Scherma, Mondiali Budapest 2019. Settima medaglia azzurra all’ottava giornata: le azzurre del fioretto femminile conquistano la medaglia d’argento.

Le azzurre del fioretto femminile italiano sul podio (fonte: pagina Facebook ufficiale FIE)

Scherma, Mondiali Budapest 2019: ottava giornata, la settimana medaglia azzurra è d’argento

Si conclude l’ottava, la penultima giornata, ai Mondiali di Budapest 2019.

L’Italia conquista la settima medaglia iridata dell’evento, la prima non di bronzo, dopo quelle di Andrea Santarelli, Luca Curatoli, Arianna Errigo ed Elisa Di Francisca nell’individuale, e quelle di spadiste e sciabolatori nelle gare a squadre di ieri. Le azzurre del fioretto femminile Elisa Di Francisca, Alice Volpi, Arianna Errigo e Francesca Palumbo firmano il secondo gradino del podio.

Le azzurre del fioretto femminile, pronte a scendere sulle pedane di Budapest (fonte: pagina Facebook ufficiale FederScherma)

Azzurre d’argento ai tempi supplementari, ItalSpada al quinto posto

Una finale al cardiopalma, quella tra Italia e Russia, nel fioretto femminile a squadre. Decisa al minuto supplementare, dopo che le due formazione s’erano rincorse e riprese per tutte e nove le manche.

Tutto s’è deciso negli ultimi tre minuti, quando Elisa Di Francisca ed Inna Deriglazova si sono, nuovamente, ritrovate in pedana, con in palio una medaglia d’oro. A trionfare è stata la russa, 43-42 al minuto supplementare, dopo che l’azzurra era riuscita ad undici secondi dalla fine a riportarsi in vantaggio, pagando tuttavia un secondo giallo a sei secondi dalla fine.

Ottima, ad ogni modo, la prestazione delle azzurre. Con un’Alice Volpi protagonista assoluta, sin da inizio giornata, autentica mattatrice sia nel 44-25 ai quarti contro il Giappone che nel 45-37 contro la Francia (quarta alle spalle degli USA) in semifinale; un’Arianna Errigo capace di rimediare a qualche parziale sfavorevole nell’ultima gara contro la Russia; una Francesca Palumbo solida quarta dietro alle tre big azzurre; e un’Elisa Di Francisca semplicemente impeccabile.

La medaglia d’argento non varrà certo quando un titolo del mondo, ma deve rappresentare un punto di partenza importante in vista delle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Elisa Di Francisca in pedana contro Inna Deriglazova nella manche finale (fonte: pagina Facebook ufficiale FederScherma)

Quinti, nell’altra competizione con in palio l’assegnazione delle medaglie iridati, gli azzurri della spada maschile Marco Fichera, Andrea Santarelli, Enrico Garozzo e Gabriele Cimini.

Capaci, dopo un esordio di giornata con sconfitta, 37-33 ai quarti contro l’Ucraina (poi sconfitta in finale dalla Francia, in un podio completato dalla Svizzera), di vincere tutti gli assalti del tabellone dei piazzamenti, 37-35 contro la Russia e 45-25 contro la Corea del Sud, ottenendo il massimo risultato possibile, il quinto posto.

Gli azzurri si preparano a scendere in pedana nella gara a squadre dei Mondiali di Budapest 2019 (fonte: pagina Facebook ufficiale FederSchema)

Le qualificazioni di fioretto maschile e sciabola femminile, le ultime gare di Budapest 2019

FederScherma oggi in pedana anche nel fioretto maschile e nella sciabola femminile a squadre, per le qualificazioni ai quarti di finale di domani, l’ultima giornata ai Mondiali di Budapest 2019.

Semaforo verde per entrambi i quartetti. Andrea Cassarà, Alessio Foconi, Daniele Garozzo e Giorgio Avola hanno dapprima sconfitto il Messico, 45-22, imponendosi dunque sulla Danimarca, 45-29. Mentre Irene Vecchi, Rossella Gregorio, Martina Criscio e Sofia Ciaraglia si sono imposte prima sul Vietnam, 45-27, dunque su Hong Kong, 45-28.

Gli azzurri del fioretto scenderanno in pedana domani per sfidare i beniamini di casa dell’Ungheria; ad attendere le azzurre ai quarti, Hong Kong.

Andrea Cassarà ringrazia il pubblico di Budapest (fonte: pagina Facebook ufficiale FederScherma)

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di scherma e sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube.

Niki Figus
Giornalista pubblicista. Naufrago del mare che sta tra il dire e il fare. Un libro, punk-rock, wrestling, carta e penna.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Scherma