Il gruppo si fa sorprendere dai fuggitivi sull’arrivo a Canale: Taco van der Hoorn festeggia così un’insperata vittoria di tappa, facendo saltare i piani del plotone sul possibile sprint finale.

GIRO D’ITALIA, 3A TAPPA: VINCE LA FUGA, VAN DER HOORN BEFFA GLI SPRINTER

Sorpresa al Giro d’Italia, nella frazione mossa che porta la corsa da Biella (casa Ganna) a Canale: tutti si aspettano uno sprint con Peter Sagan grande favorito, invece arriva la fuga e vince a sorpresa Taco van der Hoorn, per quello che è il primo successo World Tour della Intermarché-Wanty Gobert. La tappa odierna è lunga 190km, e presenta 115km molto tranquilli: dopo di loro, però, tre salite che possono far saltare più di un velocista. Si inizia con Piancanelli, un 3a categoria di 7.6km al 4.8% con punte del 12% e una discesa impegnativa, per poi proseguire con Castino (4.9km al 5.2%, punte all’11%) e Manera (5.4km al 5.2%, punte al 10%) e arrivare allo strappo di Guarene (15%) ai -15km: prima del traguardo l’ultimo strappo a Occhetti, per una frazione che si conclude con un rettilineo in leggera ascesa. Una tappa da finisseur o da Sagan, che viene scandita da una fuga di otto corridori: Gougeard (Ag2r), Ponomar e Pellaud (Androni), Zoccarato (Bardiani), Albanese e Rivi (Eolo-Kometa), van der Berg (FDJ) e van der Hoorn (Wanty). La fuga arriva a sei minuti di margine, ma il gruppo rosicchia minuti grazie al grande lavoro della Bora-Hansgrohe per Peter Sagan: un lavoro che farà crollare velocisti puri come Moschetti, Groenewegen, Ewan e Merlier, ma lascerà anche Sagan stesso isolato nel finale, permettendo così l’arrivo della fuga.

Vincenzo Albanese fa incetta di punti nei GPM e conferma la maglia azzurra, ma arriva col fiato corto al momento decisivo della tappa: sullo strappo di Guarene restano solo Pellaud e van der Hoorn, mentre Ciccone e Gallopin provano a muoversi dal gruppo venendo ripresi poco dopo. Tra i fuggitivi e il gruppo maglia rosa c’è un minuto, ma nel finale l’inseguimento del plotone viene svolto con maggior convinzione e la fuga può arrivare: inutile lo sforzo dell’UAE negli ultimi 5km, nei quali si decide la tappa. van der Hoorn va via da solo e compie un grande lavoro, riuscendo a tenere a debita distanza gli inseguitori: all’ultimo km il suo successo è già certo, e nel finale l’olandese (ex Jumbo-Visma) può anche fermarsi a festeggiare, chiudendo comunque con 4”. Winner Taco, per citare un noto gelato. Il gruppo, che ha sbagliato completamente i calcoli, si gioca così i piazzamenti: Cimolai (Israel) chiude secondo, precedendo Sagan, Viviani, Bevin, Vermeersch, Gaviria, Bettiol, Oldani e Mosca. Ci sono dunque cinque italiani nella top-10, mentre Filippo Ganna difende con esito la maglia rosa: la classifica generale lo vede guidare con 16” su Foss e 20” su Evenepoel. 

La corsa affronterà domani quello che è il suo primo arrivo in salita, in una località che nel 2016 incoronò Giulio Ciccone. Si parte da Piacenza e si arriva ai 1.020 metri di Sestola dopo 187km, con le salite pedalabili di Castello di Carpineti e Montemolino a fare da antipasto al Colle Passerino: 4.3km al 10%, con punte al 16% nella fase iniziale e vari tratti al 13-14%. Un’ascesa impegnativa, che potrebbe favorire qualche scatto e mettere a dura prova chi non sarà già tirato a lucido: Colle Passerino si concluderà a 2.5km dall’arrivo, in leggera discesa. Ganna proverà a difendere la maglia rosa, ma potrebbe anche cederla a un uomo di classifica.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive di ciclismo anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube.

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *