Si concludono, con una giornata ricca di emozioni, i Mondiali di ciclismo su pista sull’iconico velodromo di Roubaix: Italia d’argento nella madison, oro per Elia Viviani nella corsa a eliminazione. Azzurri a quota 10 medaglie: quattro ori, tre argenti, tre bronzi. 

CICLISMO SU PISTA, MONDIALI 2021: SCARTEZZINI E CONSONNI ARGENTO NELLA MADISON

Si concludono con un’ottima Italia, i Mondiali di ciclismo su pista che si sono disputati nell’iconico velodromo di Roubaix. Gli azzurri conquistano una grande medaglia d’argento nella corsa più pazza del panorama su pista, uno spettacolo puro nel quale può succedere di tutto. Stiamo parlando della madison o “americana”, che tante soddisfazioni ha regalato all’Italia nella sua storia: in gara ci sono Michele Scartezzini e Simone Consonni, che gestiscono la corsa alla perfezione. Italia subito all’attacco, che vince uno sprint e conquista un giro, portandosi a 30pti dopo pochissimi giri: è la condizione perfetta, perchè gli azzurri possono gestirsi e gli altri devono inseguire. L’Italia così si riposa per qualche sprint, assistendo al rientro della Danimarca e della Francia, per poi dare tutto nel finale: Gran Bretagna, Italia e Danimarca conquistano il giro, con gli azzurri in scia ai danesi per vari sprint. Purtroppo per noi, però, sono i danesi a interpretare al meglio la corsa e lo sprint finale, nel quale l’Italia di fatto si perde e non riesce a incidere come vorrebbe. Il nostro, comunque, è un argento meritatissimo e di altissimo spessore, perchè la corsa avrebbe potuto seguire tutt’altro copione: Michele Scartezzini era stato travolto da un belga nelle primissime fasi della corsa, con una caduta che avrebbe potuto tagliarci fuori e/o farci perdere un giro. Non è successo: oro agli inossidabili danesi Morkov e Hansen con 68pti, argento Italia (64), bronzo al Belgio (62) che beffa Gran Bretagna e Francia.

CICLISMO SU PISTA, MONDIALI 2021: VIVIANI ORO NELLA CORSA A ELIMINAZIONE!

Da Martina Fidanza a Elia Viviani: il primo oro era stato azzurro, con la vittoria della giovane stella nello scratch, e lo è anche l’ultimo. Elia Viviani disputa una corsa perfetta nell’eliminazione, la gara che interpreta nel migliore dei modi e nella quale sognava da anni l’oro mondiale. Un oro che arriva a Roubaix, in un velodromo storico e con una gara di altissimo livello. Elia controlla gli avversari e gestisce anche le energie, rischiando qualcosina a metà gara, prima di portarsi in testa e correre in maniera diligente e ordinata. Il momento decisivo arriva quando l’azzurro contribuisce all’eliminazione del francese Grondin: restano solo Elia, il portoghese Leitao e il russo Rostovtsev, che si rialza e alza bandiera bianca. Sono dunque Leitao e Viviani a lanciare lo sprint per l’oro: Elia è portentoso e svernicia il rivale lusitano, conquistando un meritato successo. Oro Viviani, argento Leitao, bronzo Rostovtsev. Nelle altre gare di giornata, spicca l’ottimo 5° posto di Silvia Zanardi nella corsa a punti: gara di altissimo spessore per l’azzurra, brava a guadagnare un giro e restare sempre in scia alle migliori al mondo. L’oro va a una strepitosa Lotte Kopecky, che conquista due giri e corre in maniera magistrale: argento per Katie Archibald e bronzo per l’olandese Wild. La sprint maschile, invece, parla olandese: Lavreysen conquista il terzo titolo mondiale consecutivo, sconfiggendo nettamente (2-0) Hoogland. Bronzo a sorpresa per il francese Vigier, che approfitta della squalifica di Boetticher nella prima manche e poi vince la “bella” con una grande rimonta. Parla tedesco, infine, il keirin: Lea Sophie Friedrich, grande protagonista di questi Mondiali, regala il sesto oro alla Germania, precedendo nettamente la giapponese Sato e la russa Tishchenko. Mondiali da ricordare per l’Italia, che chiude con quattro ori, tre argenti e tre bronzi: 10 medaglie che vanno a sorpassare nettamente le sei di Berlino (un oro, due argenti, tre bronzi) e che ci mantengono al terzo posto nel medagliere alle spalle di Germania (sei ori, tutti al femminile, e 11 medaglie) e Olanda. L’Italia è ormai una potenza del ciclismo su pista, e ha vinto due volte l’elimination race: dopo Letizia Paternoster, Elia Viviani.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito. Scopri tutte le ultime notizie sportive di ciclismo anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube.

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *