Scherma, Mondiali Budapest 2019. L’Italia conclude la kermesse iridata con una medaglia di bronzo nel fioretto maschile a squadre.

Daniele Garozzo, Andrea Cassarà, Giorgio Avola e Alessio Foconi: gli azzurri del fioretto maschile, medaglia di bronzo a Budapest 2019 (fonte: pagina Facebook ufficiale FederScherma)

Scherma, Mondiali Budapest 2019: l’ultima giornata dei Mondiali

I Campionati del mondo di scherma Budapest 2019, giunti alla nona giornata, volgono al termine. A concludere l’evento, le gare a squadre di fioretto maschile e sciabola femminile.

L’Italia chiude al meglio la rassegna internazionale conquistando la settima medaglia di bronzo, l’ottavo podio del torneo, a firma Daniele Garozzo, Alessio Foconi, Andrea Cassarà e Giorgio Avola.

Fiorettisti di bronzo, quarte le azzurre della sciabola

L’ultima gara dell’evento con protagonista l’Italia sorride alla FederScherma, con gli azzurri del fioretto a conquistare il terzo gradino del podio. Giunto dopo una “finalina” contro la Russia ottimamente gestita, segnata dai parziali di Alessio Foconi, 5-0 nella quinta manche contro Safin, 8-1 ai danni di Arslanov nella penultima, e conclusa al meglio da Daniele Garozzo, che sigilla l’incontro sul 45-32 finale.

Fondamentale, soprattutto nel primo assalto condotto, e nonostante le difficoltà contro Cheremisinov, il contributo di Giorgio Avola, subentrato ad Andrea Cassarà nell’ultimo match di giornata, a dimostrazione dell’importanza di tutti e quattro i membri del quartetto azzurro.

Il quale, dopo una qualificazione impeccabile, 45-22 contro il Messico ai sedicesimi e 45-29 contro la Danimarca agli ottavi di finale tenutisi ieri, era dapprima riuscito ad imporsi, 45-28 ai quarti, contro Hong Kong, venendo dunque sconfitto 45-32 in semifinale dalla Francia (poi argento, sconfitta per l’oro dagli USA).

Gli azzurri del fioretto maschile, pronti a scendere in pedana per la finale (fonte: pagina Facebook ufficiale FederScherma)

Podio sfiorato, invece, per le azzurre della sciabola Irene VecchiRossella GregorioMartina Criscio e Sofia Ciaraglia, che concludono il torneo a squadre al quarto posto.

L’ItalSciabola, impeccabile ieri nelle qualificazioni, 45-27 sulle vietnamiti, 45-28 sulle rappresentanti di Hong Kong, ha iniziato al meglio la giornata, sconfiggendo, nonostante il caloroso supporto del pubblico, le beniamine di casa dell’Ungheria, 45-38. Successo cui sono poi seguite due sconfitte, contro la Russia (poi oro ai danni della Francia), 45-37 in semifinale, in un incontro comunque ben interpretato; e contro la Corea del Sud nella finale per il bronzo, finita 45-35 nonostante i numerosi tentativi di rimonta azzurri.

Le azzurre della sciabola femminile al saluto con le coreane (fonte: pagina Facebook ufficiale FederScherma)

L’Italia chiude il torneo a quota otto medaglie: sette di bronzo e una d’argento

Si conclude, quindi, il Mondiale dell’Italia.

Otto le medaglie conquistate dalla delegazione FederScherma: una d’argento, con il fioretto femminile a squadre, e sette di bronzo. Sul terzo gradino del podio, oltre ai fiorettisti oggi, anche spadiste e sciabolatori nelle gare a squadre; Andrea Santarelli nella spada maschile individuale, Luca Curatoli nella sciabola maschile individuale, Arianna Errigo ed Elisa Di Francisca nel fioretto femminile individuale.

Le azzurre del fioretto femminile italiano sul podio (fonte: pagina Facebook ufficiale FIE)

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di scherma e sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube.

Niki Figus
Giornalista pubblicista. Naufrago del mare che sta tra il dire e il fare. Un libro, punk-rock, wrestling, carta e penna.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Scherma