Filippo Ganna abdica dopo tre ori consecutivi e conquista solo il bronzo nell’inseguimento individuale: argento per uno strepitoso Jonathan Milan. Medaglia anche per Elisa Balsamo nell’Omnium. Tutto sulla terza giornata dei Mondiali di ciclismo su pista, che si stanno disputando nello storico velodromo di Roubaix. 

CICLISMO SU PISTA, MONDIALI 2021: MILAN E GANNA, DUE AZZURRI SUL PODIO NELL’INSEGUIMENTO

Arrivano tre medaglie per l’Italia nella terza giornata dei Mondiali di ciclismo su pista, in corso di svolgimento nello storico velodromo di Roubaix. La gara-principe, che ci fa sorridere ed emozionare ancora dopo l’oro a squadre che ha fatto il paio con la vittoria a cinque cerchi, è l’inseguimento individuale: dopo tre ori consecutivi, Filippo Ganna abdica e cede alla fatica, conquistando solo la finale per il bronzo. Una finale che vince, sconfiggendo lo svizzero Imhof. C’è comunque un azzurro nelle finalissima, ed è un sontuoso Jonathan Milan: il giovanissimo talento friulano, già campione europeo, sfida il baffuto statunitense Ashton Lambie, che gli aveva rifilato due secondi nelle qualificazioni. Milan parte forte, viene superato ai 1000m e si regala una speranza, arrivando a soli tre decimi al 3° km, salvo poi cedere: Lambie vince col tempo di 4.05.060 ed è medaglia d’oro, argento per Milan a 1”089. E così, Milan d’argento e Ganna di bronzo: bis azzurro sul podio e Italia che sale a 7 medaglie complessive, con tre ori, due argenti e due bronzi che ci mantengono in testa nel medagliere dei Mondiali.

CICLISMO SU PISTA, MONDIALI 2021: BRONZO BALSAMO NELL’OMNIUM

La terza medaglia di un’ottima giornata, nella quale manca solo l’oro, arriva dall’Omnium femminile e da un’ottima Elisa Balsamo, già campionessa del mondo su strada e bronzo a Roubaix. La talentuosa ciclista azzurra va in crescendo: 6a nello scratch, 5a nella Tempo Race, 2a nell’eliminazione evitando una caduta e cedendo solo alla britannica Archibald, dominatrice delle prime tre prove. Alla vigilia della corsa a punti, la classifica è questa: Archibald 120, Balsamo 100, Valente 96, Copponi 94. La belga Kopecky stravolge tutto guadagnando due volte il giro, la seconda con Dideriksen e approfittando della disattenzione altrui nel finale, ed Elisa deve così accontentarsi di un bronzo nonostante una buonissima prova, con la vittoria del quartultimo sprint e il secondo posto in quello conclusivo. Oro ad Archibald (137), argento Kopecky (119) e bronzo Balsamo (116). Nelle altre gare di giornata, non arrivano medaglie. Strepitoso oro per Emma Hinze nella sprint femminile, precedendo la connazionale Friedrich e la canadese Mitchell. Dominio assoluto, invece, per Hoogland nel km da fermo maschile: l’olandese chiude in 58”418, rifilando 1”3 al rivale Paul (Trinidad&Tobago) e 1”6 al tedesco Eilers. Era stato eliminato nelle qualificazioni, calando nel finale e chiudendo in 9a posizione, l’azzurro Boscaro. Ottima, infine, la corsa a punti del padrone di casa Benjamin Thomas: il francese vince tutti gli sprint conclusivi e ha ragione del belga De Ketele. I due, guadagnando rispettivamente due (Thomas) e tre (De Ketele) giri, rifilano quasi sessanta punti al bronzo, l’olandese Hoppezak: 8° posto per il nostro Michele Scartezzini, che aveva tentato un attacco iniziale.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito. Scopri tutte le ultime notizie sportive di ciclismo anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube.

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *