Paralimpiadi Tokyo 2020, giorno 8: 3 medaglie di bronzo, un argento e un oro in questa nuova giornata di gare.

Antonio Fantin esulta in acqua (foto ANSA)

PARALIMPIADI TOKYO 2020 GIORNO 8: AUMENTA IL MEDAGLIERE AZZURRO

Il nuoto continua a regalare emozioni e podi importanti: oro per Antonio Fantin, con record del mondo, e bronzo per Xenia Palazzo. Anche il ciclismo su strada inizia a riservare grandi risultati: Luca Mazzone è argento e Katia Aere bronzo. Bronzo anche per le ragazze del tennistavolo Michela Brunelli e Giada Rossi.

Ma scopriamo come sono andati tutti gli azzurri in gara oggi.

NUOTO: ORO E BRONZO PER FANTIN E PALAZZO

100M STILE LIBERO MASCHILE S6

Antonio Fantin superlativo nella sua prestazione, che lo porta a conquistare l’oro in 1:03.71, nuovo record del mondo. Il podio è completato dal colombiano Nelson Crispin Corzo e dal brasiliano Talisson Henrique Glock.

Già in qualificazione Fantin aveva dimostrato di essere il migliore, vincendo la sua batteria in 1:04.16.

50M STILE LIBERO FEMMINILE S8

Xenia Francesca Palazzo si conferma una potenza negli ultimi 20 metri e recuperando riesce a salire sul podio: medaglia di bronzo per lei in 31.17. Davanti solo la rappresentate del Comitato paralimpico russo Viktoriia Ishchiulova, oro in 29.91, e la brasiliana Cecilia Kethlen Jeronimo de Araujo argento.

Palazzo aveva siglato in batteria il 3° tempo complessivo in 31.57.

400M STILE LIBERO MASCHILE S10

Stefano Raimondi si ferma ai piedi del podio: 4° posto per l’azzurro in 4:07.38.

Campione paralimpico è l’ucraino Maksym Krypak in 3:59.62, argento all’olandese Bas Takken, bronzo all’australiano Thomas Gallagher.

Raimondi era riuscito a raggiungere la finale con l’8° tempo complessivo: 4:26.82.

100M RANA MASCHILE SB11

Federico Bassani chiude al 7° posto in 1:20.57. Vince l’olandese Rogier Dorsman in 1:11.22, secondo il giapponese Keiichi Kimura, terzo il cinese Bozun Yang.

Bassani si era qualificato alla finale con il 7° crono (1:21.24).

50M STILE LIBERO MASCHILE S5

Francesco Bocciardo tocca al 7° posto in 33.22. Tripletta cinese sul podio con Tao Zheng che vince in 30.31, record paralimpico, dietro di lui Weiyi Yuan e Lichao Wang.

Bocciardo si era qualificato con il 6° tempo (33.71).

100M RANA FEMMINILE SB11

Martina Rabbolini termina all’ultimo posto la sfida medaglie con il tempo di 1:34.29. L’oro va alla cipriota Karolina Pelendritou in 1:19.78, nuovo record del mondo; argento alla cinese Jia Ma, bronzo alla ucraina Yana Berezhna.

Rabbolini era entrata in finale con l’8° crono generale (1:33.02).

200M MISTI MASCHILE SM9

Simone Ciulli chiude la sua prova in 2:29.68, non riuscendo a qualificarsi per la gara finale.

Nella stessa batteria, Federico Morlacchi viene squalificato.

100M RANA FEMMINILE SB13

Carlotta Gilli non riesce ad accedere alla sfida medaglie. L’azzurra termina la sua manchedi qualificazione in 1:22.73.

CICLISMO SU STRADA: ARGENTO E BRONZO CON MAZZONE E AERE

GARA SU STRADA MASCHILE H1-2

Luca Mazzone conquista la medaglia d’argento, terminando la sua gara con un tempo di 1:53:43. Una prova strepitosa per l’azzurro, capace di rimanere in scia per quasi tutta la prova del francese Florian Jouanny (vincitore dell’oro paralimpico) e di staccarsi nel finale dallo spagnolo Sergio Garrote Munoz (bronzo). 

Fabrizio Cornegliani, invece, si ritira prima della metà della gara ai 26.4 km, dopo che l’azzurro aveva accumulato più di 23 minuti di ritardo dalla testa della corsa.

GARA SU STRADA FEMMINILE H5

Katia Aere si mette al collo la medaglia di bronzo. L’azzurra taglia il traguardo in 2:28:11, dietro solo alla statunitense Oksana Masters (oro) e alla cinese Bianbian Sun (argento). 

Ana Maria Vitelaru, invece, non porta a termine la sua gara, ritirandosi prima del secondo intertempo ai 26.4 km.

