L’Italia fornisce buone prestazioni nella Nations Cup, disputata nel weekend a Glasgow e valida come strumento di qualificazione per i Mondiali di fine anno. Incanta Viviani nell’eliminazione, arrivano molti podi e una delusione, dall’inseguimento maschile. 

NATIONS CUP, DAY 1: DELUDE L’INSEGUIMENTO MASCHILE, RAGAZZE A PODIO

Si apre con l’inseguimento, e l’Italia sale subito sul podio. A conquistare la top-3, però, non è l’inseguimento maschile fresco di titolo olimpico: Ganna, Scartezzini, Bertazzo e Lamon (non viene schierato Milan) chiudono al quarto posto, sconfitti dalla Danimarca nella finalina. Dopo aver fatto segnare il miglior tempo nelle qualificazioni, gli azzurri cadono nelle semifinali contro la Gran Bretagna, complice l’assenza di Ganna: Pippo, stanco per la Roubaix e i carichi di lavoro in vista del Tour, si prende un turno di riposo e l’Italia ne risente. Ma la stanchezza di Ganna si vede anche nella finalina per il podio, con l’azzurro che cala nella fase finale e sancisce la sconfitta azzurra contro gli scandinavi. Vittoria alla Francia, che batte i britannici, coi danesi terzi e l’Italia quarta. Va a podio, invece, l’inseguimento femminile: Martina Alzini, Vittoria Guazzini, Elisa Balsamo e Rachele Barbieri conquistano il terzo posto, battendo agevolmente la Francia col tempo di 4.14.423. Oro alla Germania, che domina contro la Gran Bretagna e conferma la sua leadership mondiale nella disciplina.

DAY 2: VIVIANI RE DELL’ELIMINAZIONE

Il secondo giorno di gare della Nations Cup a Glasgow è sancito dalla vittoria, inesorabile, di Elia Viviani nella sua gara preferita. Il campione del mondo della corsa ad eliminazione impone il suo marchio, precedendo l’olandese Havik e il tedesco Teutenberg: una vittoria senza appello per Elia, dominatore della disciplina, che richiede velocità e abilità tattica. Nella stessa prova, al femminile, Rachele Barbieri chiude quarta e sfiora il podio: vittoria per la giapponese Yumi Kajihara. Si sono disputate anche la sprint femminile, con Miriam Vece out negli ottavi e la vittoria di Kelsey Mitchell (Canada), e il km maschile: buoni piazzamenti per Davide Boscaro e Francesco Lamon, rispettivamente 5° e 6°. La vittoria è andata al colombiano Ortega Fontalvo. Nell’inseguimento maschile, invece, 8° Manlio Moro e 9° Davide Plebani, che facevano le veci di un Ganna a riposo: la vittoria è andata al francese Ermenault, che ha sconfitto nettamente il tedesco Heinrich.

DAY 3: DUE PODI PER L’ITALIA

La terza e penultima giornata di gare a Glasgow regala due podi all’Italia. Miriam Vece conquista il secondo posto nei 500m, venendo sconfitta solo dalla colombiana Bayona: per l’atleta sudamericana, il tempo di 33″474 e 378 millesimi di margine sull’azzurra, 25 anni e già bronzo mondiale nella specialità due anni fa. Il secondo podio di giornata arriva invece dalla Madison maschile: Michele Scartezzini e Simone Consonni, argento mondiale della disciplina, hanno conquistato il giro e hanno chiuso con 49pti complessivi, arrivando terzi quest’oggi. Vittoria ai francesi Boudat e Thomas (66), davanti ai giapponesi Kuboki e Imamura (63). Arrivano solo piazzamenti, invece, dall’inseguimento femminile, vinto dalla tedesca Mieke Kroeger: Vittoria Guazzini è quarta, Martina Alzini sesta. E dall’Omnium femminile, con Rachele Barbieri nona con 67pti nella gara vinta dalla giapponese Yumi Kajihara (101) davanti a van der Duin (99) e Kopecky (97). Si era interrotta nelle batterie, invece, la prova di Matteo Bianchi nel keirin maschile, vinto da Lavreysen.

DAY 4: GUAZZINI-BALSAMO SECONDE NELLA MADISON

Ultimo giorno di gare ed ultimo podio per l’Italia in questa tappa della Nations Cup. Vittoria Guazzini ed Elisa Balsamo conquistano il secondo posto nella Madison con 23pti: le sconfiggono solo le francesi Borras e Fortin, che bissano così il successo di Thomas e Boudat al maschile. Delude, invece, Elia Viviani dopo una buona partenza nell’Omnium: l’azzurro chiude 12° nella gara vinta dal britannico Wood (145) davanti allo spagnolo Mora (134) e al belga Van den Bossche (110). Eliminazione nelle qualificazioni sia per Miriam Vece nel keirin, che per Matteo Bianchi nella sprint maschile, col 38° posto su 40 partecipanti.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito. Scopri tutte le ultime notizie sportive di ciclismo anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube.

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *