Marta Bassino conferma l’ottima forma mostrata a Bansko, e chiude seconda nel Super-G che concludeva il weekend bulgaro: vittoria a Shiffrin, out Brignone. Nello slalom di Kitzbuhel, vince Yule e risorge Razzoli, che è settimo!

Marta Bassino

COPPA DEL MONDO DI SCI: BASSINO 2A IN SUPER-G, VINCE SHIFFRIN. OUT UNA SFORTUNATA BRIGNONE

Una porta “maledetta” priva l’Italia della seconda vittoria nel weekend di Bansko: Federica Brignone, seconda e terza nelle discese di venerdì e sabato, era stata perfetta nel Super-G odierno fino all’errore che l’ha vista infilare un braccio in una porta verso destra e scivolare, chiudendo la sua gara. In quel momento, la valdostana aveva un piccolo e gestibile margine su Mikaela Shiffrin e sembrava favorita per la vittoria. Una vittoria che va quindi a Mikaela Shiffrin, prima su una pista che le si addice col tempo di 1.10.88: 66a vittoria per MikaMania, che allunga in CdM. Alle sue spalle ecco un’altra grande protagonista sulle nevi bulgare di Bansko: Marta Bassino ha dato filo da torcere alla statunitense, chiudendo a 29/100 dalla vincitrice e centrando il sesto podio stagionale (primo in Super-G). Terza a 70/100 Lara Gut, che precede Corinne Suter (+0.92) e Tina Weirather, quest’ultima staccata di 1” netto: completano la top-10 Vlhova (+1.13), Elena Curtoni che è settima a 1”23, Venier, Ortlieb e Veith. A punti anche Laura Pirovano, che chiude 26a a 3”09: fuori dalle trenta invece Gasslitter e Nadia Delago, rispettivamente 35a e 36a. Sono uscite dal tracciato, come Brignone, Nicol Delago e Francesca Marsaglia: quest’ultima ha subito una forte contusione alla mano ed effettuerà accertamenti per scongiurare fratture. Nella generale di CdM, Shiffrin “schizza” a quota 1255, con 400pti esatti su Brignone (855), che mantiene la seconda piazza davanti a Vlhova (830): quarta Bassino a 620pti. Prossimo appuntamento a Sochi, il 1° e 2° febbraio: in programma discesa e Super-G.

COPPA DEL MONDO DI SCI: YULE VINCE A KITZ, 7° RAZZOLI

Crescita definitivamente confermata per Daniel Yule, che dopo essersi accontentato di un piazzamento a Wengen, conquista la terza vittoria negli ultimi quattro slalom di Coppa del Mondo: aveva vinto a Madonna di Campiglio e Adelboden, e s’impone anche nell’ultimo giorno di gara a Kitzbuhel. Yule ha disputato una seconda manche dirompente e aggressiva, che gli ha consentito di fare la differenza e battere il rinato Marco Schwarz, tornato sul podio dopo alcune gare opache: tempo di 1.41.50 per Yule, con 12/100 sull’austriaco e 37/100 su Clement Noel, che era stato nono nella 1a manche. Una prima manche che aveva visto in testa a sorpresa il norvegese Lucas Braathen, talento del futuro (classe 2000) che aveva sorpreso tutti col pettorale #34: Braathen ha però sentito la pressione, chiudendo solo 4°, ex-aequo col più quotato connazionale Kristoffersen a 49/100. Sesto Michael Matt (+0.52), e settimo il miglior azzurro: Giuliano Razzoli ha disputato una grande seconda manche, gettando via la chance del podio (distante solo 16/100) con un errore nel finale e chiudendo 7° a 53/100. Completano la top-10 Pertl, Schmidiger e Windingstad: fuori dai dieci Vinatzer, che dopo un’ottima prima manche (6°) ha commesso uno sbaglio nella seconda, arrivando 14° a 1”10. Completa il quadro degli azzurri Maurberger, 21° a 1”74: non si erano qualificati in una prima manche molto risicata Liberatore (40 a 1”81), Gross, Sala e Tonetti, mentre era uscito dal tracciato Gori. Nella generale di CdM, Kristoffersen approfitta del pesante zero di Pinturault e allunga: guida con 741pti, +41 su Kilde e +49 su Mayer, col francese solo quarto a quota 642. Nel prossimo weekend si gareggia a Garmisch: discesa il 1° febbraio (la gara del ritiro di Peter Fill), slalom gigante il 2 febbraio. 

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie degli sport invernali anche sui nostri social: Facebook,TwitterInstagram e YouTube.

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Sci alpino