Si concludono con lo slalom maschile i Mondiali di Cortina 2021: l’Italia spera e sogna in grande con Alex Vinatzer, in una gara condizionata dal caldo atipico che colpisce la località italiana.

MONDIALI CORTINA 2021: ORO A FOSS-SOLEVAAG, 4° VINATZER

I Mondiali di Cortina 2021 si concludono, come di consueto, con lo slalom speciale maschile. È qui che l’Italia si gioca la sua ultima carta nella rassegna iridata casalinga: Alex Vinatzer ha commesso molti errori in stagione, ma resta uno dei talenti più promettenti del futuro e sogna una medaglia. Un sogno che viene corroborato dall’ottima prima manche: guida Pertl col tempo di 52″24, ma l’altoatesino è secondo a 14/100 in una gara che vede i primi 15 racchiusi in 1”12, e nonostante il pettorale #17. Dietro Vinatzer ecco Foss-Solevaag (+0.16), Jakobsen (+0.18), Noel (+0.34), Kristoffersen (+0.38), Pinturault (+0.41), Schwarz (+0.57), Yule (+0.64) e Seymour (+0.68) nei dieci, con Moelgg 20° a 1”40: out Razzoli e Gross, così come Meillard e Aerni. La 2a manche è atipica sin dall’inizio: il caldo inatteso (quasi 10°) obbliga gli organizzatori a invertire solo i primi 15, perchè la pista sembra destinata a deteriorarsi molto e dunque i big (con la consueta inversione dei 30) rischierebbero di subire distacchi-monstre dagli ultimi della classe. La pista, però, in realtà tiene molto bene. Ne esce un vero e proprio slalom-sprint, reso ancora più difficile dalla complessa tracciatura del ct austriaco: ne fa le spese, ahilui, proprio l’austriaco Schwarz (e Feller), ed escono anche Noel (che poi arriva a quasi 10”), Jakobsen e gli statunitensi Winters e Seymour. La “vincitrice” della seconda manche è senza dubbio la Norvegia: Kristoffersen disputa quella che sembra la manche perfetta, rifilando 76/100 a Yule, poi viene battuto da Foss-Solevaag di 48/100. Qualche errore di troppo per Vinatzer, mentre Pertl vede sfumare l’oro nella parte centrale della manche. Oro che è della Norvegia e di Sebastian Foss-Solevaag, col tempo di 1.46.48: argento per Pertl (+0.21) e bronzo per Kristoffersen (+0.48). Alex Vinatzer, che si spegne nella seconda parte soffrendo la salatura del tracciato, chiude a 1”20: 5° Yule, staccato di 1”22, alle sue spalle Rodes (+1.36), Hadalin e Pinturault (+1.50), Matt (+1.56) e Marchant (+1.74). 13° posto per Manfred Moelgg, staccato di 3”05.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie degli sport invernali anche sui nostri social: Facebook, TwitterInstagram e YouTube.

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Sci alpino