Paralimpiadi Tokyo 2020 giorno 2 (ore 13:30): le eliminazioni nella scherma vengono compensate dagli ottimi risultati degli azzurri nel nuoto, con 6 medaglie.

Stefano Raimondi

DUE ORI, TRE ARGENTI E UN BRONZO NEL NUOTO

100M STILE LIBERO MASCHILE S5

Francesco Bocciardo si laurea campione paralimpico con il tempo di 1:09.56. L’azzurro vola sull’acqua e conquista l’oro davanti al cinese Lichao Wang argento e al brasiliano Daniel de Farias Dias bronzo.

L’italiano si era qualificato alla finale con il 5° crono complessivo (1:13.96).  

100M RANA MASCHILE SB9

Un altro oro arriva da Stefano Raimondi che tocca davanti a tutti in 1:05.35. Completano il podio i due atleti del Comitato paralimpico russo Artem Isaev secondo e Dmitrii Bartasinskii terzo.

100M STILE LIBERO MASCHILE S4

Luigi Beggiato è argento in 1:23.21, superato solo dal giapponese Takayuki Suzuki, che vince in 1:21.58. Terzo posto per il rappresentate del Comitato paralimpico russo Roman Zhdanov.

L’italiano era entrato in finale con il miglior tempo di qualifica (1:22.93). 

Vincenzo Boni, invece, si ferma in batteria con il 12° tempo complessivo (1:39.56).  

100M DORSO FEMMINILE S13

Carlotta Gilli chiude in seconda posizione in 1:06.10 la sua finale, ottenendo la medaglia d’argento. La precede solo la statunitense Gia Pergolini in 1:04.64, nuovo record del mondo; bronzo per l’australiana Katja Dedekind.

L’azzurra non aveva avuto difficoltà a centrare la finale, grazie al 3° tempo complessivo (1:08.00). 

STAFFETTA MISTA 4X50 STILE LIBERO

Antonio FantinFrancesco BocciardoArianna Talamona ed Arjola Trimi sono una staffetta d’argento: gli italiani chiudono al secondo posto con il tempo di 2:21.45. Vincono i cinesi che siglano il nuovo record del mondo in 2:15.49. Terza piazza per il Brasile.

Gli azzurri avevano vinto la loro batteria in 2:25.48, centrando la finale con il miglior tempo di qualifica.

100M STILE LIBERO FEMMINILE S5

Monica Boggioni sale sul terzo gradino del podio, mettendosi al collo il bronzo grazie al crono di 1:22.43. Vince la britannica Tully Kearney in 1:14.39, seconda la cinese Li Zhang.

L’italiana era entrata in finale con il 4° tempo generale (1:22.62).

400M STILE LIBERO FEMMINILE S11

Martina Rabbolini chiude all’8° posto la finale con il tempo di 5:47.25, migliorandosi ma confermando l’8° tempo di qualificazione (5:47.78).

La neo campionessa paralimpica è la statunitense Anastasia Pagonis, che sigla anche il nuovo record del mondo in 4:54.49. Seconda l’olandese Liesette Bruinsma, terza la cinese Liwen Cai.

100M RANA MASCHILE SB8

Federico Morlacchi non riesce ad accedere alla finale: 9°crono generale in 1:13.24, lontano più di 1″ dalle migliori 8 posizioni.

SCHERMA IN CARROZZINA: AZZURRI ELIMINATI

Rossana Pasquino si qualifica agli ottavi di finale del torneo individuale di spada femminile, categoria B. Impegnata nella pool 2, viene sconfitta 5-2 dall’ucraina Olena Fedota, abile a dare la sua impronta all’incontro. Pasquino vince 2-0 contro la rappresentante del Comitato paralimpico russo Ludmila Vasileva. L’azzurra poi subisce tre sconfitte consecutive: 5-3 contro la tailandese Saysunee Jana, 5-4 contro la cinese Shumei Tan, in un incontro molto equilibrato, e 5-3 contro la statunitense Ellen Geddes. La vittoria per 5-1 contro l’ungherese Gyongyi Dani dà la possibilità a Pasquino di sfidare nuovamente Fedota agli ottavi, turno nel quale l’ucraina ha ancora una volta la meglio, sconfiggendo l’azzurra 15-9, in un match senza storia sin dai primi istanti. Dopo il vantaggio iniziale per 5-0, Fedota riesce a gestire tranquillamente l’incontro, non andando mai in difficoltà contro Pasquino.

