Risultato storico per l’Italia nel torneo continentale, che da Madrid tornano a casa con 5 medaglie: 2 ori, un argento e 2 bronzi.

LA MIGLIOR ITALIA DI SEMPRE

L’Italia della boxe torna a sorridere, e lo fa in un modo quasi inedito: la nostra Nazionale è infatti stata protagonista assoluta degli Europei femminili di Madrid 2019, tornando a casa appesantita da ben cinque medaglie: due ori, un argento e due bronzi. Un risultato non solo ben oltre ogni più rosea aspettativa, ma addirittura storico: mai l’Italia era andata così bene nel torneo continentale femminile.

In copertina finisce Irma Testa, la prima (e finora unica) pugile donna italiana ad aver preso parte ad un Olimpiade. Scesa ai 57 kg (prima gareggiava nei 60), è stata semplicemente inarrestabile. La difficile semifinale contro la polacca Sandra Krystyna Kruk, vinta 3-2, rischia di interrompere la sua splendida rincorsa, anche a causa di un arbitraggio non limpidissimo ed un richiamo ufficiale comminato all’Azzurra.
Irma esplode definitivamente in finale
: l’inglese Karriss Artingstall, giunta in finale dopo aver distrutto la campionessa in carica Petrova, non ha una schance. Un 5-0 senza possibilità di appello, con addirittura quattro riprese chiuse 30-27: una vittoria netta, schiacciante, che fa ben sperare in vista di Tokyo 2020.

Medaglia d’oro anche per Francesca Amato nei 64 kg, che dopo aver battuto la russa Kheeteva (tra le favorite all’oro), incrocia i guantoni con la polacca Rygielska. Diversamente dalla compagna di Nazionale, Francesca fatica molto all’inizio del match, subendo le offensive della polacca capace di aggiudicarsi i primi due round. Ma l’Azzurra non si perde d’animo e riesce incredibilmente a ribaltare il match, imponendosi con un 3-2 finale.

Esordio da sogno per Angela Carini nei 69 kg, dopo una “gavetta” sfavillante di trofei in youth e junior, costretta ad arrendersi soltanto in finale contro la fortissima russa Darima Sandakova, già campionessa del mondo in India 2018. Un netto 5-0, che però non cancella quanto di buono fatto vedere dal giovanissimo talento Azzurro.

A coronare la spedizione anche le due medaglie di bronzo conquistate da Roberta Bonatti (esordiente anche lei, categoria dei 48 kg), sconfitta in semifinale dalla russa Chumgalakova, e per Flavia Severin (+81 kg), campionessa uscente del torneo. Assente da oltre 8 mesi dal ring, la Severin viene sconfitta in maniera netta (5-0) da un’altra russa, Zafira Magomedalieva.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive di boxe anche sui nostri social: Facebook, Twitter, Instagram, YouTube.

mm
Giornalista in erba, sono un appassionato di sport, con un occhio di riguardo per il calcio (banale!) e la boxe.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Boxe