Arrivano due medaglie per l’Italia nella terza giornata delle Paralimpiadi: Carlotta Gilli è argento nei 400sl cat. S13 e porta un nuovo podio (il 12°) al nuoto. Storico bronzo dall’equitazione, col primo podio paralimpico per l’Italia: lo ottiene Sara Morganti nel dressage.

NUOTO PARALIMPICO: ARGENTO PER CARLOTTA GILLI

Arriva una sola medaglia dal nuoto, che ci aveva abituato bene e benissimo nei giorni scorsi. L’Italia sale dunque a 12 medaglie dalla vasca (4 ori, 5 argenti, 3 bronzi) e al terzo posto nel medagliere della specialità, in una giornata storica per tutte le Paralimpiadi, con sei record mondiali ritoccati. La medaglia odierna è un argento: Carlotta Gilli domina la prima parte dei 400sl cat. S13, poi viene battuta in rimonta dalla favorita, l’ucraina Anna Stetsenko che vince l’oro. Tempo di 4.26.14 per l’azzurra, che conquista la terza medaglia dopo l’oro nei 100 farfalla e l’argento nei 100 dorso, su una distanza inedita per lei. Nelle altre finali azzurre, quarto posto per Xenia Palazzo nei 100 dorso cat. S8 (vince Neiufi, NZL) e quinta posizione per Alessia Berra nei 100 dorso cat. S12 vinti dalla britannica Russell. Ottava invece Giulia Ghirelli, che aveva acciuffato di un soffio la finale nei 50 farfalla cat. S5: gara dominata dalla cinese Lu Dong col nuovo record del mondo. Era uscito nelle batterie, invece, Misha Palazzo nei 200sl cat. S14.

EQUITAZIONE PARALIMPICA: STORICO BRONZO PER SARA MORGANTI

L’equitazione azzurra vive una giornata storica. Dal dressage e dall’Individual Test di Grado 1 arriva il primo e storico podio della disciplina in una Paralimpiade. Lo conquista Sara Morganti, in sella a Royal Delight, con una grandissima prova e il punteggio di 76.96 che le vale il bronzo: oro alla statunitense Roxanne Trunnell (81.46) e argento al lettone Rihards Snikus (80.17). Questa medaglia porta l’Italia in 7a posizione nel medagliere: 4 ori, 5 argenti, 4 bronzi. Nella stessa prova, la giovanissima Carola Semperboni arriva 12a in sella a Paul, col punteggio di 67.67.

TENNISTAVOLO: TUTTI GLI AZZURRI OUT AI QUARTI

Giornata amara per il tennistavolo azzurro. Dopo l’eliminazione nei gironi di Amine Kalem, tutti gli azzurri in gara quest’oggi vengono eliminati. Non supera il girone il giovane Matteo Parenzan, eliminato in classe 6 dallo statunitense Ian Seidenfeld col punteggio di 3-0 e senza vincere neanche un set. Out ai quarti di finale Giada Rossi, bronzo olimpico di Rio 2016: la friulana, in gara nella classe 1-2, viene sconfitta dalla brasiliana Catia Christian da Silva Oliveira col punteggio di 3-0 (11-8, 11-9, 11-6). Quarti fatali anche per Michela Brunelli nella classe 3: la veterana azzurra viene sconfitta dalla sudcoreana Lee Mi Gyu, anche qui con un perentorio 3-0. Doppia sconfitta nello stesso turno anche per gli italiani della classe 1, che avevano superato brillantemente il girone: Andrea Borgato viene sconfitto dal britannico Thomas Matthews (3-1), Federico Falco va ko contro il sudcoreano Kim Hyeon Uk (3-0), rispettivamente testa di serie numero 7 e numero 4. “Cappotto” per gli azzurri.

ATLETICA PARALIMPICA: OXANA CORSO 8A NEI 100m T35

L’atletica italiana debutta coi 100m della classe T35, che vedono in gara Oxana Corso. La sprinter romana, atleta dalle comprovate qualità, chiude in ottava posizione col tempo di 15.68. Oro alla cinese Xia Zhou in 13″ netti, un grande tempo: sul podio l’australiana Holt (13.13) e la britannica Lyle.