Eliminazione ai quarti per Emanuele Lambertini, battuto per 15-14 dal cinese Jianquan Tian. L’incontro, equilibrato sin dalle prime stoccate, con nessuno dei due atleti capace di mettere più di due punti consecutivi, dura più di 12 minuti: decisiva l’ultima stoccata del cinese. Precedentemente, Lambertini era impegnato nella pool 2 della categoria A del torneo individuale di spada maschile. L’azzurro vince 4 match su 6, perdendo solo 2 incontri, pur dimostrando di essere perfettamente all’altezza dei suoi avversari. Lambertini sconfigge il turco Hakan Akkayaper 5-4, in un incontro molto equilibrato, combattuto stoccata dopo stoccata. L’azzurro ha poi la meglio sul canadese Ryan Rousell (5-1) e sul tedesco Maurice Schmidt (5-2), prima di subire la prima sconfitta per mano del russo Maxim Shaburov (5-3). Lambertini paga il miglior finale del rappresentante del Comitato paralimpico russo. Lambertini si riprende sconfiggendo per 5-1 l’iracheno Zainulabdeen Al-Madhkhoori prima di ricevere l’ultima sconfitta (5-3) dalla spada del cinese Jianquan Tian. Con questo score, Lambertini è avanzato direttamente ai quarti di finale della competizione.

Edoardo Giordan viene eliminato agli ottavi di finale del torneo di spada maschile, categoria A. L’azzurro è sconfitto, nuovamente, dall’ucraino Artem Manko. Il risultato finale di 15-8 racconta di una sfida mai in equilibrio, nemmeno negli scorci iniziali. Dopo una leggera reazione di Giordan nella parte centrale dell’incontro, Manko ingrana le marce alte, non lasciando più campo alle offensive dell’azzurro. Edoardo Giordan aveva collezionato 2 vittorie e 4 sconfitte. L’azzurro, dopo aver battuto il francese Romain Noble (5-2), va incontro a ben 4 sconfitte consecutive: 5-2 contro l’ucraino Artem Manko, 5-4 contro il cinese Gang Sun, 5-1 contro il russo Artur Yusupov e 5-2 contro il britannico Piers Gilliver. Quando sembra ormai perso definitivamente lo smalto dei primi assalti, Giordan trova la reazione, battendo e dominando per 5-1 il polacco Dariusz Pender.

TENNISTAVOLO: ROSSI UNICA VITTORIA

Matteo Parenzan, impegnato nel gruppo B del torneo individuale della classe 6, viene sconfitto per 3-0 dal danese Peter Rosenmeier. Il risultato dei 3 set (14-12, 11-6, 11-7) racconta di una sfida giocata bene da Parenzan nella prima frazione, prima di perdere via via lucidità nel corso dell’incontro.

Ottima partita, invece, per Giada Rossi nel gruppo A delle classi 1-2. L’azzurra sconfigge la francese Isabelle Lafaye in 3 set. Un match equilibrato, specialmente nella seconda frazione, vinto da Rossi per 11-7, 13-11, 11-7.

Nella classe 1 non partono bene gli azzurri. Nel gruppo A, Federico Falco viene battuto dal sudcoreano Young Dae Jooper 3-0 (12-10, 11-7, 11-4). Dopo un primo set molto equilibrato, l’azzurro lascia spazio al gioco di Jooche che ben gestisce le sue offensive, dominando sempre più nel corso dell’incontro. Nel gruppo C, Andrea Borgato ha la peggio contro l’ungherese Endre Major: 3 set ad 1 in favore di Major con il punteggio di 11-6, 11-6, 7-11, 11-8.

Nel gruppo C, classe 9, brutta sconfitta per Mohamed Kalem, battuto in tre set (11-4, 11-6, 11-9) dall’australiano Lin Ma. A nulla è servita la reazione nella frazione finale: sconfitta parsa inevitabile sin dagli inizi per l’azzurro. Kalem perde anche 3-2 (11-5, 8-11, 11-7, 9-11, 11-7) contro il britannico Joshua Stacey, in una partita combattuta, ma che vede l’italiano uscire sconfitto al 5° set.

PARALIMPIADI TOKYO 2020: NEWS, RISULTATI E MEDAGLIERE AGGIORNATO

News sulle Paralimpiadi di Tokyo 2020 tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive anche sui nostri social: FacebookTwitter, Instagram e YouTube.

mm
Giornalista, onnivora di cultura a 360º. Lavoro nel campo dei media, in particolare nel mondo dell'informazione e social. Lo sport è una delle mie tante passioni, coltivata sul campo, sui libri e sullo schermo.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.