La prima gara stagionale dell’Italia femminile della combinata nordica si è conclusa con un acuto, ancora una volta firmato Annika Sieff. La giovane trentina, atleta delle Fiamme Oro, ha conquistato nell’innevato Olimpo di Lillehammer uno splendido argento, miglior risultato personale in Coppa del Mondo oltreché per l’Italia nella storia della competizione.

La gara si è aperta con una Sieff determinata e consapevole delle proprie forze, in grado , già nel segmento dal trampolino HS98, di piazzarsi in seconda posizione grazie ad un salto di ben 96 metri, che le è valso un punteggio di 131,3. Meglio dell’azzurra solo la campionessa in carica, padrona di casa, Gyda Westvold Hansen, che ha chiuso in prima posizione la sessione dal trampolino, con un salto di 101 metri.

Annika Sieff al termine di un salto dal trampolino durante la gara dell’ 8 gennaio 2022, disputata in Val di Fiemme (foto: sito ufficiale FISI, www.fisi.org)

Nella parte di sci di fondo la norvegese ha staccato l’azzurra, mantenendo per tutti i cinque chilometri il suo ritmo indomito. Dietro di lei la Sieff ha dato vita ad una sessione di fondo molto solida e ben gestita, terminata a 12 secondi dalla leader di giornata. La giovane trentina è riuscita a frapporre tra lei e le sue rivali un buon margine di secondi, mantenutosi intatto fino al traguardo, tagliato con notevole distacco dalle dirette inseguitrici.

Sul terzo gradino del podio è giunta la tedesca, classe 2006, Nathalie Armbruster, con un gap dalla Westvold Hansen di 1′ 29″ 6, prima atleta della Germania a salire sul podio di questo sport. Dietro di lei, sono giunte l’austriaca Lisa Harner, quarta, e l’altra norvegese Ida Marie Hagen, quinta. Buon tredicesimo posto finale per Veronica Gianmoena, l’altra azzurra in gara, che nella 5 km di fondo è riuscita a recuperare due posizioni rispetto al 15° posto cui l’aveva destinata il salto dal trampolino.

Per l’Italia, ma soprattutto per Annika Sieff, è stata una giornata memorabile, che, oltre a donarle una meritata medaglia, le porterà in dote un’ulteriore consapevolezza delle sue capacità tecniche e del buon lavoro fatto nelle scorse settimane, soprattutto in ottica della prossima gara in programma questo fine settimana a Lillehammer. La norvegese Westvold Hansen sembra ancora la più forte per distacco, ma i sensibili miglioramenti portati in scena oggi dall’azzurra hanno dimostrato che sognare ancora più in grande non è utopia. La stagione è appena iniziata e questo di oggi non è che l’antipasto.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.