Si attendevano con ansia notizie sull’infortunio occorso a Sofia Goggia nel Super-G di Cortina d’Ampezzo: ecco la diagnosi, che potrebbe mettere a rischio la partecipazione alle Olimpiadi invernali di Pechino 2022. 

SCI ALPINO, LA DIAGNOSI DI SOFIA GOGGIA

Si attendevano con enorme ansia gli ulteriori esami sostenuti da Sofia Goggia dopo la tremenda caduta di quest’oggi, durante il Super-G di CdM disputato a Cortina d’Ampezzo e vinto da Elena Curtoni. La prima diagnosi era stata di una distorsione al ginocchio, ma lo scenario sembrava più serio: la bergamasca non riusciva a camminare, e si temevano ripercussioni sui già “fragili” legamenti di Sofia, provati dai precedenti infortuni. Ripercussioni che, in effetti, e purtroppo per l’azzurra, ci sono. La diagnosi ufficiale dopo gli esami strumentali mette seriamente a rischio la partecipazione dell’azzurra, dominatrice della velocità in CdM col pettorale rosso di leader in discesa e Super-G, alle Olimpiadi invernali di Pechino 2022. Sofia Goggia ha subito un trauma distorsivo al ginocchio sinistro, con lesione parziale del legamento crociato già operato nel 2013, microfrattura al perone e sofferenza muscolo-tendineo. Visto il quadro clinico, sembra servire un miracolo per disputare le Olimpiadi, che inizieranno tra due settimane, ma Sofia non vuole arrendersi: inizierà ora il percorso di recupero e riabilitazione per tentare di esserci il 15 febbraio, nella discesa che la vedrebbe difendere il titolo ottenuto a PyeongChang quattro anni fa. Un percorso durissimo, ma nello sport i miracoli esistono. E Sofia Goggia vuole firmare uno dei comeback più incredibili nella storia dello sport, disputando la “sua” discesa per assaltare quantomeno il podio…

ULTIME NOTIZIE SPORTIVE AGGIORNATE SU AZZURRI DI GLORIA

News di sport a cinque cerchi tutti i giorni sul nostro sito. Scopri tutte le ultime notizie degli sport invernali anche sui nostri social: Facebook, TwitterInstagram e YouTube.

Marco Corradi
30 anni, un tesserino da pubblicista e una laurea specialistica in Lettere Moderne. Il calcio è la mia malattia, gli altri sport una passione che ho deciso di coltivare diventando uno degli Azzurri di Gloria. Attualmente collaboro anche con AgentiAnonimi.com, sito partner di Eurosport Italia

Potrebbero anche piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in:Sci alpino