L’Italia esce sconfitta dall’ultimo match del Sei Nazioni contro la Scozia. 52-10 il punteggio a Edimburgo. Per gli azzurri è il sesto cucchiaio di legno consecutivo.

L’Italia esce sconfitta dall’ultimo match del Sei Nazioni (foto FB Federazione Italiana Rugby)

SEI NAZIONI: QUINTA SCONFITTA PER L’ITALIA E CUCCHIAIO DI LEGNO

E cucchiaio di legno sia. Per il sesto Sei Nazioni consecutivo, l’undicesimo in totale, l’Italia non va oltre l’ultimo posto, con zero vittorie in cinque incontri disputati. La Scozia, nell’ultimo incontro della kermesse, sconfigge l’Italrugby per 52-10.

A Edimburgo il tecnico azzurro Franco Smith sceglie Padovani; Bellini, Brex, Mori, Ioane; Garbisi, Varney; Lamaro, Meyer, Negri; Ruzza, Cannone; Riccioni, Bigi, Fischetti.

E il XV italiano parte anche bene, con Bigi che schiaccia a terra l’ovale dopo sei minuti, Garbisi trasforma e gli azzurri sono avanti 0-7.

Al decimo il computo delle mete è di nuovo in parità grazie a Cherry, ma gli Highlanders non riescono a trasformare e l’Italia rimane avanti in vantaggio. Hogg però non accetta il fatto di non aver centrato i pali. Così al 13° trasforma la meta di Van der Merwe, abile a sfruttare le lacune difensive azzurre. Garbisi accorcia di nuovo il parziale grazie ad un piazzato, ma l’Italia rimane anche in inferiorità a causa di un placcaggio illecito di Mori. I padroni di casa ne approfittano e al 21° Graham mette a referto la terza schiacciata della partita per la Scozia, anche se Hogg non centra i pali. Al 28° arriva anche la quarta meta degli Highlanders, con Jones che oltrepassa la retroguardia azzurra. Hogg trasforma e il primo parziale si conclude sul 24-10.

La ripresa si apre con lo stesso copione del primo tempo. Cherry realizza la sua doppietta personale e mette a referto una nuova meta, con Hogg che per la prima volta non alterna un errore a una trasformazione e porta i padroni di casa sul 31-10.

Al 51° l’Italia torna in inferiorità, e la Scozia come nel primo tempo ne approfitta. Al 54° Steele schiaccia l’ovale che, dopo la trasformazione di Hogg, porta i padroni di casa sul 38-10. Sei minuti più tardi l’Italia rimane in 13, visto che Ioane riceve il cartellino per un placcaggio su Hogg. Nel finale gli azzurri subiscono altre due mete, da Johnson e Van der Merwe, trasformate da Hogg per il punteggio totale di 52-10. 

A Edimburgo è notte fonda: l’Italia chiude il Sei Nazioni all’ultimo posto, dopo cinque partite deludenti.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.
Scopri tutte le ultime notizie di rugby anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagram e YouTube.

Gabriele Burini
Studente di lingue e culture straniere all'Università di Perugia. Volevo fare il calciatore, mi sono dovuto accontentare di raccontare lo sport

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Rugby