TIRO CON L’ARCO PARALIMPICO: OTTIMI RANKING ROUND PER LE AZZURRE

Ottima Italia nei ranking round dell’arco femminile. Nell’arco olimpico, Elisabetta Mijno chiude al 2° posto con 633pti sulle 72 frecce. La supera solo la cinese Wu Chunyan, con 637pti e il nuovo record paralimpico, mentre è terza la detentrice del titolo (e del record mondiale, 657), l’iraniana Zara Nemati. Quarto posto per la debuttante Enza Petrilli, che strabilia tutti con 625pti. Si stabilisce il tabellone, che vedrà le italiane debuttare direttamente dagli ottavi e bypassare i 16mi: Mijno sfiderà la vincente del derby turco tra Ozbey e Sengul, Petrilli la vincitrice della sfida tra la sudcoreana Jo e l’australiana Oktrininda. Appuntamento il 2 settembre.

Nell’arco compound, il record paralimpico (672) viene superato da ben 12 atlete. Il nuovo primato viene stabilito dalla britannica Jessica Stretton con 694pti, e la nostra Maria Andrea Virgilio chiude al 5° posto con 684pti. Così facendo, eviterà i 16mi di finale e debutterà lunedì contro la vincente del match tra Rubio (Spa) e Asgari (Iran). Eleonora Sarti, che detiene il record mondiale con 695pti, chiude la qualifica al 13° posto a quota 672: domenica affronterà nei 16mi la sudcoreana Choi e, in caso di passaggio del turno, la brasiliana Gogel.

Ottima prestazione e ottime speranze anche nell’arco W1: Asia Pellizzari chiude terza nel suo debutto paralimpico con 604pti, nel ranking round dominato dalla cinese Chen (640). L’azzurra vola direttamente ai quarti di finale, dove sfiderà il 31 agosto la vincente della sfida tra la brasiliana Candida da Silva e la britannica Rumary.

SCHERMA PARALIMPICA: FLOP PER LA SPADA

La terza giornata di gare sancisce il fallimento della spada maschile. La squadra composta da Edoardo Giordan, Emanuele Lambertini e Marco Cima viene nettamente sconfitta in tutti e tre i match del girone: gli azzurri sono in gara solo contro l’Iraq, che ci sconfigge col punteggio di 45-42, ma vengono in seguito travolti dalla Cina (45-20) e dalla Russia (45-18). Eliminazione senza appello.  

SITTING VOLLEY: DEBUTTO VINCENTE PER LE AZZURRE

Prima storica Paralimpiade azzurra nel sitting volley, e buonissimo debutto. La Nazionale femminile, allenata da Amauri Ribeiro, sconfigge 3-0 il Giappone: dopo un primo set molto combattuto, che ci vede rimontare un parziale di 23-20 e vincere 25-23, l’Italia controlla e vince nettamente gli altri due coi punteggi di 25-11 e 25-10. Un grande debutto per le azzurre, che torneranno in scena domenica per affrontare il Canada.

PARA-CANOTTAGGIO: DUE EQUIPAGGI AI RIPESCAGGI

Nessuna qualificazione diretta per i due equipaggi italiani impegnati nella notte, che volano ai ripescaggi, che si disputeranno stanotte a partire dall’1. Nel doppio PR2Mix, Gianfilippo Mirabile e Chiara Nardo chiudono terzi alle spalle di Cina e Olanda. Nel quattro con PR3Mix, invece, la Gran Bretagna domina nettamente precedendo Francia e Italia. Passava solo la prima, dunque gli azzurri hanno deciso di gestire le energie e non effettuare sforzi inutili: stanotte si giocheranno tutto.

PARALIMPIADI TOKYO 2020: NEWS, RISULTATI E MEDAGLIERE AGGIORNATO

News sulle Paralimpiadi di Tokyo 2020 tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive anche sui nostri social: FacebookTwitter, Instagram e YouTube.

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *