Altre 5 ore sono trascorse in quel di Tokyo. Il riassunto di quanto successo fino ad ora alle Olimpiadi 2020, di domenica 25 luglio, fino alle 13.30.

Odette Giuffrida

SCHERMA: SOLO LEGNO PER VOLPI E SANTARELLI

Un derby assurdo quello che ha coinvolto Alice Volpi ed Arianna Errigo durante i quarti di finale del fioretto femminile. Volpi è partita fortissimo, siglando ben 10 stoccate consecutive, dominando la sua compagna di squadra con un netto e perentorio 10-0. A soli 30″ dal termine del primo assalto, Errigo è riuscita siglare il suo primo punto. Errigo ha poi accorciato le distanze sino all’11-7, prima di subire nuovamente l’offensiva di Volpi che si è portata a casa lo scontro per 15-7, accedendo alle semifinali del torneo olimpico di fioretto femminile. Volpi ha poi dovuto affrontare la russa Inna Deriglazova, campionessa olimpica in carica. L’azzurra ha dato il massimo ma nulla ha potuto fare per centrare la finale, venendo sconfitta onorevolmente per 15-10. L’azzurra è poi uscita sconfitta al fotofinish per 15-14 nella sfida per il gradino più basso del podio dalla russa Korobenykova.

L’altra grande gioia azzurra è arrivata da Andrea Santarelli che è riuscito a qualificarsi per le semifinali nella spada maschile. L’azzurro ha sconfitto, in un incontro equilibratissimo, giocato stoccata su stoccata e terminato per 15-13, il giapponese Masaru Yamada. Ora, Santarelli potrà giocarsi la possibilità di andare a gareggiare per la medaglia d’oro olimpica. Possibilità che è sfuggita sul più bello dalle mani di Santarelli, sconfitto per 15-10 nella semifinale dall’ungherese Gergely Siklosi, dopo un incontro disputato alla pari per buona parte della sua durata. Santarelli ha poi perso per 15-12 la finale per il bronzo contro l’ucraino Riezlin.

TENNIS: PAOLINI OUT CONTRO KVITOVA

Fuori al 1° turno di queste Olimpiadi di Tokyo 2020, Jasmine Paolini. L’azzurra ha perso in due set (6-4, 6-3) contro la ceca Petra Kvitova. La maggior esperienza della tennista ceca ha fatto la differenza, in una partita sicuramente equilibrata ma che non ha mai dato l’impressione che Paolini potesse vincere.

Grande esordio nel doppio maschile per Lorenzo Sonego e Lorenzo Musetti. I due azzurri se la sono vista con gli spagnoli Pablo Andujar e Roberto Carballés Baena, sconfiggendoli in due set (7-5, 6-4) e conquistando l’accesso al prossimo turno del torneo olimpico di doppio maschile. Un’ottima partita da parte degli azzurri, capaci sia da soffrire che di reagire alle offensive dei due spagnoli. Match equilibrato ma che sorride alla coppia azzurra.

JUDO: BRONZO PER GIUFFRIDA, LOMBARDO A BOCCA ASCIUTTA

Dopo un incontro lunghissimo, terminato dopo 3 minuti di golden score e purtroppo perso contro la giapponese Uta Abe, Odette Giuffrida ha avuto la possibilità di rifarsi, andandosi a giocare la medaglia di bronzo della categoria -52kg. Bronzo che alla fine è arrivato per Giuffrida, che ha sconfitto al supplementare l’ungherese Reka Pupp grazie ad un ippon da manuale del judo.

Percorso diverso, invece, quello che ha portato Manuel Lombardo a giocarsi il bronzo nella categoria -66kg. L’azzurro ha sconfitto il mongolo Baskhuu Yondonperenlei al golden score, in una sfida davvero all’ultimo respiro. Il judoka mongolo, infatti, aveva assestato la mossa decisiva a Lombardo, guadagnandosi la vittoria. Ma il review ha ribaltato completamente la situazione, revocando il punto a Yondonperenlei ed infliggendogli una penalità che è valsa la vittoria per Lombardo. L’azzurro non è poi riuscito a completare l’opera, venendo battuto nella finalina per il bronzo da un ippon del sudcoreano Baul An. Lombardo chiude così il suo torneo olimpico al 5° posto, essendoci una doppia medaglia di bronzo assegnata (l’altra è stata vinta dal brasiliano Daniel Cargnin, lo stesso che ha eliminato proprio Lombardo).

