Il doping è un serissimo problema nel sollevamento pesi, e la Federazione Internazionale ha preso una decisione esemplare: sospesi per un anno 9 paesi coinvolti nell’alterazione dei risultati. Basterà per ridare credibilità alla disciplina?

sollevamento pesi

Il russo Lovchev, trovato positivo all’antidoping

SOLLEVAMENTO PESI: TUTTO SUL PROBLEMA-DOPING

Una disciplina con serissimi problemi e tanti, troppi ”furbetti” che vanno a minare la credibilità dell’intero sistema: il sollevamento pesi è a un bivio, e nei giorni scorsi ha fatto il passo estremo nel tentativo di salvarsi e di salvare la propria faccia di fronte a tifosi e appassionati. Tutta colpa del doping, di quegli atleti che tentano (e ci riescono) di avvantaggiarsi artificialmente e ottenere risultati al di fuori delle loro reali possibilità, trasformando Europei, Mondiali e Olimpiadi in delle autentiche farse: i numeri sono drammatici, e ben descrivono il problema, con la bellezza di 40 squalifiche per steroidi e anabolizzanti nelle ultime stagioni, ma soprattutto l’ampia riscrittura dei risultati dei Giochi Olimpici di Pechino 2008 e Londra 2012 (ma anche tre squalifiche a Rio 2016). Anche qui il dato è drammatico, con 32 podi annullati e risistemati su 90, e la bellezza di 29 atleti finiti fuori dal podio che si sono visti ”regalare” una medaglia per le squalifiche altrui: addirittura, tre titoli di Pechino sono rimasti non assegnati per l’impossibilità di definire un vincitore sicuramente pulito e ”credibile”, e poi c’è quella gara, quella dannatissima gara. Londra 2012, gara della categoria 94kg maschile e doping imperante: sono stati squalificati tutti i primi 7 della classifica, con l’ottavo che dunque ha vinto l’oro nel più classico scenario assurdo. Ecco perchè la Federazione Internazionale ha optato per una presa di posizione forte, che forse sarà il primo passo verso il salvataggio della disciplina: sospese per un anno 9 nazioni che hanno avuto tantissimi casi di doping e si sono ripetute anche nell’ultima stagione, ottenendo tre atleti sospesi o squalificati. Sono Russia, Armenia, Azerbaijan, Bielorussia, Cina, Moldavia, Kazakistan, Turchia e Ucraina, guarda caso nazioni che avevano centrato svariati podi.

SOLLEVAMENTO PESI E DOPING: IL PARERE DEL PRESIDENTE ANTONIO URSO

Basterà questa mossa per restituire credibilità al sollevamento pesi e alle gare future? Difficile saperlo, e lo scopriremo nei prossimi anni, ma intanto la scena trova il plauso generale, e vi riportiamo le parole del presidente della Federazione Europea e Italiana di Pesistica Olimpica, l’italiano Antonio Urso, che aveva più volte auspicato l’intervento dell’IWF per fermare la corsa al doping. ”Speriamo di essere ancora in tempo per salvare la pesistica, lavoreremo duramente per raggiungere questo obiettivo. Nell’ultima riunione la Federazione Internazionale ha approvato interamente il mio programma elettorale, il che mi fa pensare che avevo ragione. Sono proposte che io avevo presentato anni fa e che se fossero state accolte subito, avrebbero evitato i provvedimenti presi oggi. Mi riferisco in particolare ad alcuni aspetti, ieri accolti all’unanimità: il cambio di categorie di peso, per il quale faremo uno studio importante, all’interno della commissione selezionata per l’occasione, che verrà presentato al congresso di Los Angeles. La qualificazione individuale degli atleti, che entrerà in vigore da gennaio 2018, esattamente come il cambio di categoria. Inoltre il Controllo Antidoping verrà svolto da un’Autorità di controllo indipendente, che renderà più sicuro tutto il meccanismo. Purtroppo l’esclusione di un anno di 9 Paesi non è un fattore positivo ma è il conto di una serie di scelte fatte nel tempo e che ora ci si è presentato sul tavolo internazionale. Quello che dispiace è che non si tratta di casi sporadici, bensì di Nazioni che reiterano in ambito doping. Si sarebbe potuto evitare ma speriamo di essere ancora in tempo per riportare la pesistica su una strada pulita. A tal proposito è in discussione l’idea di creare un’Accademia Internazionale di Pesistica, ad Astana in Kazakistan, che potrebbe contribuire a bonificare il sistema e a creare una sana cultura della pesistica”. 

E dunque speriamo che le scelte di questi giorni salvino davvero questa nobile disciplina, che sta cercando di rifarsi una verginità in ogni modo possibile.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie di sollevamento pesi anche sui nostri social: FacebookTwitter, Instagram, YouTube e Google +.

 

Marco Corradi
31 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Collaboro con AlaNews e l'Interista

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.