Venerdì 13, sabato 14 e domenica 15 gennaio la CdM di combinata nordica ha vissuto una tre giorni di gare in Val di Fiemme: ecco come sono andati gli italiani nella tappa di Coppa del Mondo.

Samuel Costa e Alessandro Pittin: i due azzurri sono andati a podio nel Team Sprint della Val di Fiemme

Fonte foto: fondoitalia.it

CdM COMBINATA NORDICA: PODIO PER COSTA-PITTIN NELLA TEAM SPRINT, BENE IL CAMPIONE AZZURRO AL RIENTRO

Il modo migliore per celebrare il rientro alle gare, strappando un podio nella staffetta della combinata nordica che mancava da oltre tre anni: Alessandro Pittin non avrebbe dovuto prendere parte alla Team Sprint in programma sabato, ma il ct azzurro ha optato per schierarlo al fianco di un Samuel Costa in forma, e la coppia azzurra ha ripagato ampiamente le attese in Val di Fiemme, centrando un 3° posto che rappresenta il primo podio stagionale per gli azzurri in CdM. L’HS134 di Predazzo, che già era stato teatro della buonissima prova di Costa nella Gundersen (ne parleremo in seguito), ha portato nuovamente bene ai nostri colori, grazie alla splendida prova del duo italiano nei 15km di fondo: il salto, infatti, aveva visto Pittin difendersi nel migliore dei modi e Costa effettuare un’ottima prestazione, facendo partire il team di Italia I con 59’’ di svantaggio dalla Germania, subito rimontati da Pittin nella sua frazione. Ormai si sa, l’azzurro di Cercivento (quand’è davvero in forma) è inarrestabile nella frazione di sci, e così ecco che lo svantaggio è stato azzerato, con Costa che ha mantenuto il piazzamento nel gruppetto di sette squadre che si era andato a creare. Il resto della gara è stato molto tattico, con nessuna formazione che voleva prendere l’iniziativa e l’arrivo in volata, nella quale Pittin ha strappato il 3° posto: un ottimo piazzamento, che vede l’Italia chiudere a soli 9 decimi dalla Norvegia, vincitrice di giornata davanti alla Repubblica Ceca di Dvorak (staccata di tre decimi). Male invece Italia II: Maierhofer/Runggaldier sono arrivati solo 15mi, a oltre quattro minuti.

CdM COMBINATA NORDICA: DOMINIO DI FRENZEL NELLE DUE GUNDERSEN, COSTA CONVINCE NELLA PRIMA GARA

Ma la tappa italiana di Coppa del Mondo era partita bene già nella giornata di venerdì, quando la prima Gundersen del weekend aveva rischiato di vedere un azzurro sul podio: stiamo parlando di Samuel Costa che, dopo essersi difeso nel salto, ha sfoderato una grande prestazione nello sci di fondo, restando a contatto coi migliori per gran parte della gara e sfiorando il piazzamento nella top-3. L’azzurro ha ceduto solo nel finale, chiudendo al 7° posto e centrando il terzo piazzamento consecutivo nelle prime sette posizioni: un risultato che dimostra la crescita del 25enne delle Fiamme Oro, che però non è riuscito a ripetersi nella gara conclusiva della tre giorni di Coppa del Mondo. Nella nuova Gundersen, disputata sempre sull’HS134 di Predazzo, Costa è infatti arrivato al 17° posto, non riuscendo a recuperare posizioni nello sci e perdendo parecchio rispetto ai big della specialità: ritiro invece per Raffaele Buzzi, che rientrava da un’operazione di ernia discale ed ha semplicemente saggiato la sua condizione nel salto in entrambe le gare, lasciando anzitempo il percorso dello sci di fondo sia venerdì che oggi, mentre Pittin ha sfortunatamente mancato (di due soli decimi) la qualificazione nel salto. Peccato per l’azzurro, che poteva deliziarci con la nuova rimonta nella frazione sugli sci.

La combinata nordica, comunque, vede proseguire il dominio del tedesco Eric Frenzel, che ha vinto entrambe le Gundersen, non lasciando spazio agli avversari e arrivando a quota sei successi stagionali: il tedesco non ha avuto rivali nè venerdì (2° Ryzdek, 3° Moan), nè quest’oggi, staccato di oltre mezzo minuto il connazionale Ryzdek e il giapponese Watabe. Un autentico dominio, costruito con due strepitose prove nel salto e una buona difesa nella 10km disputata a Lago di Tesero, che lo fa allungare ulteriormente in Coppa del Mondo.

COMBINATA NORDICA: LE CLASSIFICHE GENERALI DELLA COPPA DEL MONDO, GERMANIA INARRIVABILE

La classifica generale parziale di Coppa del Mondo vede il dominio di una Germania inarrivabile sia nel singolare, che nelle prove a squadre: è infatti Frenzel a guidare la classifica di CdM con 834 punti, precedendo il connazionale Ryzdek (750 pti) e Riessle (541), con Costa unico italiano nella top-15 (è 15°) a quota 159 pti. Ma il vero e proprio dominio si vede nella classifica generale a squadre, coi tedeschi che ‘’doppiano’’ la seconda classificata: sono ben 3448 i punti della Germania, con la Norvegia che si ferma a 1598 e l’Austria terza a quota 1533. Bene l’Italia, settima a quota 399 e in risalita grazie ai piazzamenti di questa tre giorni.

Settimana prossima la Coppa del Mondo di Combinata nordica tornerà con la due giorni francese di Chaux-Neuve (21-22 gennaio), e chissà che Pittin non riesca a tornare sul podio…

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *