Si è da poco concluso il Super-G maschile delle finali di Coppa del Mondo di Aspen: andiamo a scoprire i risultati degli azzurri, che hanno in Peter Fill e Dominik Paris i loro portacolori in questa gara veloce. E arriva il nuovo podio per l’Italia: Paris chiude 2°!

Dominik Paris: per lui una fantastica vittoria nella Cdm di sci alpino

CDM SCI ALPINO: 40° PODIO PER L’ITALIA! PARIS CHIUDE 2° NEL SUPER-G DI ASPEN

Incontenibili, e a loro modo favolosi: quest’oggi non arriva la vittoria, ma le prestazioni dell’Italia dello sci alpino nelle finali di Coppa del Mondo di Aspen sono di altissimo livello, e portano gli azzurri al 4° podio in altrettante gare ”americane” sulla Ruthie’s Run. Un nuovo piazzamento tra i primi tre dunque, che porta l’Italia a quota 40 in questa stagione di CdM: staccato di due lunghezze il record del 1996-97, in quella che sin qui era stata la miglior annata dello sci alpino tricolore, e questa volta il podio porta la firma di un ottimo Dominik Paris. Di alto livello la gara di Dome, sceso in pista nel Super-G con la cattiveria agonistica di chi sa che serve solo una vittoria per centrare il podio nella Coppa di specialità: ottima la prova dell’azzurro nella prima parte, e peccato per un errore nella parte centrale che gli fa bruciare il vantaggio di 25/100 accumulato su Hannes Reichelt, suo diretto rivale nella corsa al 3° posto nella Coppa di Super-G (i due erano divisi da 6 punti). Paris chiude dunque 2° a 11/100 dall’austriaco, e butta via una buonissima occasione per incrementare il suo bottino di vittorie.

CDM SCI ALPINO: LA VITTORIA DI HANNES REICHELT, DELUDE JANSRUD. FILL 7°

Brutta bestia l’appagamento, che ti fa arrivare alle gare senza quella fame necessaria per vincere e surclassare la concorrenza: Kjetil Jansrud sapeva già di aver vinto la Coppa di Super-G, e questo molto probabilmente ha influito nella sua prova incolore sul tracciato americano, che forniva un mix di tecnica e forte velocità. Nonostante sia sceso col pettorale numero 1, evitando dunque i problemi riguardo al caldo che faceva segnare e ”ammorbidire” il tracciato (questo ha causato molte uscite di pista: out in 7, su tutti Feuz, Janka e Guay), il norvegese ha infatti commesso un errore imperdonabile nel tratto centrale, sfiorando la caduta e chiudendo 9° col tempo di 1.09.02: 80/100 il suo distacco dal vincitore odierno, il già citato Reichelt, autore della gara perfetta. L’austriaco, infatti, è stato l’unico a interpretare al meglio il tracciato nella sua interezza, chiudendo con l’ottimo tempo di 1.08.22: un tempo di livello, che gli consente di salire al 2° posto nella Coppa di Super-G e difendere il suo piazzamento sul podio. Reichelt scalza infatti Aleksander Aamodt Kilde dalla piazza d’onore, complice il 3° posto (a parimerito col sorprendente Caviezel) del norvegese, che chiude a 33/100 dall’austriaco. La classifica della Coppa di Super-G vede dunque Jansrud chiudere a quota 394 punti, davanti a Reichelt (303) e Kilde (299): quarto Paris con 277 punti, mentre Peter Fill si ferma a quota 236 punti. Non è stata una gara ottimale per Fill, che ha chiuso al 7° posto col tempo di 1.08.77 (55/100 da Reichelt), faticando a prendere il ritmo dopo la ”sbornia” di ieri e la vittoria nella Coppa di discesa: poco male per l’azzurro, che consolida il 5° posto nella generale di CdM, guidata sempre da Hirscher (1449 punti, 11° oggi) davanti a Jansrud (924) e Pinturault (875), che supera temporaneamente Kristoffersen.

Ma il norvegese si rifarà nello slalom previsto per sabato, mentre domani toccherà al Team Event, lo spettacolare parallelo a squadre nel quale l’Italia dovrebbe essere tagliata fuori dalla corsa alle medaglie.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie di sci alpino anche sui nostri social: Facebook,Twitter, Instagram, YouTube e Google +

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Sci alpino