Biathlon, Coppa del Mondo 2023. Terzo successo stagionale per la Svezia, prima vittoria per la Norvegia. Italia al nono e quindicesimo posto: pesano le assenze.

Magnusson, Persson e le sorelle Hanna ed Elvira Oeberg, in pista oggi per la Svezia (fonte: pagina Facebook ufficiale Svenskt Skidskytte)

Biathlon, Coppa del Mondo 2023: Svezia e Norvegia dominano le staffette 

Terzo successo stagionale per la Svezia e prima vittoria per la Norvegia. Questi i verdetti delle staffette, rispettivamente femminile e maschile, della terza giornata di gare a Kontiolahti, località finlandese che due giorni fa ha inaugurato la Coppa del Mondo di biathlon 2023.

Dopo il primo posto conquistato ieri nella 15km individuale, Hanna Oeberg, insieme alla sorella Elvira, e alle compagne Linn Persson e Anna Magnusson, ha sospinto la nazionale svedese al successo nella staffetta femminile, chiusa con soli sei bersagli mancati. Alle spalle della Svezia la Germania, seconda a poco meno di una trentina di secondi, a parità di errori, con Anna Weidel, Sophia Schneider, Vanessa Voigt e la veterana Denise Herrmann. Norvegia terza, con soli tre bersagli mancati, con Karoline Knotten, Ida Lien, Ragnhild Femsteinevik e Ingrid Tandrevold, abili nel non far rimpiangere le assenze della campionessa in carica Marte Olsbu Roeiseland e della campionessa del 2021 Tiril Eckhoff. 

Copione analogo nella staffetta maschile, dove una nazionale scandinava ha dominato grazie al contributo di due fratelli. Tarjei e Johannes Boe, infatti, hanno consegnato la vittoria alla Norvegia, a ranghi completi con Vetle Christiansen e Sturla Laegreid. I nordici hanno dominato la prova, staccando la concorrenza di oltre quaranta secondi, nonostante l’uso di sette ricariche. Secondo posto per la Germania, in pista con Justus Strelow, Johannes Kuehn, Benedikt Doll e Roman ReesTerza la Francia, con Eric Perrot, Fabien Claude, Emilien Jacquelin e il campione in carica del circuito Quentin Fillon Maillet.

I fratelli Johannes e Tarjei Boe, insieme a Lagreid e Christiansen, festeggiano il primo successo norvegese stagionale (fonte: pagina Facebook ufficiale di Sturla Laegreid)

Italia al nono e quindicesimo posto. Pesano le assenze

Gravata dalle assenze, l’Italia non è riuscita a competere per il podio.  Le due squadre Fisi hanno però ottenuto discreti risultati, dando buone indicazioni. 

In assenza di Dorothea Wierer, costretta ai box dal raffreddore, le azzurre hanno chiuso al nono posto. Le italiane si sono ottimamente difese nella prima parte di gara, con Samuela Comola e, soprattutto, con una Lisa Vittozzi in ottima forma, da ‘zero’ nel doppio poligono; in seguito, costretta a un giro di penalità, Michela Carrara ha perso contatto con la testa della corsa, mentre la giovane Rebecca Passler, tre volte in errore al tiro, nulla ha potuto contro le veterane del circuito nell’ultima frazione. Quindicesima posizione, complici dieci ricariche utilizzate, e l’assenza della stella Lukas Hofer, invece, per gli azzurri Patrick Braunhofer, Tommaso Giacomel, Daniele Cappellari e per il debuttante David Zingerle.

Lisa Vittozzi festeggia il podio nella 15km di Kontiolahti (fonte: pagina Facebook ufficiale Biathlonworld)

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive di biathlon anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagram e YouTube.

Niki Figus
Giornalista pubblicista. Naufrago del mare che sta tra il dire e il fare. Un libro, punk-rock, wrestling, carta e penna.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in:Biathlon