CICLISMO SU STRADA: BRONZO PER LONGO BORGHINI

Elisa Longo Borghini ha vinto la medaglia di bronzo nella prova su strada femminile. In una gara assurda, l’azzurra ha saputo approfittare della situazione, prendendo in contropiede le sue dirette avversarie e regalando all’Italia la sua terza medaglia in queste Olimpiadi di Tokyo 2020.

Qui, la sintesi della gara.

BEACH VOLLEY FEMMINILE: SCONFITTA PER MENEGATTI/ORSI TOTH

Cedono in due set, al loro esordio alle Olimpiadi di Tokyo 2020, Marta Menegatti e Viktoria Orsi Toth. La coppia azzurra è stata sconfitta 21-18, 21-15 dal duo rappresentante del Comitato Olimpico Russo, composto da Nadezda Makroguzova e da Svetlana Kholomina.

Menegatti/Orsi Toth non sono sembrate mai mettere in difficoltà le russe, che hanno controllato il match con intelligenza e furbizia, lasciando sempre un break di vantaggio di almeno 3 punti tra loro e le azzurre.

TUFFI: DA UN PASSO DAL BRONZO AL FONDO DELLA CLASSIFICA

È rimasta grande amarezza per il risultato del trampolino 3m sincronizzato. Il duo formato da Elena Bertocchi e Chiara Pellacani è sembrato sfiorare l’idea della medaglia di bronzo, prima di sbagliare l’ultimo tuffo e terminare la gara finale in 7^ posizione, con un punteggio totale di 267.48.

Dopo un buon primo tuffo obbligatorio, Bertocchi/Pellacani erano balzate al 2° posto grazie ai 63.00 punti del doppio mezzo in avanti con un avvitamento. I 61.38 punti del triplo salto mortale e mezzo in avanti carpiato avevano stabilizzato le possibilità di centrare una splendida medaglia olimpica, prima di totalizzare soli 45.90 punti con l’ultimo tuffo e scivolare in fondo alla classifica. Un occasione sprecata per le azzurre.

TIRO A VOLO: CASSANDRO E BACOSI VEDONO LA FINALE

Tammaro Cassandro sogna la finale olimpica. Il tiratore al volo azzurro ha terminato il day 1 delle qualificazioni dello skeet maschile in 3^ posizione, con 74 punti ed un solo piattello mancato nel primissimo round.

Insegue, invece, lievemente attardato in classifica, l’altro azzurro in gara Gabriele Rossetti che ha terminato al 17° posto con 72 punti.

Diana Bacosi è invece in testa tra le donne con 75 su 75 e vede la finale. Attardata Cainero.

SOLLEVAMENTO PESI: 6° POSTO PER RUIU

Davide Ruiu ha terminato la gara finale del sollevamento pesi maschile, categoria -61kg, in 6^ posizione, con un totale di 286kg, frutto di un sollevamento di 127kg nello snatch, ottenuto al secondo tentativo, e di uno di 159kg al clean & jerk, ottenuto, invece, al terzo tentativo. L’azzurro ha chiuso ad 8kg dalla medaglia di bronzo.

Il vincitore della gara, nonché medaglia d’oro, il cinese Fabin Li, ha fatto registrare il record olimpico sia nel clean & jerk (172kg) che nel totale (313kg).

OLIMPIADI TOKYO 2020: NEWS, RISULTATI E MEDAGLIERE AGGIORNATO

News sulle Olimpiadi di Tokyo 2020 tutti i giorni sul nostro sito.

Scopri tutte le ultime notizie sportive anche sui nostri social: FacebookTwitter, Instagram e YouTube.

mm
Gabriele Stragapede, 24 anni. Laureato nella facoltà CIM (Comunicazione, Innovazione e Multimedialità) dell'Università di Pavia. Aspirante giornalista sportivo ed attualmente editore per Azzurri di Gloria. Appassionato di calcio e di wrestling, scrive di tutto, un po'.

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *