Il 2017 dello sci alpino si conclude con due gare molto interessanti per l’Italia: uomini impegnati nella combinata alpina di Bormio, donne in gara nello slalom gigante di Lienz. E gli azzurri gioiscono per il podio di Peter Fill e la vittoria di Federica Brignone!

Federica Brignone: per la fantastica vittoria nel gigante di Plan de Corones, gara valida per la CdM di sci alpino

Fonte foto: Tuttosport

CDM SCI ALPINO: FEDERICA BRIGNONE TRIONFA NEL GIGANTE DI LIENZ!

L’anno dello sci alpino al femminile si chiude con uno spettacolare slalom gigante sul tracciato di Lienz: il sole illumina la pista austriaca, e la tracciatura italiana regala una prima manche da urlo. Ci sono 11 atlete in 78/100, con Viktoria Rebensburg in testa col tempo di 1.02.76 davanti a Mikaela Shiffrin (5/100 di distacco), Tina Robnik (+0.12) e Federica Brignone: l’azzurra è quarta a 17/100, precedendo di soli 2/100 Sofia Goggia e di 7/100 Tessa Worley (+0.26), sesta nonostante un grande errore nella parte alta della pista. 9a Marta Bassino a 52/100, con Lara Gut a chiudere il ”gomitolo” di atlete divise da pochissimi centesimi: per quel che riguarda le altre italiane, Manuela Moelgg è 14a a 1”13 e stavolta faticherà nella corsa al podio, mentre Irene Curtoni si qualifica come 25a con un distacco di 2”02. Out dalla seconda manche Luisa Bertani, che chiude al 38° posto.

La seconda manche, invece, è un trionfo azzurro: Federica Brignone commette un errore nella parte iniziale, ma poi è un treno inarrestabile e imbattibile per tutte le avversarie. Superlativo il tratto finale della valdostana, che chiude col tempo di 2.05.52 e supera tre atlete per andare a conquistare la vittoria nello slalom gigante di Lienz: è la sua sesta vittoria in CdM (a due mesi dall’infortunio), i podi salgono a 20 e l’Italia conquista l’8° podio stagionale. Dietro a Federica si piazzano Viktoria Rebensburg, che spreca due decimi di vantaggio nel finale e chiude a 4/100, e Mikaela Shiffrin: fatale alla statunitense una ”derapata” a metà manche, che l’ha fatta finire alle spalle dell’azzurra per soli 8/100: completano la top-10 Tessa Worley (26/100), Stephanie Brunner, Ana Drev, Petra Vlhova, Meta Hrovat, Ragnhild Mowinckel e Lara Gut, con Tina Robnik che scivola dal 3° all’11° posto nella seconda prova. Manuela Moelgg guadagna una posizione chiudendo 13a a 1”61 dalla compagna di squadra, mentre Sofia Goggia compie il disastro perfetto: la bergamasca commette vari errori e ottiene il peggior tempo della seconda manche, scivolando al 16° posto con 1”78 di ritardo. Chiude il parco-atlete azzurre Irene Curtoni (25a a 2”38), mentre Marta Bassino è uscita dal tracciato e non ha completato la gara. Nella nuova classifica della CdM al femminile, guida Shiffrin con 881 punti, precedendo Rebensburg (510) e Vlhova (385): Goggia è la miglior italiana col 9° posto e 284pti, Brignone 12a con 246 punti.

CDM SCI ALPINO: PETER FILL È 2° NELLA COMBINATA DI BORMIO, OUT PARIS

La combinata alpina di Bormio comincia come meglio non si poteva per i colori azzurri: l’aria della Stelvio porta benissimo a Dominik Paris, che dopo il successo di ieri si ripete nella discesa libera che apre la prova odierna e domina col tempo di 1.48.71. ”Sono andato più forte rispetto a ieri”, dirà, e questo tempo lo lascia in buona posizione in vista dello slalom pomeridiano: Paris precede Matthias Mayer di 21/100, Peter Fill di 50/100 (rinascita per Peter) e i vari Kriechmayr, Dressen, Theaux, Jansrud, Caviezel, Bennett e Roulin. 11° posto per Christof Innerhofer a 1”22 dal compagno di squadra, mentre gli atleti pericolosi in ottica-slalom sono parecchio staccati (ma il distacco è relativo in prove come questa): 19° Pinturault a 1”65, mentre Aerni ha chiuso la discesa al 41° posto con 3”23 di distacco e sembra perdere lo status di potenziale favorito. È entrato nei 30 anche Emanuele Buzzi, che ha chiuso la discesa al 23° posto con 1”79 di ritardo da Paris: out dai 30 invece Tonetti (32° a 2”55), De Aliprandini (35° a 2”72), Prast (40° a 3”16).

La manche di slalom si svolge esattamente come previsto: Alexis Pinturault, che pure non è uno slalomista puro (va meglio in gigante) ha tutt’altro ritmo rispetto ai discesisti, e rende vano il vantaggio degli specialisti della velocità. Troppo veloce il francese, che chiude in 2.41.13, è l’unico a scendere sotto i 51 secondi in slalom (50.77) e si tiene dietro tutti gli avversari: Peter Fill chiude al 2° posto dopo una buona manche, chiusa con un rallentamento sul piano dopo l’ottima partenza, e termina a 42/100 dal vincitore odierno. 3° posto per Kjetil Jansrud a 45/100, e gli sconfitti di turno sono Kriechmayr e il nostro Dominik Paris: l’austriaco aveva fatto uno slalom sontuoso, chiudendo a 16/100, ma viene squalificato per un’inforcata ravvisata dopo il traguardo e butta via un podio sicuro. Inforcata che va a inficiare anche la prova di Paris (e quella di Aerni, che poteva entrare in top-10), che stava reggendo e aveva ancora quattro decimi sul francese al momento dell’errore: l’Italia avrebbe potuto centrare un doppio podio, ma ottiene comunque il 9° piazzamento nella top-3 stagionale (2° al maschile) con Peter Fill. Per quel che riguarda gli altri azzurri, Innerhofer chiude 11° a 1”54 (lento in slalom) e Riccardo Tonetti è 13° con una grande rimonta dalla 32a posizione, mentre De Aliprandini (35° nella prima manche) chiude 22° e Buzzi è 28°. La gara odierna non riserva grandi cambiamenti nella generale della CdM: Hirscher resta davanti con 534pti, seguito da Kristoffersen (505), Jansrud (465) e Svindal (454)

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie di sci alpino anche sui nostri social: Facebook,TwitterInstagramYouTube e Google +.

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Sci alpino