Prima giornata di Coppa del Mondo di sci alpino a Kitzbühel, e primi risultati di rilievo per l’Italia: ecco come sono andati gli azzurri. Azzurre impegnate a Garmisch con la discesa.

Christof Innerhofer: per lui un fantastico podio nel Super-G di Kitzbuehel

CDM SCI ALPINO 2017: OTTIMI RISULTATI PER GLI AZZURRI, INNERHOFER A PODIO

Sorride subito ai colori azzurri la tre giorni di Coppa del Mondo di Kitzbühel, che partiva oggi col Super-G (e proseguirà domani con la discesa libera e domenica con lo slalom): l’Italia dello sci alpino ritrova un grande Christof Innerhofer, che si dimostra più forte anche dell’infortunio patito a dicembre durante le gare di Santa Caterina Valfurva. Un problema al ginocchio che poteva rivelarsi molto limitante, soprattutto in una gara dalle alte sollecitazioni com’è il Super-G, e invece l’azzurro, nonostante gareggiasse sotto infiltrazioni e fosse dubbioso sul percorso (disegnato dal ct azzurro Ghidoni), è stato superlativo: di livello la sua prestazione, che l’ha portato a chiudere al 2° posto per soli 9/100. La vittoria è infatti andata all’austriaco Matthias Mayer, per un’accoppiata che si era già presentata alle Olimpiadi invernali di Sochi (allora furono sei i centesimi): e Kitzbuehel si rivela molto positiva per tutti gli azzurri, con Paris che chiude (a 71/100, l’altoatesino era deluso per il suo risultato) e Fill 7° (a 84/100), entrambi davanti al norvegese Jansrud, vincitore degli ultimi quattro Super-G. Completano il quadro degli italiani in gara De Aliprandini (27°), Buzzi (28°), Battilani (38°) e Pangrazzi (50°), mentre Casse e Cazzaniga si sono ritirati. Il podio di Innerhofer, oltre a rappresentare un grande risultato in virtù delle sue condizioni fisiche, è il suo secondo in carriera a Kitzbuehel e il 14° nella sua esperienza in CdM.

CDM SCI ALPINO 2017: GOGGIA VELOCISSIMA NELLE PROVE DELLA DISCESA DI GARMISCH, MA QUELLE PORTE…

Mentre gli azzurri sono impegnati in Austria, a Kitzbühel, le azzurre dello sci alpino si apprestano a iniziare la due giorni di gara di Garmisch-Partenkirchen, che prevede la discesa libera di domani e il Super-G di domenica: tra ieri e oggi si sono svolte le prove cronometrate, che hanno confermato l’ottimo stato di forma di Sofia Goggia, l’atleta di punta dello sci alpino al femminile.

L’azzurra è stata velocissima sin da ieri, chiudendo al 2° posto nella prima delle due prove della discesa di CdM: alto il suo distacco dall’austriaca Siebenhofer (1’’14), ma questo è solo il problema minore per la Goggia, che ha dimostrato qualche leggera difficoltà col percorso. In entrambe le prove, infatti, l’italiana è finita fuori dalla classifica (di fatto, squalificata) per aver saltato una porta, un fatto abbastanza insolito quando si parla di discesa libera: la migliore delle italiane, dunque, è stata Elena Fanchini, salita al 3° posto dopo le squalifiche delle atlete che hanno avuto problemi col percorso. Nel complesso, comunque, la prima prova è stata positiva per le azzurre: Elena Curtoni ha chiuso al 13° posto, con Verena Stuffer 25a, mentre sono fuori dai trenta Federica Brignone (32a), Francesca Marsaglia (35a) e Nicol Delago (43a).

Nella seconda prova, disputatasi quest’oggi, la Goggia ha migliorato ulteriormente la sua prestazione, salendo al 1° posto: 1.44.41 il suo tempo, che la fa saltare davanti alla Siebehofer e alla svizzera Suter. Ma, di nuovo, ecco il problema della porta saltata a rovinare tutto e togliere Sofia dalla classifica: oltre a lei, lo stesso guaio è capitato a Lindsey Vonn (5a) e a svariate atlete, per quello che potrebbe essere un fattore nella gara di domani. Bene comunque le altre italiane in questa seconda prova, che fa ben sperare nell’ottica dei risultati di squadra: 12a la Schnarf, che precede Elena Curtoni (14a) e Verena Stuffer (18a). Più staccate invece Federica Brignone, Elena Fanchini, Francesca Marsaglia, Nicole Delago e Marta Bassino, che è arrivata in tempo in ritardo e ha preso confidenza con la pista solo quest’oggi.

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Sci alpino