Podi e vittorie per Giacomo Bertagnolli e Andrea Ravelli nella complicata e lunghissima trasferta russa di Sakhalinsk: il bilancio e i risultati degli azzurri.

Sci alpino paralimpico

SCI ALPINO PARALIMPICO, CDM: GRANDI RISULTATI PER BERTAGNOLLI E RAVELLI A SAKHALINSK

Una trasferta lunghissima, interminabile, che ha visto i nostri atleti affrontare condizioni complicate: la Coppa del Mondo di sci alpino paralimpico ha infatti gareggiato a Sakhalinsk, nel gelido inverno russo, su una pista talvolta ai limiti del praticabile. Erano impegnati per l’Italia Giacomo Bertagnolli e Andrea Ravelli, che come sempre hanno ottenuto grandi risultati, allungando in CdM e approfittando dell’assenza del grande rivale Marcoux. La tornata di gare è iniziata con una discesa libera, vinta da Haraus davanti agli azzurri e al russo Frantsev: Bertagnolli e Ravelli hanno preso le misure in quella prima giornata, e nella seguente hanno vinto con merito. Il programma prevedeva poi una giornata di riposo, prima di vivere l’ultima discesa e due Super-G, ma è stato stravolto per le previsioni meteo che annunciavano l’arrivo di una robusta perturbazione: niente giorno di riposo e subito la discesa, che ha visto i nostri atleti concedere il bis, precedendo di 41/100 Haraus nonostante una visibilità ampiamente precaria. Dopo è toccato ai Super-G, e i ragazzi terribili azzurri hanno conquistato la terza vittoria consecutiva: le placche di ghiaccio presenti sulla pista non hanno spaventato Bertagnolli e Ravelli, vincitori davanti al russo Frantsev. Proprio Frantsev ha vinto il giorno seguente, su una pista ai limiti della praticabilità: si è gareggiato nel mezzo di una bufera di neve e il padrone di casa ha avuto la meglio, con 9/100 su Bertagnolli e Ravelli.

Dopo le prove di velocità, è giunto il tempo delle discipline tecniche, con uno slalom gigante (mercoledì), lo slalom speciale (giovedì) e il parallelo (venerdì) da disputare. Il gigante ha sorriso agli azzurri, che hanno così conquistato la quarta vittoria nella lunga trasferta russa precedendo i russi Frantsev e Redkozubov, che hanno approfittato dell’uscita di pista di Haraus (2° nella 1a manche). Lo slalom è invece stato un’autentica gara a eliminazione: su una pista estremamente complicata, nessuno dei partecipanti della categoria a cui sono iscritti gli azzurri ha completato la gara, tra errori e inforcate. Gara spettacolare soprattutto per il pubblico, invece, il parallelo: un tutti contro tutti senza divisione tra le categorie, con i tempi compensati per limare le differenze. Tanti tempi morti, ma anche un bello spettacolo, che ha visto gli azzurri chiudere secondi venendo sconfitti solo dall’austriaco Salcher per una manciata di centesimi. Bertagnolli e Ravelli chiudono così con quattro vittorie, tre secondi posti e una gara nella quale nessuno è arrivato al traguardo. Una grande tornata di gare per gli azzurri, sempre più padroni della CdM: il 7 e 8 marzo i due saranno impegnati nei campionati italiani a Cortina, nella settimana seguente invece ecco le gare conclusive della CdM.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie degli sport invernali anche sui nostri social: Facebook,TwitterInstagram e YouTube.

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *