino del Club Schermistico Partenopeo, vincitrice 15-13 in finale contro Alessia Biagini, del Club Scherma Pisa Antonio Di Ciolo. Terze Roxana Solomon della Minervium di Manerbio e Matilde Spreafico del Circolo Scherma Lecco.

Fa il bis anche Consuelo Nora, la migliore anche nella spada femminile categoria C, grazie ad un 15-1 in finale su Allegra Magenta dell’Accademia Scherma Groane. Con loro festeggiano un piazzamento anche Elena Valsecchi del Circolo Scherma Lecco e Giada Tognocchi del Cs Navacchio. Vince la gara a squadre della spada maschile la formazione della Zinella Scherma di San Lazzaro di Savena, 45-25 in finale contro il Club Scherma Palermo; terzo posto per l’Accademia Scherma Groane.

Palermo, day 4: le ultime gare e le competizioni per non vedenti

All’ultima giornata sono andate in scena le ultime gare a squadre degli assoluti. A vincere nella spada femminile è stata la squadra delle Fiamme Oro, guidata titolo, 34-33 nel minuto supplementare, da Giulia Rizzi, sul gradino più alto del podio con le compagne Alberta Santuccio, Alice Clerici ed Eleonora De Marchi. Al secondo posto la squadra dell’Aeronautica, che in semifinale aveva sconfitto il quartetto della Methodos Catania, terzo.

Il quartetto delle Fiamme Oro (credits: FederScherma)

Campionesse italiane nel fioretto femminile, invece, le azzurre dei Carabinieri Martina Batini, Arianna Errigo, Martina Sinigalia e Claudia Borella, impostesi in finale, 45-33, sulla rappresentanza delle Fiamme Oro, in un podio completato dal quartetto dell’Aeronautica. Infine, nella sciabola maschile, i Fiamme Oro Luca Curatoli, Francesco Bonsanto, Riccardo Nuccio e Stefano Scepi hanno conquistato il successo all’ultima stoccata, 45-44, contro le Fiamme Gialle di Gigi Samele, che con grande fair play ha riconosciuto la stoccata decisiva dell’avversario. Terzo posto per la squadra dell’Esercito.

Luigi Samele saluta il pubblico di Palermo (credits: FederScherma)

Secondo titolo individuale, nell’ambito della scherma in carrozzina, per Edoardo Giordan, campione anche nella sciabola maschile, categoria A, che in finale s’è imposto 15-5 su Matteo Dei Rossi. A completare il podio Pietro Miele dell’Accademia d’Armi Musumeci Greco e Alberto Morelli del Cus Siena. Così Alessio Sarri, al trionfo nella sciabola maschile, categoria B, 15-12 in finale contro Marco Cima. Terzi Nicola D’Ambra dell’Officina della Scherma e Gianmarco Paolucci.

Protagoniste anche all’ultima giornata Andrea Mogos e Rossana Pasquino. Andrea campionessa nella sciabola femminile categoria A, successo maturato dopo una finale molto emozionante, vinta 15-14 contro Loredana Trigilia, in un podio completato da Sofia Brunati e Sofia Della Vedova. Rossana, invece, nella categoria “B”, 15-3 nell’assalto finale contro Matilde Spreafico, seconda, sul podio con Julia Markowska e Rossella Cappotto.

Nell’ultima giornata di Palermo 2019 sono stati assegnati anche i titoli italiani della scherma per non vedenti.

Nella spada maschile ha conquistato il successo il classe 2001 Alessandro Buratti, della Pro Patria di Busto Arsizio, che ha avuto la meglio, 10-5 in finale, su Roberto Remoli del Circolo Scherma Appia. Sul podio anche il portacolori della società Fiore dei Liberi di Cividale del Friuli, Rino Chinese, e Filippo Innocenti, del Circolo Scherma Appio. Nella spada femminile, invece, ha trionfato Veronica Tartaglia, del Circolo Scherma Appio, impostasi in finale, con medesimo risultato, contro Ilaria Granata, del Circolo Scherma Attraverso. Terze Laura Tosetto della Pro Patria et Libertate di Busto Arsizio e Simonetta Pizzuti del Circolo Scherma Navacchio.

L’azione sulle pedane di Piazza Bellini (credits: FederScherma)

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di scherma, scherma in carrozzina e sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube e Google +.

Niki Figus
Giornalista pubblicista. Naufrago del mare che sta tra il dire e il fare. Un libro, punk-rock, wrestling, carta e penna.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Scherma