A soli due mesi dalla cerimonia d’apertura dei Giochi Olimpici Tokyo 2020, nuove voci e nuovi appelli si ripercorrono su di una possibile cancellazione.

Giochi Olimpici Tokyo 2020
Giochi Olimpici Tokyo 2020 (FONTE: https://www.adnkronos.com/olimpiadi-tokyo-)

ALLARME TOKYO

I Giochi Olimpici Tokyo 2020 si faranno? Questa è la domanda che sta iniziando a rimbalzare nelle mente di tutti gli appassionanti e non solo. Se da una parte c’è un paese, il Giappone, alle prese con la quarta ondata della pandemia, dall’altra parte ci sono degli esperti che, a gran voce, ne chiedono l’annullamento.

A far da portavoce di questo sentimento è l’associazione dei medici di Tokyo. Seguendo la sollecitazione già arrivata dal sindacato nazionale dei medici giapponesi, l’associazione ha espressamente chiesto al CIO la cancellazione ufficiale dell’evento olimpico.

“La cancellazione di un evento che ha il potenziale di aumentare in modo esponenziale il contagio da Covid e le vittime della malattia, è la cosa più giusta da fare”, ha scritto l’associazione in un comunicato. “In Giappone la campagna vaccinale prosegue a rilento per le lungaggini burocratiche che frenano l’approvazione del vaccino e la carenza di personale atto a somministrare l’unico autorizzato, quello della Pfizer”.

E se la presa di posizione non fosse già forte e chiara, a rincarare la dose arriva la voce del numero 1 del nuoto italiano, il presidente della FIN, Paolo Barelli.

“Sono ottimista se dico che al 50% queste olimpiadi non si faranno. Le notizie che mi arrivano sottolineano una situazione politica in Giappone che rema contro le Olimpiadi. I cittadini di Tokyo non vogliono questi Giochi”.

BACH E MALAGO’: “I GIOCHI SI FARANNO”

A calmare le acque, ci ha pensato nuovamente Thomas Bach, presidente del CIO, che già questo gennaio si era espresso in favore dei Giochi Olimpici.

“Almeno il 75% degli atleti che parteciperanno ai Giochi di Tokyo sarà vaccinato contro il coronavirus”, ha spiegato il presidente Bach“Al momento il 75% dei residenti del Villaggio Olimpico sono vaccinati o si sono assicurati la vaccinazione in tempo per l’inizio delle Olimpiadi”.

A conferma di queste parole, il comitato organizzativo ha fatto sapere che l’appello per trovare medici in vista di Tokyo 2020 è risultato essere un successo, con il doppio delle domande presentate rispetto ai 200 posti disponibili.

Anche l’appena ri-eletto presidente del CONI, Giovanni Malagò, ha voluto chiarire la sua posizione in merito a Tokyo 2020.

“Le notizie che ho sono assolutamente di prima fonte. I soggetti legittimati a esprimere la loro opinione sono il governo giapponese, il Comitato organizzatore e il CIO e c’è sempre stata una risposta unanime. Credo che fare ‘terrorismo verbale’, a prescindere dalle opinioni che vanno rispettate, non so quanto sia giusto”, ha sottolineato Malagò. “Non ci sono assolutamente margini di rischio, poi ogni cosa nel mondo dello sport come negli altri settori è legata a dei condizionamenti, a dei parametri. Stiamo facendo di necessità virtù, il CIO per primo, immaginate cosa significa organizzare per 17 giorni un’Olimpiade”.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive anche sui nostri social: FacebookTwitter, Instagram e YouTube.

mm
Gabriele Stragapede, 24 anni. Laureato nella facoltà CIM (Comunicazione, Innovazione e Multimedialità) dell'Università di Pavia. Aspirante giornalista sportivo ed attualmente editore per Azzurri di Gloria. Appassionato di calcio e di wrestling, scrive di tutto, un po'.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *