Il norvegese classe ’97 vince in volata davanti a Herola e ad Oftebro e si prende l’oro per la seconda volta consecutiva ai Mondiali. Il primo degli italiani è Kostner, quindicesimo.

Aaron Kostner, primo degli azzurri (Foto: Gio Auletta / Pentaphoto)

COMBINATA NORDICA, MONDIALI: RIIBER SI CONFERMA RE

Chi se non Jarl Magnus Riiber. Il norvegese classe ’97 si prende, come da pronostico, la medaglia d’oro nella prima gara dei Mondiali di Combinata nordica. Il norvegese precede sul traguardo della Gundersen NH/10 km il finlandese Ilkka Herola e il connazionale Jens Luraas Oftebro; bissando il successo ottenuto nel 2019.

Deludono i padroni di casa Frenzel Riessle, giunti ai piedi del podio (rispettivamente quarto e sesto). Per l’Italia ottima prestazione di Aaron Kostner, che ha chiuso quindicesimo, con Samuel Costa che invece ha messo a segno la 20ª prestazione. Delude invece Alessandro Pittin, 25°, mentre Raffaele Buzzi ha chiuso 31°.

COMBINATA NORDICA: LA CRONACA DELLA GUNDERSEN NH/10 KM

La Gundersen NH/10 km si è aperta questa mattina con il segmento di salto. Il Giappone ha fatto la voce grossa sugli sci lunghi: la miglior prestazione è stata di Ryota Yamamoto, che ha preceduto Akito Watabe (20 secondi di svantaggio per lui alla partenza della prova di fondo) e Jarl Magnus Riiber (22 i secondi di differenza). La prova comunque è stata di alto livello, visto che da Yamamoto al ceco Ondrej Pazout sono stati solamente 41 i secondi di differenza. Nel mezzo, l’austriaco Johannes Lamparter, l’estone Kristjan Ilves, l’austriaco Lukas Greiderer, il giapponese Yoshiko Watabe e i tedeschi Eric Frenzel e Fabian Riessle.

Deludente la prestazione di quello che sarebbe dovuto essere il miglior azzurro, Alessandro Pittin: l’italiano ha chiuso 33°, a due minuti e ventun secondi dalla testa. La miglior prestazione per l’Italia è stata di Aaron Kostner, 18°, a 1’14” da Yamamoto. Samuel Costa ha chiuso 23°, mentre Raffaele Buzzi è 36°.

Nel pomeriggio Riiber, sugli sci corti, non ha lasciato scampo agli avversari. Il campione del mondo uscente, vincitore anche delle ultime due Coppe del Mondo in attesa della terza che arriverà a breve salvo imprevisti, ha ripreso in poco tempo assieme a Watabe e Lamparter il vincitore della prova di salto Yamamoto. Sul terzetto di testa, all’ultimo giro, sono rientrati i due tedeschi padroni di casa Frenzel e Riessle, il norvegese Herola e l’altro norvegese Oftebro.

Proprio gli ultimi due sono riusciti a fare la differenza nel finale assieme a Riiber, che in volata ha preceduto Herola e il connazionale Oftebro. Seconda medaglia d’oro consecutiva ai Mondiali per il classe ’97, che si dimostra ancora una volta padrone assoluto di tutte le gare di Combinata nordica a cui partecipa. 

Per l’Italia, Aaron Kostner ha recuperato tre posizioni e ha chiuso al quindicesimo posto, lasciando a tutti un’ottima impressione. La top 20 è stata chiusa dall’altro azzurro Samuel Costa, mentre Pittin ha terminato 25° e Buzzi 31°.

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito

Scopri tutte le ultime notizie di combinata nordica anche sui nostri social: FacebookTwitterInstagramYouTube e Google +.

Gabriele Burini
Studente di lingue e culture straniere all'Università di Perugia. Volevo fare il calciatore, mi sono dovuto accontentare di raccontare lo sport

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.