Una gara storica, che si disputa nel suggestivo scenario della serata austriaca. La CdM vola a Schladming, teatro del consueto slalom maschile, ed ecco come sono andati gli azzurri, con Manfred Moelgg e Stefano Gross tra i possibili protagonisti!

Stefano Gross: per lui un deludente ritiro nella gara di slalom di Kitzbuhel, che ha chiuso il weekend della CdM di sci alpino

CDM SCI ALPINO 2017: KRISTOFFERSEN E HIRSCHER FANNO UN ALTRO SPORT NELLA PRIMA MANCHE, GROSS 4°

Partiva coi migliori auspici per l’Italia lo slalom notturno di Schladming, un’autentica istituzione nel circus della Coppa del Mondo di sci: sia Manfred Moelgg, uscito nella prima manche a Kitzbühel, che Stefano Gross, che aveva buttato via un podio potenziale con l’inforcata nella seconda manche, avevano grande voglia di rivalsa, e quale occasione migliore di questa gara dall’altissimo coefficiente di difficoltà? Ma, al termine della prima manche, i protagonisti assoluti di questo slalom non sono i nostri portacolori, oscurati dalla coppia che si giocherà la vittoria finale in CdM: è infatti il norvegese Kristoffersen a guidare la classifica col tempo di 50.84, seguito subito da Hirscher, che però è staccato di mezzo secondo. E questi due fanno letteralmente un altro sport: il 3°, il russo Khoroshilov, è staccato di 1”10, e precede di 8/100 il nostro Gross, e appaiato al britannico Ryding (storico 2° a Kitz). Completano la top-10 di uno slalom che, primi due a parte, è molto equilibrato Lizeroux, Hargin (che ha beneficiato di un tracciato disegnato dal suo ct Theolier, ex allenatore degli slalomisti italiani), Neureuther, Yuasa e Nordbotten, mentre Manfred Moelgg è 12°: l’azzurro, che risultava tra i favoriti quest’oggi, ha commesso un grave errore e perso molto tempo, come dimostra il distacco di 1”62 dal leader. Manni tenterà la rimonta, e nella classifica precede Thaler (13°): oltre a loro e a Gross, ci sono altri due italiani nei 30, con Sala 21° (a 2”74) e Razzoli 28° (a 3”18). Out invece nella prima frazione Giordano Ronci e Riccardo Tonetti, rispettivamente 38° e 47°, mentre il giovane Federico Liberatore è uscito: un destino che ha colpito anche Jean-Baptiste Grange, Digruber e il canadese Read, autore di una grande rimonta a Kitzbühel.

CDM SCI ALPINO 2017: SCHLADMING INCORONA KRISTOFFERSEN, LA VITTORIA È SUA! GROSS 5°, MALE MOELGG

La seconda manche di Schladming presenta una particolarità: sono 31 gli atleti al via, in virtù dell’ex-aequo tra Matt e Rochat. L’Italia presenta cinque atleti al via ma, com’era già successo nella prima frazione, non sono i nostri portacolori i veri protagonisti di una manche che vive vari exploit. Apre tutto lo svizzero Schmidiger, che recupera svariate posizioni (era 27°) con lo stratosferico tempo di manche di 48.75. Un tempo che verrà battuto solo nel finale di gara, quando Khoroshilov e in seguito Hirscher stabiliranno il nuovo limite di manche (48.56) e legittimeranno così il loro posto sul podio: un posto sul podio che però è limitato ai gradini al di sotto del primo, dato che lo slalom notturno incorona Kristoffersen, che gestisce il vantaggio (mezzo secondo) sull’austriaco e trionfa con un vantaggio di 9/100 e il tempo di 1.39.83. Un risultato che lascia di sale Hirscher, autore della classica manche perfetta: il dominatore della CdM, al secondo intermedio, aveva 1”23 di vantaggio su Khoroshilov (primo al momento della sua discesa), salvo poi cedere sette decimi al russo, autore di una prova-monstre sul piano finale, che l’ha portato alla 3a posizione finale. Vittoria a Kristoffersen dunque, con 9/100 su Hirscher e 63 sul russo, con gli italiani che finiscono giù dal podio: il migliore dei nostri è Stefano Gross, che perde una posizione e chiude 5° a 1.45 (lo scavalca Lizeroux, di un solo centesimo!) dopo una manche sottotono, mentre Manfred Moelgg conferma le difficoltà della prima manche e mantiene (non senza fatica) il 12° posto con 2”53 di ritardo dal primo. Per quel che riguarda gli altri italiani, nuovo piazzamento nei 20 per Sala (20° a 3”25), mentre Razzoli risale di qualche posizione ed è 22° a 3”54: out invece Thaler, che non termina la manche, al pari di Neureuther.

CDM SCI ALPINO 2017: LE CLASSIFICHE DOPO SCHLADMING, KRISTOFFERSEN ACCORCIA NELLA COPPA DI SLALOM

I risultati odierni portano ad una lieve rimonta di Henrik Kristoffersen nella classifica generale di CdM: il norvegese sale a 792 punti, ma il ritardo da Hirscher, che arriva a quota 1160, è ancora troppo ampio e difficile da colmare. Si conferma al 3° posto Pinturault, con 713 punti, davanti a Jansrud (544, stagione finita) e Neureuther (485). Sempre 6° Moelgg, che coi suoi 450 punti è il migliore dei nostri.

E Moelgg conferma anche il podio nella coppa di slalom, salendo a quota 380 punti: l’azzurro è ovviamente alle spalle di Hirscher (620) e Kristoffersen, che ha reagito al meglio allo stop di Kitzbühel, salendo a quota 580 pti e accorciando a 40 punti il distacco dal grande rivale.

Ora qualche giorno di pausa, e poi la Coppa del Mondo maschile riprenderà da Garmisch-Partenkirchen: in programma, da venerdì a domenica, due discese (una va a recuperare quella cancellata a Wengen) e uno slalom gigante, che chiuderà la tre giorni di CdM.

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Sci alpino