GARA SU STRADA FEMMINILE H1-4

Francesca Porcellato conclude la prova in 7ª posizione in 59:45.

L’oro va all’olandese Jennette Jansen. Sul podio paralimpico anche la tedesca Annika Zeyen (argento) e la statunitense Alicia Dana (bronzo).

GARA SU STRADA MASCHILE H5

Diego Colombari non finisce la sua prova, ritirandosi dalla gara ancora prima dell’intermedio iniziale ai 13.2 km.

Vince l’olandese Mitch Valize, secondo il francese Loic Vergnaud, terzo l’altro olandese Tim de Vries.

GARA SU STRADA MASCHILE H3

Anche Paolo Cecchetto si ritira enon porta a termine la sua gara.

L’oro va al ciclista del Comitato paralimpico russo Ruslan Kuznetsov, argento allo svizzero Heinz Frei, bronzo all’austriaco Walter Ablinger.

TENNISTAVOLO: BRONZO PER LE AZZURRE

La sconfitta in semifinale contro la Cina, per le azzurre ha un sapore agrodolce. Pur essendo state eliminate dalla competizione a squadre per le classi sportive 1-3, Michela Brunelli Giada Rossi festeggiano per la medaglia di bronzo. L’incontro (terminato 2-1 per la Cina) comincia bene per le azzurre: dopo una prima frazione da dimenticare, Brunelli Rossi reagiscono in maniera perentoria nel match a squadre, vincendolo in 4 set per 3-1 (2-11, 11-3, 11-7, 11-8) e sorprendendo la coppia composta da Qian Li e Juan Xue.

Il dominio delle italiane, tuttavia, si interrompe immediatamente negli incontri 1vs1, dove le cinesi fanno valere la loro superiorità sul campo: doppio 3-0 (13-11, 11-3, 12-10 tra Brunelli e Li, 11-1, 11-8, 11-7 tra Rossi e Xue).

ATLETICA LEGGERA

SALTO IN LUNGO MASCHILE T44

In finale, Marco Cicchetti conferma il suo 6° posto di accredito alla finale: conclude ultimo, con una serie di salti che vede il migliore in 6.66 (+0.3), ottenuto al 4° tentativo (6.08/-0.8, 6.38/+0.6, 6.44/+0.5, 6.66/+0.3, 6.50/+0.2, 6.48/+0.4).

L’oro va al collo del fenomeno tedesco Markus Rehm, il cui miglior salto è di 8.18/-0.2; argento al francese Dimitri Pavade (7.39/+0.9), bronzo allo statunitense Trenten Merrill (7.08/+0.4).

TIRO CON L’ARCO

Asia Pellizzari viene eliminata ai quarti di finale del torneo paralimpico individuale femminile, dedicato alla classe sportiva W1.

L’azzurra è sconfitta dalla britannica Victoria Rumary per 130-124: fatale l’errore di Pellizzari alla penultima freccia, un 4 che la porta a non poter disputare nemmeno lo shoot-off per lo spareggio.

TIRO A SEGNO

R3 MIXED 10M SH1

Jacopo Cappelli chiude le qualificazioni in 31ª posizione, con un punteggio di 628.9, non riuscendo a entrare in finale. Nella stessa prova, il sudcoreano Jinho Parkstabilisce il nuovo primato paralimpico delle qualificazioni con 638.9 punti.

R5 MIXED 10M SH2

Andrea Liverani conquista l’accesso alla finale. L’azzurro fissa il nuovo record paralimpico delle qualificazioni, con un punteggio pari a 639.4.

In finale, Liverani, da grande favorito alle medaglie, non regge la pressione, centrando solo un 7.6 alla decima freccia, punteggio che determina la sua immediata eliminazione. 8° posto finale per Liverani.

Nulla da fare, invece, per Pamela Novaglio, che si ferma alle qualificazioni: 14ª piazza per lei con 633.0 punti e niente sfida per le medaglie.

SITTING VOLLEY

L’Italia femminile per contro il Brasile 3-1 (23-25, 25-17, 25-16, 25-21).

Dopo un inizio promettente e la vittoria di un equilibrato primo set, le azzurre lasciano campo e spazio al gioco delle brasiliane.

Questa ennesima sconfitta sancisce l’eliminazione dell’Italia dal torneo paralimpico.

PARALIMPIADI TOKYO 2020: NEWS, RISULTATI E MEDAGLIERE AGGIORNATO

News sulle Paralimpiadi di Tokyo 2020 tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive anche sui nostri social: FacebookTwitter, Instagram e YouTube.

mm
Giornalista, onnivora di cultura a 360º. Lavoro nel campo dei media, in particolare nel mondo dell'informazione e social. Lo sport è una delle mie tante passioni, coltivata sul campo, sui libri e sullo schermo.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.