Il Tour de France si conclude con la consueta passerella a Parigi: Vingegaard festeggia il successo finale, mentre la 21a ed ultima tappa va a Jasper Philipsen, che esulta sugli Champs-Élysées.

TOUR DE FRANCE: PHILIPSEN DOMINA SUGLI CHAMPS ÉLYSÉES

Da Parigi a Parigi, dalla Defense agli Champs-Élysées: la 21a ed ultima frazione del Tour de France ricrea la consueta passerella all’interno della capitale francese, col passaggio intorno all’Arc de Triomphe e l’arrivo sugli Champs-Élysées. L’inizio è come di consueto all’insegna del gioco: scatto “finto” di van Aert con Pogacar e Vingegaard, coi tre che ricreano una scena avvenuta molte volte e ci ridono sopra. Poi, dopo l’omaggio a Gilbert (ultima Grande Boucle), scatta la festa della Jumbo-Visma. Vingegaard e compagni brindano al successo del danese, dominatore del Tour 2022, con un imbucato d’eccezione: Hugo Houle, autore di una delle vittorie più emozionanti ed emozionali di quest’edizione. La pace dura poco, perchè non appena si entra nel circuito finale iniziano scatti e controscatti: ci prova un sestetto con al suo interno Bissegger (EF) e Martinez (INEOS), subito ripreso, poi tocca a un quintetto prendersi la scena. La grafica indica Thibaut Pinot tra i componenti, ma in realtà all’attacco ci sono i suoi compagni Le Gac e Duchesne con Schachmann (Bora), Rutsch e Doull (EF). Vantaggio massimo di 18″, col gruppo che va a riprendere gli attaccanti a 9km dal termine e nell’ultimo giro accelera ancora: si muovono Thomas e Ganna, ma soprattutto fa un attacco a sorpresa Pogacar. La DSM e la Quickstep riprendono tutti e si inizia a preparare lo sprint, che non viene scalfito dal tentativo di Benjamin Thomas a 1.5km dall’arrivo: Groenewegen parte lunghissimo e viene sconfitto da Jasper Philipsen, che esulta sugli Champs-Élysées sollevando la bicicletta. Secondo Groenewegen e terzo Kristoff davanti a Stuyven e Sagan: solo 8° Ewan, nessun italiano nei dieci. Il grande assente è van Aert, che per una volta si astiene dalla lotta e arriva in passerella con la Jumbo-Visma e col vincitore Vingegaard.

TOUR DE FRANCE: VINCE VINGEGAARD. LA TOP-10 E LE MAGLIE

Jonas Vingegaard dunque festeggia la vittoria di un Tour de France dominato, con un attacco sulle Alpi e uno sui Pirenei per mettere in difficoltà Pogacar e tanta marcatura dello sloveno. Il danese precede sul podio proprio il vincitore degli ultimi due Tour e Thomas, staccati di 3’34” e 8’13”. Top-10 per Gaudu (13’56”), Vlasov (16’37”), Quintana (17’24”), Bardet (19’02”), Meintjes (19’12”), Lutsenko (23’47”) ed Adam Yates (25’43”): il primo italiano nella generale è Simone Velasco, in 31a posizione. Maglia gialla e maglia a pois per Vingegaard, mentre van Aert conquista la maglia verde col record di punti (480) e il premio di super-combattivo del Tour e Pogacar porta a Parigi la maglia bianca per il terzo anno consecutivo. Come lui solo Ullrich (1996-98) e Andy Schleck (2008-10).

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito. Scopri tutte le ultime notizie sportive di ciclismo anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagram.

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *